http://www.tour2000.it?p=6747
per informazioni: Tour 2000 Srl
Via 1° Maggio, 16/b - 60131 Ancona
Tel. 071 2803752 - [email protected]

Dal Parco Tortuguero inizia l’incontro con una straordinaria natura, una varietà di animali selvatici, di uccelli, di orchidee e piante tropicali. Si prosegue, quindi verso il Vulcano Arenal, con le sue sorgenti termali per raggiungere il giorno seguente le Isole Solentiname, ubicate sul Lago Nicaragua, coperte da una vegetazione lussureggiante. In una di queste, l’Isola Mancarron, vi abita Padre Ernesto Cardenal, famoso per aver fondato una scuola di pittura, poesia e scultura. Il viaggio termina con la visita di Leon e Granada, splendide cittadine coloniali ricche di storia del recente passato legato alla rivoluzione.

giorno 1

ITALIA – SAN JOSÉ

Partenza dall’Italia con volo di linea intercontinentale per San Josè. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento.

SAN JOSE' San José, la capitale della Costa Rica si trova nel cuore della Meseta Central (Altopiano Centrale) del Valle Central (Vallata Centrale). Rispetto a molte capitali dell'America Latina, ha un'atmosfera più da città nordamericana, con grandi magazzini, gallerie con negozi e catene di fast food, tuttavia possiede anche diversi bei musei, ottimi ristoranti, mercati pittoreschi e un bel clima. L'edificio più imponente della città è il Teatro Nacional, costruito nell'ultimo decennio del XIX secolo per spettacoli teatrali, balletti e concerti dell'orchestra sinfonica nazionale. Il mercato più bello è il Mercado Central, molto animato e ricco di merci di ogni tipo.

giorno 2

SAN JOSÉ – PARCO TORTUGUERO

Partenza di buon mattino per Guàpiles, attraverso lo spettacolare Parco Nazionale Braulio Carrillo. Proseguimento per Caño Blanco, attraversando piantagioni di banane e ananas e piccoli villaggi. In seguito trasferimento regolare in barca per il Parco Nazionale Tortuguero. Arrivo e sistemazione all’hotel Evergreen*** sup o similare. Pranzo. Nel pomeriggio visita al piccolo villaggio e alla spiaggia di Tortuguero. Cena e pernottamento.
Attenzione: L’ordine delle escursioni è puramente indicativo e potrebbe subire variazioni. L’ordine definitivo sarà comunicato in loco.
Creato nel 1975 per proteggere le tartarughe verdi in pericolo di estinzione, il Parco Nazionale Tortuguero è uno dei più visitati della Costa Rica e si trova nella regione caraibica sulla costa nord orientale del paese. È un vero e proprio santuario tropicale dove si possono ammirare più di 400 specie di alberi ed una altrettanto straordinaria varietà di animali selvatici come scimmie, iguane, caimani, bradipi, tartarughe, uccelli e molti altri. É accessibile soltanto via fiume con piccole imbarcazioni, attraverso una fitta rete di canali navigabili.

PARCO NAZIONALE TORTUGUERO Il Parco Nazionale Tortuguero fu creato nel 1975 per proteggere la più importante zona di riproduzione delle tartarughe. Raggiungibile solo in barca, il Parco è collegato da un geniale sistema di canali che consente di congiungere le aree interne con i villaggi costieri, una rete affascinante di corsi d’acqua e lagune circondate da una lussureggiante vegetazione tropicale con una grande varietà biologica. Da marzo ad ottobre ed in particolare nei mesi di luglio ed agosto, lungo le spiagge di sabbia nera, durante le ore serali, si possono osservare le tartarughe che raggiungono la spiaggia per deporre le uova. Il Tortuguero riveste un ruolo importantissimo per le tartarughe, infatti in questo luogo vengono a nidificare quattro delle otto specie esistenti al mondo: Verdi, Liuto, Embricate e Carey. Il Parco è inoltre il rifugio di una sorprendente fauna tra cui 300 specie di uccelli tra i quali macao, trampolieri, aironi, tucani e martin pescatori. Lungo i piccoli fiumi che si addentrano nella selva si possono incontrare anche diverse specie di scimmie, bradipi, lamantini, tapiri, rane velenose, caimani, tartarughe di fiume e molte altre specie.

giorno 3

PARCO TORTUGUERO

Pensione completa. In mattinata camminata lungo i sentieri del Parco alla scoperta della ricca flora e fauna. Pranzo. Nel pomeriggio escursione in lancia al Parco Nazionale Tortuguero. Cena e pernottamento.

giorno 4

PARCO TORTUGUERO – CANO BLANCO - ARENAL

Prima colazione. Trasferimento in barca, con servizio regolare, fino a Caño Blanco.Partenza via terra per Arenal.Arrivo e sistemazione in hotel. Pernottamento.

ISOLA DEL CAÑO La riserva biologica Isla del Caño, è un’isola di circa 320 ettari caratterizzata da ripide scogliere scoscese ed una costa rocciosa. L’isola, imperdibile per gli appassionati di immersioni e snorkeling, possiede un incredibile mondo sottomarino, fatto di grotte, rocce e scogli, un’impressionante barriera corallina con 15 specie di corallo dove si nascondono una miriade di pesci tropicali coloratissimi che attirano delfini, barracuda e squali. Dalla stazione del guarda parco parte un sentiero che si addentra nella rigogliosa vegetazione e raggiunge un punto panoramico e la zona dove sono state scoperte le misteriose sfere di granito che si pensa appartenessero alla tribù Diquis, i primi abitanti dell’Isola. Ancora oggi fonte di studi, al momento gli archeologici suppongono che la zona sia stata un importante centro cerimoniale.

giorno 5

ARENAL

Mattinata dedicata all’escursione di mezza giornata al Parco Nazionale Volcàn Arenal.
Passeggiata lungo i sentieri nelle vicinanze del vulcano, e successivamente attraverso il bosco sopra i flussi di lava solidificata. Pomeriggio libero. Pernottamento.

giorno 6

ARENAL- LAS TABLILLAS – SAN CARLOS – ISOLE SOLENTINAME

In mattinata trasferimento (con shuttle bus) a Las Tablillas al confine con il Nicaragua. Arrivo, disbrigo delle formalità doganali, cambio di automezzo e proseguimento per San Carlos. Arrivo e proseguimento in barca (servizio regolare) per l’Isola San Fernando, nell’arcipelago delle Isole Solentiname, formato da 36 isole scarsamente popolate, coperte da una vegetazione lussureggiante, habitat di numerose specie di uccelli. Arrivo e sistemazione in hotel. Pernottamento.

ARCIPELAGO ISOLE SOLENTINAME L'arcipelago di Solentiname è situato nella parte sud del lago Cocibolca ed è formato da 36 piccole isole. Le principali risorse naturali dell'archipiélago sono la naturalezza e la spontaneità delle isole. Cosi, nonostante la varietà della fauna e della flora sia inferiore a quella che si può incontrare nelle altre parti del dipartimento del Rio San Juan, c'è una presenzia importante di specie difficili da incontrare negli altri posti.

ISOLA S.FERNANDO

giorno 7

ISOLA SOLENTINAME

Prima colazione. Giornata dedicata alla scoperta dell’isola. In mattinata visita del Centro ecologico Los Guatuzos. Dopo il pranzo visita dell’Isola Mancarron, conosciuta come l’Isola del Padre Ernesto Cardenal, famoso per aver fondato una scuola di pittura, poesia e scultura. Rientro a San Fernando e visita del museo da cui si gode una vista mozzafiato di tutto l’arcipelago, in particolare durante il tramonto.

ISOLA MANCARRON

giorno 8

ISOLA SOLENTINAME – MANAGUA – LEÓN

Prima colazione. In mattinata trasferimento in barca con servizio regolare per San Carlos. Arrivo, trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per Managua. Arrivo dopo circa 45 minuti e trasferimento a León. Sistemazione in hotel e pernottamento.
Distanza: Solentiname/San Carlos (barca di linea) – Managua/ León, 95 Km

LEÓN Fondata da Francisco de Cordoba nel 1524, su un insediamento degli indios “Maribios”, León è riuscita a mantenere la sua autenticità di città coloniale un po’ decadente e per questo particolarmente affascinante, che si riscopre, ancora oggi, nei tipici edifici, nei vari musei e gallerie sparse per la città. Degni di interesse sono la maestosa cattedrale, (dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO nel 2011), la casa che diede i natali al poeta Rubén Dario e la galleria d’arte “Ortiz Guardiàn”, il più bel museo di arte contemporanea dell’America centrale. Da non perdere inoltre, i murales nel centro storico della città, che raccontano la Storia del Paese.

giorno 9

LEÓN - FLOR DE CAÑA - LEÓN

Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita della città. Pomeriggio dedicato alla visita della fabbrica Flor de Caña (servizio collettivo con guida spagnolo/inglese), produttrice di un raffinato rum. Pernottamento.

FLOR DE CAÑA Flor de Caña, creata nel 1890 a Chichigalpa è oggi diventata la più importante produttrice di rum in America Centrale. Nonostante la quinta generazione, le tradizioni sono rimaste intatte nel corso di decenni, mantenendo l'eccellenza artigianale, i migliori ingredienti e un processo di lenta maturazione. Il metodo "Slow Aged", che garantisce gli anni reali del prodotto, è un processo 100% naturale che combina la tecnologia più moderna nella distillazione con la selezione artigianale degli ingredienti naturali, l'invecchiamento e un'attenta selezione dei distillati, creando così un rum prestigioso.

giorno 10

LEÓN – VULCANO MASAYA – GRANADA

Prima colazione. In mattinata partenza per Granada con sosta per la visita del Parco Nazionale Vólcan Masaya e del tipico mercato. Proseguimento per Granada e sistemazione in hotel. Pernottamento.

VULCANO MASAYA Il vulcano Masaya, ubicato nel Parco nazionale omonimo, è chiamato dal popolo chorotega "montagna che brucia", poiché credevano che le eruzioni fossero segni dell'ira della dea del fuoco. Si potranno osservare le fumarole che fuoriescono dalla bocca del vulcano provocate dai gas solforosi e dal continuo ribollire della lava. Molto interessante la visita del vulcano dove si arriva con la macchina fin sul cratere e del mercato dove sarà possibile trovare il miglior artigianato del Paese: amache, dipinti naif dai colori accesi, sculture, ceramiche, oggetti in fibre naturali. Anche senza acquistare nulla la visita è un’esperienza divertente e colorata.

giorno 11

GRANADA

Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita di Granada. Nel pomeriggio escursione sul lago Nicaragua per la visita delle Isletas. Pernottamento.

GRANADA Granada fu fondata da Francisco Hernandez de Cordoba nel 1524, sulle rive del lago Nicaragua e nelle vicinanze del Vulcano Mombacho. E’ considerata una delle più antiche città coloniali dell’emisfero occidentale. Passeggiando nel centro storico, degni di nota sono la chiesa ed il Convento di San Francisco insieme alla Chiesa de la Merced (dove si può raggiungere la torre della campana con spettacolari vedute sulla città, il Lago Nicaragua ed il Vulcano Mombacho), il Fuerte La Polvora, le vecchie mura, le case coloniali ricche di antico fascino.

giorno 12

GRANADA – MANAGUA – PARTENZA PER L’ITALIA

Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto di Managua. Partenza con volo di linea intercontinentale per l’Italia. Pasti e pernottamento a bordo.

giorno 13

ARRIVO IN ITALIA

Arrivo in Italia e fine del viaggio

Richiedi maggiori informazioni




Espressione del consenso al trattamento dei dati personali
Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati da questa informativa, ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D.lgs. 196/03.

Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti
Rum

Flor de Caña, creata nel 1890 a Chichigalpa è oggi diventata la più importante produttrice di rum in America Centrale.

isletas de granada nicaragua

L’area dove si trovano Las Isletas di Granada comprende circa 360 piccoli isolotti vulcanici sul lago Nicaragua, formate dall’eruzione del Vulcano Mombacho 20.000 anni fa.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Continua a seguirci su