https://www.tour2000.it?p=21813
per informazioni: Tour 2000 Srl
Via 1° Maggio, 16/b - 60131 Ancona
Tel. 071 2803752 - [email protected]

Sao Luis, Comunità del Parco Nazionale dos Lençois Maranhenses, Atins, Ilhas das Canarias, Barra Grande, Jericoacoara

Un trekking tra dune, lagune, oasi del Parco e la “Rota das Emoçoes” fuori dai normali circuiti turistici. Camminare tra le dune e le lagune nelle zone primitive del Parco, in un ambiente incontaminato, incontrare le comunità che vivono nelle oasi sarà un’esperienza unica e ricca di emozioni. Come sensazionale sarà la Rota das Emoçoes fuori dai normali circuiti turistici, dormendo all’Isla das Canarias nel delta del Rio Parnaiba e a Barra Grande un caratteristico villaggio su una spiaggia ancora poco conosciuta dal turismo, fino ad arrivare alla divertente Jericoacoara con i ristorantini, i chioschi per la caipirinha ed i locali dove ballare il “forro”

Prenotando con noi il tuo viaggio in Argentina e in Brasile supporti il Progetto Scuola Brasile e Argentina di MAIS ONLUS, aiutando un bambino ad accedere all’istruzione.

giorno 1

ITALIA – SAO PAULO

Partenza dall’Italia con volo di linea intercontinentale per Sao Paulo.

giorno 2

SAO PAULO – SAO LUIS (Stato del Maranhao)

Proseguimento con volo per Sao Luis capitale dello stato del Maranhao. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio visita della città e del centro storico coloniale, uno dei più ricchi di fascino del Brasile: gli oltre 3.500 edifici storici del XVIII e XIX secolo, rivestiti dalle caratteristiche piastrelle in maiolica (azulejos) sono valsi a São Luís il riconoscimento di Patrimonio Mondiale dell’Umanità da parte dell'UNESCO. La città è stata fondata dai Francesi nel 1612 e tre anni dopo conquistata dai Portoghesi con la famosa battaglia di Guaxentuba (battaglia di sangue) avvenuta nei pressi della fortezza di Sao Luis (il Palazzo del Leoni odierno con museo aperto ai visitatori).
Dal 1641 è stata influenzata anche dagli Olandesi che abitano tutta la costa da Recife a Fortaleza fino a So Luis per lavorare la canna da zucchero. Pernottamento presso la tipica Pousada Porta das Amazonas nel cuore del centro storico. Cena (libera) in uno dei caratteristici ristorantini con cucina di pesce e “carne do sol” la carne secca tipica del Nord-Est

SAO LUIS São Luís venne fondata dai Francesi nel 1612, ma le tracce di questa dominazione sono minime (tra queste, di particolare pregio, il bel Palazzo La Ravardière), poichè la città è stata conquistata dai Portoghesi tre anni dopo con la famosa battaglia di Guaxentuba (battaglia di sangue) avvenuta nei pressi della fortezza di Sao Luis (il Palazzo del Leoni odierno con museo aperto ai visitatori). Dal 1641 è stata influenzata anche dagli Olandesi che abitano tutta la costa da Recife a Fortaleza fino a So Luis per lavorare la canna da zucchero.
Il centro storico di São Luís è uno dei più belli del Brasile; 3.500 abitazioni signorili a due piani d’ineguagliabile valore storico ed artistico, spesso decorate con le “azulejos”: piastrelle ceramiche splendidamente decorate con varie tonalità di azzurro, tipiche dell’architettura lusitana. Nel 1997 São Luís ha ricevuto dall’Unesco il titolo di Patrimonio culturale dell’Umanità come riconoscimento dell’ottima preservazione del suo patrimonio architettonico, dall’omogeneo carattere coloniale latino-americano dei secoli XVIII e XIX.

giorno 3

SÃO LUÍS – SANTO AMARO - TREKKING A BETANIA

Prima colazione. Ore 09.00 trasferimento da Sao Luis a Santo Amaro su strada asfaltata (km 250 - 4 ore circa) Sosta per il pranzo (non incluso) nel villaggio di Santo Amaro ancora fuori dai confini del Parco, punto di inizio del trekking.
Ore 15.00 inizio della camminata fino alla comunità di Betania (km 11 - 3h ½ circa di trek). I primi 2 km per uscire dal paese sono su asfalto e in seguito iniziano le prime dune e lagune al limitare del Parco. Subito lo spettacolo è fantastico e si è da soli in mezzo al bianco e all’azzurro ed un’emozione sarà arrivare al buio con la luce delle torce frontali nella prima comunità. Cena alla comunità con cucina semplice e prodotti locali. Pernottamento in amaca e bagno in comune.

giorno 4

BETANIA – TREKKING ALLA QUEIMADA DOS BRITOS

Ore 04.00 sveglia. Colazione con caffè e mandioca e alle ore 05.00 inizio del trekking da Betania fino alla Comunità di Queimada dos Britos, nella zona primitiva protetta del Parco Nazionale dos Lençois Maranhenses (17km - 7h circa di trek) La prima parte è in barca sul fiume Betania e poi inizio della camminata all'alba in un luogo unico ed intatto fatto di dune, lagune spettacolari formatesi con la pioggia, macchie di vegetazione che contrastano con il bianco delle dune e l'azzurro delle lagune dove è possibile fare il bagno. La natura nelle sue forme è ovunque, con i suoi piccoli fiori gialli e azzurri, le orme del "gato do mato", un felino simile ad un piccolo giaguaro, delle capre e dei maiali selvatici. Arrivo nella prima oasi dove si trova la comunità di Queimada dos Britos e sistemazione alla Casa de Massu. Famiglie ben organizzate, accoglienti e gentili che vivono di pesca e di turismo. Pranzo all'aperto in riva al fiume con (l’immancabile..) riso e fagioli e..(ottimi!) spaghetti aglio e olio che qui consumano regolarmente, pollo ruspante o pesce o uova tutti alimenti naturali e locali. Ambiente molto semplice e pulito con bagni in comune e pernottamento in amaca sotto una tettoia in riva al Rio Negro.

giorno 5

QUEIMADA DOS BRITOS – TREKKING A BAIXA GRANDE

Prima colazione. Ore 07.00 trekking da Queimada dos Britos fino alla seconda oasi della Comunità di Baixa Grande, nella zona primitiva del Parco Nazionale dos Lençois Maranhenses (8km - 3h circa di trek).
Il percorso è più breve con le lagune più belle per fare il bagno nelle acque trasparenti e profonde, incastonate tra le dune che si gettano nelle acque cristalline. Pranzo alla comunità gestita da Dona Losa ed il marito. Un ambiente ben organizzato con più strutture con tetto di paglia, pulite e ordinate dove si dorme sulle amache. Bagni in comune. Cena a base di pesce di fiume pescato al momento e grigliato oppure capra con cocco una specialità della casa.

giorno 6

BAIXA GRANDE – TREKKING A BARRACA BONZINHO – ATINS

Prima colazione. Ore 07.00 trekking da Baixa Grande fino al punto finale sulla spiaggia di Barraca Bonzinho (10km - 3h ½ circa di trek) . Durante questo giorno si vedranno meno lagune e più dune di sabbia bellissime che arrivano fino al mare. Arrivo e proseguimento in 4x4 fino a Canto do Atins (22km - ½ h circa)
Sosta per il pranzo (non incluso) in ristorante sulla spiaggia con specialità gamberi.
Continuazione in 4x4 sulla spiaggia fino ad Atins (6km - ½ h), un piccolo villaggio dove non ci sono strade ma solo sabbia, molto rustico e primitivo, punto di sosta per proseguire con la Rotta delle Emozioni. Sistemazione in Pousada Irmaos (semplice e caratteristica). Cena libera in uno dei ristorantini del piccolo centro. Pernottamento

giorno 7

ATINS – CABURE – TUTOIA – ILHA DAS CANARIAS

Prima colazione. Ore 10.00 Partenza in barca da Atins fino a Caburé sul Rio Preguica (15 min). Proseguimento in 4x4 attraversando piste sulla sabbia, dune, le oasi del Rio Novo nei “piccoli Lençois”, fino alla cittadina di Paulino Neves dove inizia l'asfalto fino al porto di Tutoia. Sosta a Tutoia velha con la chiesa del 1715 una delle più antiche del Brasile e a Lagoinha per il pranzo (non incluso)
Proseguimento in barca da Tutoia fino a Ilha das Canarias lungo il delta del fiume Parnaiba per ammirare lo spettacolo unico degli Ibis rossi che si stagliano nel tramonto della baia di Caju. Sistemazione al caratteristico Lodge Casa dos Caboclos, sul fiume, gestito dai locali con ristorante di ottima cucina di pesce e alimenti locali . Pernottamento.
ATTENZIONE gli orari e le visite possono subire delle variazioni a causa dell'altezza della marea che è imprevedibile.

giorno 8

ILHA DAS CANARIAS - PARNAIBA – BARRA GRANDE (Stato del Piaui)

Prima colazione. Partenza in barca per Parnaiba con sosta per il bagno su una delle bellissime spiagge del delta. Proseguimento via terra su asfalto fino a Barra Grande (km 75 - 1h) attraversando il litorale est del Piaui. In pochi km di distanza si attraverseranno 3 stati del Brasile: il Maranhao (che termina a Ilha das Canarias), il Piaui che va da Parnaiba a Barra Grande e Jericoacoara che si trova nel Cearà
Barra Grande è un paradiso naturalistico fuori dai normali circuiti turistici, ancora molto genuino con strade di sabbia, piccole pousadas, semplici e caratteristiche, inserite in un contesto ancora primitivo, ottimi ristoranti con cucina di pesce nel piccolo centro, locali con musica, spiagge immense e mare paradiso per i kite-surfisti, definita dai brasiliani "praia sensaçao" per indicare la “sensazione” unica che si percepisce in questo luogo.
Pernottamento alla Pousada Paraiso da Barra (molto semplice, ben posizionata vicina alla spiaggia ed al piccolo centro, bel giardino e bungalow a due piani caratteristici, aria condizionata)
Si consigliano per la cena i caratteristici ristorantini del centro con specialità pesce e aragoste

BARRA GRANDE Barra Grande è un paradiso naturalistico fuori dai normali circuiti turistici, ancora molto genuino con strade di sabbia, piccole pousadas, semplici e caratteristiche, inserite in un contesto ancora primitivo, ottimi ristoranti con cucina di pesce nel piccolo centro, locali con musica, spiagge immense e mare paradiso per i kite-surfisti, definita dai brasiliani "praia sensaçao" per indicare la “sensazione” unica che si percepisce in questo luogo.

giorno 9

BARRA GRANDE

Prima colazione e pernottamento in pousada. Giornata libera per relax, passeggiate sulla spiaggia e nel piccolo centro e/o effettuare escursioni facoltative per osservare i cavallucci marini tra le mangrovie, affittare una bicicletta e visitare le spiagge vicine fino a Cajueiro da Praia (8 km da Barra Grande) dove si trova il Cajueiro Rei "el maior do mundo" (!) Un enorme albero di caju che è stato certificato come il più grande, superando quello di Natal.. fino ad ora il primo in classifica. O ancora visitare il centro di protezione ambientale per la tutela del Peixe Boi una specie a rischio estinzione.

giorno 10

BARRA GRANDE – JERICOACOARA (Stato del Ceara)

Prima colazione. Partenza con mezzi 4x4 da Barra Grande fino a Camocin su asfalto (100 km 2h circa) e da qui a Jericoacoara con percorso sulle spiagge spettacolari del Ceara attraversando in balsa il Rio Coreau, fino alle dune di Ila do Amor. Proseguimento per Tatajuba, Mangue Seco (con sosta per bellissimi scorci fotografici), Guriu dove si prende una seconda zattera e proseguire per la zona di Lagoa Grande con pranzo (non incluso) in caratteristico locale sulla spiaggia a base di pesce fresco, gamberi e aragoste. In seguito meritato.. relax sulle amache appese nel bagnasciuga e partenza per Jericoacoara
Jericoacoara è diventata molto famosa negli ultimi anni ma è rimasta molto caratteristica con le sue stradine di sabbia, molto animata e divertente con ristorantini, negozietti di artigianato, chioschi dove poter sorseggiare una caipirinha, locali dove ballare il forrò (ballo tipico), una spiaggia considerata tra le più belle al mondo, un luogo imperdibile per vivere le ultime “emozioni” della Rota das Emoçoes.
Pernottamento alla Pousada Surfing Jeri (semplice in bella posizione centrale). Pernottamento

giorno 11

JERICOACOARA

Prima colazione e pernottamento. Giornata libera. Si raccomanda l’escursione in buggy (facoltativa) per visitare i dintorni di Jeri: la Lagoa Azul, la Lagoa do Paraiso, la Lagoa do Coracao ed il bagno nella splendida Lagoa do Amanco; il pranzo in uno dei ristorantini di pesce di Preà un villaggio vicino a Jeri; la camminata sulla spiaggia fino a Pedra Furada, una caratteristica formazione rocciosa.

JERICOACOARA Jericoacoara, ubicata a 300 km a nord di Fortaleza, chiamata abitualmente Jerì da chi la frequenta, è diventata famosa negli ultimi anni per la sua spiaggia, considerata la più bella del Mondo dal Washington Post e da altre riviste specializzate! Dal 1984 fa parte di un progetto di protezione ambientale e dal 2002 é stata dichiarata Parco Nazionale per preservare le sue bellezze naturali. Jeri' è uno dei migliori posti al mondo per praticare windsurf e kitesurf, per la temperatura mite dell'acqua e per il vento che soffia costante tutti i giorni. Vi sono scuole con esperti istruttori ed anche i principianti possono avvicinarsi a questo sport. La stagione migliore va da giugno a febbraio.

giorno 12

JERICOACOARA

Prima colazione. Giornata libera. Pernottamento.Sistemazione all'hotel Pousada Surfing Jeri. Pernottamento.

giorno 13

JERICOACOARA – FORTALEZA – SAO PAULO – ITALIA

Prima colazione. Partenza da Jericoacoara per l'aeroporto di Fortaleza (via asfalto km 250 - 5h circa). Partenza con volo per Sao Paulo e proseguimento con volo intercontinentale per l’Italia.

giorno 14

ARRIVO IN ITALIA

Arrivo in Italia e fine del viaggio.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaCamera doppiaSupplemento singola
21 Agosto 2020€ 2.790su richiesta

La quota comprende

  • Voli intercontinentali e interni
  • Franchigia bagaglio 20 Kg. (salvo eccezioni indicate nella documentazione di viaggio)
  • Durante il trekking pernottamento in amaca e pensione completa presso le famiglie della comunità indicate o altre simili, nelle vicinanze
  • Hotel e Pousadas menzionati o altri della stessa categoria su base camera doppia standard
  • Trattamento indicato nel programma
  • Trasferimenti, visite ed escursioni collettive con guida parlante portoghese
  • L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio
  • La polizza Viaggi rischio Zero
  • Gadget previsti e documentazione informativa
  • Spese di iscrizione

La quota non comprende

  • Tasse aeroportuali
  • La tassa di soggiorno a Jericoacoara (Reais 5 per persona per giorno) da pagare all’arrivo
  • La Polizza a copertura delle penali d’annullamento del viaggio
  • Le bevande, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio.
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”.
  • La Garanzia ”PREZZO SICURO”

Partenze da Roma e Milano

UX1048 21AUG  FCOMAD (Roma/Madrid)         18.25/21.00

UX 057 21AUG  MADGRU (Madrid/Sao Paulo)    23.45/05.20+1

LA4614 22AUG  GRUSLZ (Sao Paulo/Sao Luis)  08.10/11.30

UX 022 01SEP  FORMAD (Fortaleza/Madrid)    20.35/09.20+1

UX1045 02SEP  MADFCO (Madrid/Roma)         13.20/15.45

Il trekking è adatto a tutti coloro che siano in buone condizioni fisiche, allenati a camminare per lunghe distanze e abbiano un buon spirito di adattamento

Si svolge in uno scenario naturalistico unico al mondo, all’interno della zona più remota ed incontaminata del Parco Nazionale dei Lençois Maranhenses,

La zona è molto ventilata e la temperatura sempre costante intorno ai 30° (la notte può scendere a 20°)

La stagione migliore per effettuare il trekking è da giugno a dicembre (fuori dalla stagione delle piogge che va da gennaio a maggio) – alcune lagune possono essere più asciutte tra ottobre e dicembre

Si entra in contatto con le popolazioni indigene e si richiede un comportamento rispettoso, “responsabile”  e attento verso gli usi e costumi locali e l’ambiente circostante

I pernottamenti nelle comunità sono su amache in spazi condivisi, all’aperto, riparati da una tettoia e bagni in comune senza acqua calda e non esiste segnale internet

I percorsi durante la “Rota das Emoçoes” da Atins a Jericoacoara sono effettuati con bus o auto e mezzi fuoristrada 4×4 parte su asfalto, su lunghe spiagge e piste di terra

I villaggi incontrati durante il viaggio (Atins, Barra Grande, Jericoacoara) non hanno strade asfaltate ma si cammina sulla sabbia

Le pousadas sono semplici, ben ubicate in centro ai villaggi, non tutte sempre provviste di aria condizionata e acqua calda

 

  • COSA PORTARE

E’ necessario utilizzare uno zaino dotato di cinghie pettorali regolabili, cintura addominale e possibilmente cuscino lombare per distribuire equamente il peso su tutta la schiena durante il cammino.

Per un trekking di 4 giorni è sufficiente uno zaino con una capienza di 20 lt. (ideale che il peso totale sia compreso tra il 10 e il 20% del proprio peso corporeo – un carico eccessivo contribuisce a sforzare la schiena e le articolazioni e favorisce il formarsi di vesciche)

Per ogni cosa che si decida di portare durante il trekking, bisogna prima domandarsi se sia davvero essenziale e/o se possa essere sostituita con qualcosa di più leggero.

Indispensabili:

− 1 borraccia termica di alluminio o acciaio da 750 ml o da 1 lt per il trasporto di acqua

− 1 cappello in tessuto tecnico a tesa larga (in alternativa, si possono utilizzare un foulard o una bandana in cotone)

− 1 paio di occhiali da sole

− 1 confezione da 50 ml di crema solare con protezione molto alta o schermo totale

− 1 confezione da 50 ml di crema ad alto potere idratante

− 1 confezione di sapone di Marsiglia neutro per l’igiene personale ed eventuale lavaggio di indumenti

− spazzolino da denti, dentifricio e prodotti di igiene personale strettamente necessari

− 1 torcia frontale

− 2 pacchetti di fazzoletti

− 4 mollette per appendere gli indumenti  allo zaino e lasciarli asciugare mentre si cammina oppure nelle comunità per stendere le cose che si è lavato

− 1 confezione di cerotti per vesciche Compeed®

− 2 bustine di frutta secca e/o barrette energetiche per ogni giorno di cammino

− 1 confezione di ghiaccio secco per eventuali necessità

− tubetto di arnica per massaggi

− salviettine igieniche multiuso

− medicine di uso personale

−1 sacco lenzuolo per dormire sulle amache (si consiglia un modello ampio con aperture laterali con i bottoni che sia di facile accesso)

− power bank per ricaricare il telefono e/o la macchina fotografica

–materiale per fotografie (cellulare e/o macchina fotografica)

 

  • COME VESTIRSI

La regola generale è pochi indumenti, ma di buona qualità. Si consigliano dei sandali da trekking per camminare sulle parti non sabbiose mentre sulle dune e sulla sabbia (che sono il 90% del percorso) si cammina a piedi scalzi, in quanto hanno una temperatura mite ed il terreno è compatto (escluso in alcuni tratti quando si risalgono le dune). Si possono eventualmente utilizzare solo delle calze oppure delle scarpette di silicone tipo surfisti. Sono assolutamente sconsigliate le scarpe chiuse.

Indispensabili:

− 1 paio di pantaloni corti comodi in tessuto tecnico e traspirante (meglio se modulabili ed allungabili tramite zip) che possono essere utilizzati arrivando nelle comunità oppure per il trek (se non si utilizza il costume da bagno)

− 2 costumi da bagno in materiale tecnico (si consiglia di fare il trekking in costume in quanto di facile asciugatura dopo aver fatto il bagno nelle lagune)

− 1 maglia a maniche lunghe più  pesante o una felpa per la sera nel caso di abbassamento delle temperature

− 2 maglie a maniche corte in tessuto tecnico, traspirante e di facile asciugatura

− 1 asciugamano in microfibra di facile asciugatura

− 1 paio di infradito in gomma

 

  • COME COMPORTARSI

Il trekking si svolge in uno scenario naturalistico unico al mondo, quello del più grande campo di dune costiero del continente americano.

–L’ambiente è tanto incontaminato quanto fragile, pertanto si impone al turista il massimo sforzo per limitare il proprio impatto socio-ambientale, attraverso un uso cosciente e responsabile delle risorse energetiche (acqua, luce), evitando comportamenti che riducano la disponibilità e la qualità di tali risorse in futuro.

− Ogni viaggiatore è responsabile della quantità di rifiuti prodotti durante la sua permanenza nel Parco. Tali rifiuti non saranno abbandonati in loco ma saranno presi in carico da ciascun turista che provvederà poi a smaltirli al di fuori dei confini del Parco.

− Le popolazioni indigene della Zona Primitiva del Parco, presso le quali i viaggiatori saranno ospitati, sono portatrici di una cultura centenaria, modellata sulla stretta interazione tra l’uomo e le risorse naturali necessarie alla sua sopravvivenza e presenti nel Parco. La relazione con le comunità ospitanti deve pertanto essere improntata al massimo rispetto dell’autenticità socio-culturale di tali popolazioni e alla sua valorizzazione, escludendo qualsiasi atteggiamento potenzialmente offensivo o denigratorio degli usi e costumi locali.

 

Richiedi maggiori informazioni




Espressione del consenso al trattamento dei dati personali
Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati da questa informativa, ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D.lgs. 196/03.

Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti

La “Rota das Emoçoes” per tutti gli innamorati: “das Coraçoes” e glamping di lusso su una spiaggia selvaggia.

Durata: 14 giorni / 11 notti

da € 2.890 - voli inclusi - Speciale VIAGGI DI NOZZE

La “Rota das Emoçoes” per tutti gli innamorati: “das Coraçoes” e glamping di lusso su una spiaggia selvaggia.

Durata: 12 giorni / 9 notti

da € 2.680 - voli inclusi - Speciale VIAGGI DI NOZZE

La “Rota das Emoçoes” fuori dai normali circuiti turistici e strutture eco-solidali

Durata: 12 giorni / 9 notti

da € 1.190 - Voli intercontinentali esclusi

Un Viaggio straordinario, tra dune e lagune, il più bello che si possa fare in Brasile.

Durata: 10 giorni / 7 notti

da € 1.990 - Voli intercontinentali esclusi

Articoli che potrebbero piacerti
Sky Lodge Valle Sacra

Lo Sky Lodge si trova nella Valle Sacra ed è raggiungibile grazie ad una scalata di 400 metri lungo la via ferrata o tramite un sistema di Zip-line.

Wari

Il complesso archeologico di Wari, ubicato a 20 km dalla città di Ayacucho, a 2.750 m s.l.m., è uno dei più grandi centri urbani del Perù antico, appartenente alla cultura Wari, che si sviluppò tra il VI e il XI secolo d.C.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

Tour 2000 Srl
Via 1° Maggio, 16/b - 60131 Ancona
P.IVA, CF e n. iscr. CCIAA 01445850421
R.E.A. AN 131683 c.d. SDI CMBAR97
Capitale Sociale € 100.000,00
Continua a seguirci su