https://www.tour2000.it?p=25309
per informazioni: Tour 2000 Srl
Via 1° Maggio, 16/b - 60131 Ancona
Tel. 071 2803752 - [email protected]

Un viaggio indimenticabile ricco di fascino e cultura attraverso due splendidi Paesi ancora oggi fedeli alle tradizioni e ai costumi dell’Impero Maya; un percorso che attraversa i confini naturali regalando ai visitatori delle immagini di luoghi poco conosciuti.

 

Caratteristiche del viaggio

  • Visita di piccoli villaggi al confine fra i due Paesi
  • Pranzo in una caratteristica Hacienda nel quartiere di Coyoacan
  • Sistemazioni in hotel di lusso in tipologia di stanze deluxe e jr suite
  • Emozionante tragitto in lancia sul fiume Usumacinta, il confine naturale tra Messico e Guatemala
  • Suggestivo incontro con le popolazioni che vivono sulle sponde del Lago Atitlan

1° giorno

ITALIA – CITTÁ DEL MESSICO

Partenza dall’Italia con volo di linea intercontinentale per Città del Messico. Arrivo. Trasferimento e sistemazione all’Hotel Marquis Reforma, una struttura elegante, raffinata, in stile art deco nelle immediate vicinanze del parco Chapultepec. Pernottamento.

CITTA' DEL MESSICO (2250 m.slm) Tenochtitlán dove oggi si trova Città del Messico fu la capitale dell'impero azteco, che sorgeva su un'isola nel lago Texcoco, nel corso dei secoli prosciugato. Fondata nel 1325 la città fu rasa al suolo nel 1521 dai conquistadores spagnoli e sulle sue macerie fu costruita Città del Messico che oggi con i suoi 10 milioni di abitanti è una delle città più grandi del Mondo.
Lo “Zocalo” l’immensa piazza centrale è circondata da bei palazzi di epoca coloniale e vi si trovano i resti di una piramide azteca, il “Templo Mayor” che ricorda una delle più grandi civiltà preispaniche che si svilupparono nel Paese. Sulla stessa piazza si affacciano la splendida Cattedrale ed il Palacio Nacional che ospita i bellissimi “murales” di Diego Rivera , l’artista messicano più famoso, che narrano la storia del Messico.

2° giorno

CITTÁ DEL MESSICO – TEOTIHUACAN - CITTÀ’ DEL MESSICO

| Prima Colazione | Cena |

Partenza per la visita della capitale, cominciando dallo "Zocalo", la piazza principale di Città del Messico, costruita dagli spagnoli dove sorgeva la capitale dell’impero azteco. Si prosegue con la visita della Cattedrale, la splendida chiesa che si affaccia sulla piazza, ed il Palacio Nacional (chiuso il lunedì),costruito da Cortez sul luogo dove sorgeva la casa di Montezuma. All'interno si possono ammirare gli splendidi murales di Diego Rivera. Proseguimento per la zona archeologica di Teotihuacan, situata a 50 chilometri dalla capitale. Tra le costruzioni più grandi ed interessanti, la Piramide del Sole con un lato lungo oltre 225 metri e 248 scalini d’altezza e la Piramide della Luna, che si trova al termine della Strada dei Morti, più piccola rispetto a quella del Sole, ma dalla cui vetta si può ammirare un panorama eccezionale. Interessanti sono anche le sculture di Quetzalcoatl, il serpente piumato, le teste di alcune divinità tra cui Tlaloc, il dio della pioggia, il Tempio di Quetzalcoatl, il Palazzo del Giaguaro con i suoi murales rosso sangue e il Tempio delle Conchiglie Piumate. Al termine rientro a Città del Messico. Lungo il percorso sosta e visita al Santuario di Nuestra Señora de Guadalupe, luogo sacro di pellegrinaggi. Rientro in hotel. In serata trasferimento per la cena al ristorante Villa Maria con musica dal vivo. Rientro in hotel. Pernottamento.

BASILICA DI NUESTRA SEÑORA DE GUADALUPE La Basilica di Guadalupe è il santuario religioso più importante dell'America Latina. In questo luogo la Vergine di Guadalupe si dice sia apparsa ad un indio di nome Juan Diego nel 1531 e la sua immagine miracolosamente impressa sul suo mantello.
La Nuova Basilica (dove è custodito il mantello di Juan Diego) è stata edificata nel 1976 su progetto dell’architetto messicano Pedro Ramirez Vazquez a sostituzione della Vecchia Basilica costruita nel XVII secolo ed ora in degrado.

TEOTIHUACAN Teotihuacán, fondata intorno al 1000 a.C., è uno dei principali siti archeologici del Mesoamerica e per la sua bellezza e importanza è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità Unesco nel 1987. Nel periodo della sua massima espansione nel 600 d.C. divenne il più grande centro urbano delle Americhe con una popolazione di più di 100.000 abitanti. Oggi questo sito offre uno degli spettacoli più suggestivi del Messico, con i suoi grandi viali, le piramidi ed i templi. Tra le costruzioni più grandi ed interessanti vi è la Piramide del Sole. La Piramide della Luna è più piccola rispetto a quella del Sole ma dalla vetta si può ammirare un panorama eccezionale. Interessanti sono anche le sculture di Quetzalcoatl, il serpente piumato, le teste di alcune divinità tra cui Tlaloc, il dio della pioggia, il Palazzo del Giaguaro con i suoi murales rosso sangue e il Tempio delle Conchiglie Piumate.

3° giorno

CITTÁ DEL MESSICO – COYOACAN – MUSEO ANTROPOLOGICO - CITTÀ’ DEL MESSICO

| Prima Colazione | Pranzo |

Partenza per la visita a Coyoacan, una delle 16 delegazioni del Distrito Federal. Coyoacan un tempo era un villaggio fuori citta', ma con l'estensione che ha vissuto la metropoli Città del Messico è diventata un quartiere cittadino. Coyoacan ha mantenuto il fascino antico del vecchio villaggio, con le sue strade acciottolate , le sue piazze, i giardini, i musei e le magnifiche residenze in stile coloniale. Visita della Casa Museo di Frida Kahlo (chiuso il lunedì) ricavato all'interno della "Casa Blu" dove la pittrice ha vissuto negli anni della giovinezza e dove sono esposte alcune opere minori dell'artista. Pranzo in ristorante e proseguimento con la visita del del Museo Nazionale di Antropologia (chiuso il lunedì), situato sul lato settentrionale di Paseo de la Reforma, nella zona residenziale di Chapultepec. E' uno dei più bei musei al mondo e custodisce inestimabili collezioni di arte preispanica e materiale etnografico delle differenti civiltà succedutesi in Messico. Al termine rientro in Hotel. Pernottamento

MUSEO NAZIONALE DI ANTROPOLOGIA Il Museo Nazionale di Antropologia è unico e imperdibile, in quanto nei suoi spazi si trova la maggiore collezione del mondo di arte precolombiana delle culture Maya, Azteca, Olmeca, Teotihuacana, Tolteca, Zapoteca e Mixteca, che abitarono il vastissimo territorio messicano.

COYOACAN Il quartiere di Coyoacan è famoso per il suo centro storico, i caratteristici bar, i musei (tra i quali quello di Frida Kahlo e Leon Trotsky) e per gli eventi importanti della storia del Messico e del Mondo. Fu qui infatti che Hernan Cortès nel periodo della conquista, stabili il suo quartier generale dal 1521 al 1523. Leon Trotsky espulso dal partito comunista sovietico ed esiliato, si rifugiò in Messico e fu proprio nella sua casa di Coyoacan che venne ucciso nel 1940 dall’agente sovietico Ramon Mercader. Inoltre si trova qui la “Casa Azul” dove visse Frida Kahlo la famosa e poliedrica artista messicana insieme al marito Diego Rivera.

CASA MUSEO DI FRIDA KAHLO La Casa Museo di Frida Kahlo è ricavata all'interno della "Casa Blu" dove la pittrice ha vissuto negli anni della giovinezza e dove sono esposte alcune opere minori dell'artista. Entrando alla Casa Azul si entra nel mondo di Frida, quella dove ha vissuto fin da piccola e dove si è poi trasferita insieme a Diego Rivera fino alla fine, un mondo rimasto immutato da oltre 30 anni. La Casa-Museo è stata voluta da Diego Rivera per mantenere indelebile il ricordo di Frida, ed è rimasta come lei l’ha lasciata. Il cortile interno con piante, animali e fontane dove il blu intenso delle pareti contrasta con il verde degli alberi creando un’atmosfera potente la stessa che identifica i suoi quadri, ma nello stesso tempo è un luogo riposante e rilassante, il suo rifugio. Lo studio pieno di colori, di sole, di libri, di disegni, i suoi quaderni con le copertine disegnate da lei per distinguerne il contenuto un mappamondo enorme, i suoi colori e i suoi pennelli. Sulle pareti ci sono scritti i loro nomi: Frida y Diego vivieron en esta casa 1929 - 1954. La sua stanza con il letto piccolo, circondato da oggetti di uso quotidiano, lo specchio sul soffitto del suo baldacchino per osservare sé stessa durante i lunghi mesi di convalescenza, l’urna con le sue ceneri appoggiata su un mobile. La Casa Azul è un luogo che ti entra dentro…..Frida Kahlo ti entra dentro...con la sua forza, la sua passione, il suo dolore, la sua voglia di vita, di amore, di esprimersi, di trasgredire, di urlare, di rimanere indelebile.

4° giorno

CITTÁ DEL MESSICO – TUXTLA GUTIÉRREZ – CANYON DEL SUMIDERO – SAN CRISTÓBAL DE LAS CASAS

| Prima Colazione | Cena |

Trasferimento in aeroporto. Partenza per Chiapa de Corzo da dove si effettua l’emozionante discesa in lancias lungo il Canyon del Sumidero. Il Canyon si è formato circa 12 milioni di anni fa grazie all'erosione delle acque del Rio Grijalva che attraversano questa profonda fenditura lunga circa 15 km., con pareti di roccia che si innalzano per circa 1.200 mt. rappresenta l'habitat ideale per animali a rischio d'estinzione: la scimmia ragno, il coccodrillo di fiume, iguane. Una vegetazione lussureggiante ricopre le alte pareti del Canyon, consigliamo di portare con sé una giacca a vento o un impermeabile leggero. In seguito trasferimento a San Cristóbal de Las Casas e sistemazione nell’Hotel Bo, un hotel accogliente e autentico con un’architettura in armonia con i paesaggi circostanti; una struttura di lusso e design dal servizio eccellente. Cena e pernottamento.

Durata volo Città del Messico – Tuxtla Gutierrez : 1 ora e 40 minuti
Distanza Tuxtla Gutiérrez – San Cristobal de Las Casas: 70 Km

CANYON DEL SUMIDERO Il Canyon del Sumidero è una faglia geologica formatasi circa 12 milioni di anni fa grazie all'erosione delle acque del Rio Grijalva che attraversano questa profonda fenditura lunga circa 15 km., con pareti di roccia che si innalzano per circa 1.200 mt. rappresenta l'habitat ideale per animali a rischio d'estinzione: la scimmia ragno, il coccodrillo di fiume, iguane. Una vegetazione lussureggiante ricopre le alte pareti del Canyon, consigliamo di portare con sé una giacca a vento o un impermeabile leggero.
E’ una delle principali attrazioni turistiche di grande ricchezza ecologica del Paese. È stato dichiarato Parco Nazionale l’8 dicembre 1980. Ha una superficie di 21.789 ettari. Come decreto del parco nazionale, il suo obiettivo è quello di proteggere le specie endemiche o quelle che risiedono permanentemente o temporaneamente nel luogo e che possono essere in pericolo di estinzione.

Partenza con volo per Tuxtla Gutiérrez, capitale dello Stato del Chiapas. Arrivo.

5° giorno

SAN CRISTÓBAL DE LAS CASAS – COMUNITA’ INDIGENE - SAN CRISTÓBAL DE LAS CASAS

| Prima Colazione | Pranzo |

Mattinata dedicata ad una passeggiata per San Cristobal de Las Casas, visitando la cattedrale, la chiesa di Santo Domingo e il tipico mercato di frutta e verdura della città. Al termine, visita ai villaggi indigeni di San Juan Chamula e Zinacantan, distanti rispettivamente 10 e 22 Km da San Cristobal de Las Casas. Arrivo previsto dopo circa mezz'ora. San Juan Chamula è il centro spirituale e amministrativo degli indios Chamula, mentre Zinacantan è un villaggio rurale dedito alla produzione di tessuti ed all'agricoltura. La visita offre l'opportunità di conoscere gli usi, i costumi e l'artigianato delle due comunità indigene appartenenti all'etnia Tzotzil, e le loro abitudini religiose. Pranzo in ristorante e al termine rientro in Hotel e pomeriggio libero. Pernottamento.

SAN CRISTOBAL DE LAS CASAS (2200 mslm) San Cristobal de las Casas, che risale al 1528, fu una delle prime città fondate degli Spagnoli. Inizialmente si chiamò Villareal, poi divenne Ciudad Real ed infine San Cristóbal (il "de Las Casas" fu aggiunto in onore di Bartolomé de Las Casas, primo vescovo di Ciudad Real, che combatté per i diritti degli Indios). La città è famosa per la sua bellissima architettura coloniale, le splendide chiese, per le tradizioni vive dei suoi abitanti, discendenti dei Maya, per i loro abiti tradizionali che variano dipendendo dal gruppo a cui appartengono, per i mercati coloratissimi ed il ricco artigianato, per l’ambiente rilassato e tranquillo.

SAN JUAN CHAMULA San Juan Chamula è un piccolo centro a 10km da San Cristobal de las Casas abitato dalla comunità tzotzil, uno dei principali gruppi indigeni del Chiapas, caratterizzati dai tipici abiti degli uomini che indossano tuniche di lana che si stringono in vita e quelli delle donne che portano giacche ricamate e gonne lunghe di lino nero.
Di notevole interesse è la visita alla chiesa locale per comprendere il sincretismo religioso, così vivo in questi luoghi, dove la religione cattolica si incontra con l’antica cultura Maya. La struttura dell’edificio è di matrice cristiana con le statue dei santi allineate alle pareti mentre il pavimento è completamente ricoperto da aghi di pino per simboleggiare il vicino rapporto con la natura e candele accese. Non vi sono panche ed i fedeli sono seduti per terra dove spesso celebrano riti di guarigione utilizzando ossa, uova e polli vivi che vengono sacrificati.
Nelle vicinanze si trova Zinacantan una comunità di abili tessitori conosciuti per la produzione di abiti cerimoniali come lo “huipil emplumado” un costume dove si inseriscono piume di gallina come decorazione. Gli Zinacantecos producono anche tappeti, ceste, stuoie e cappelli con le foglie di palma decorati a mano.

6° giorno

SAN CRISTÓBAL DE LAS CASAS – MESILLA – ATITLAN

| Prima Colazione | Cena |

In mattinata partenza verso la frontiera con il Guatemala. Cambio di automezzo e proseguimento per il villaggio di Panajachel situato sulle sponde del Lago Atitlan. Durante il tragitto si effettueranno brevi soste per visitare alcuni piccoli villaggi. Arrivo e sistemazione nel Relais & Chateaux Casa Palopò, un ambiente elegante ed esclusivo, nella ricercatezza degli arredi e nei tessuti per entrare in pieno contatto con la cultura del Paese. Cena e pernottamento.

LAGO ATITLAN (altitudine: 1562 m.slm) Il Lago Atitlán, dominato da tre vulcani e sulle cui rive sorgono una dozzina di paesini abitati da diverse comunità indigene, è un'immensa conca tra i vulcani. I maya veneravano le sue acque e tuttora lo considerano luogo sacro. Teatro di guerriglia per molti anni, lungo il suo perimetro sono sorti paesi dalle comunità disparate. Insediamenti hippy, centri di meditazione, roccaforti maya, comunità spirituali convivono confrontandosi da una riva all’altra, rispecchiandosi nelle placide acque del lago.

7° giorno

ATITLAN – CHICHICASTENANGO – ATITLAN

| Prima Colazione | Pranzo |

In mattinata partenza per Chichicastenango e visita della Chiesa di Santo Tomas e del famoso mercato di artigianato locale dove ogni giovedì e domenica gli indigeni espongono i loro prodotti. Tempo libero per apprezzare le mercanzie. Pranzo in ristorante tipico e nel pomeriggio rientro a Panajachel per un aperitivo a bordo di una lancia sul Lago Atitlan. Rientro in hotel. Pernottamento.

Distanza Atitlan – Chichicastenango : 75 km

CHICHICASTENANGO (altitudine: 2171 m.slm) Chichicastenango è famosa per la Chiesa di Santo Tomas, situata nella piazza principale e per il suo mercato indigeno, il più conosciuto del Guatemala, dove si mescolano usi e costumi maya e iberici. Un vero spettacolo multicolore. Il giovedì e la domenica, giorni di mercato, tutto il paese si trasforma in un gran bazar di artigianato dove è possibile trovare tessuti, oggetti in legno e ceramiche.

8° giorno

ATITLAN – ANTIGUA – CITTÀ DEL GUATEMALA

| Prima Colazione | Pranzo |

In mattinata gita in lancia sul lago Atitlan e visita del piccolo villaggio di San Antonio Palopò sulle sponde del lago. Rientro a Panajachel, pranzo in ristorante e partenza per Antigua. Visita dell’antica capitale del Guatemala e della Cattedrale distrutta nel terremoto del 1773, La visita prosegue passeggiando fra le vie nei dintorni dell’Arco di Santa Catalina che brulicano di venditori ambulanti, donne indigene cariche di articoli di artigianato. Nel tardo pomeriggio proseguimento per Città del Guatemala. Arrivo e sistemazione in hotel. Pernottamento.

Distanza Atitlan – Città del Guatemala : 130 km

CITTA' DEL GUATEMALA (altitudine: 1500 m.slm) Fondata nel 1620 dagli spagnoli sulle rovine di un antico insediamento maya, nella valle compresa tra i tre vulcani Fuego, Agua e Pacaya, è stata capitale delle Province Unite dell'America Centrale. Oggi, Città del Guatemala, è la più grande, moderna e popolosa metropoli dell'America Centale e pressochè metà della popolazione guatemalteca vive nella sua vasta area urbana. Capitale del Guatemala, è il centro commerciale e amministrativo del Paese; un agglomerato di attività industriali, cosparso di tesori architettonici.

ANTIGUA (altitudine: 1582 m.slm) Antigua, dichiarata Patrimonio Culturale da parte dell’Unesco è una delle più belle città coloniali delle Americhe, considerata il gioiello dell’arte coloniale, conserva il fascino e l’atmosfera dei tempi passati: edifici coloniali, stradine e grandi piazzi, mercatini colorati, Chiese, botteghe di artigiani e deliziosi locali. Durante il periodo Coloniale era la capitale del Regno del Guatemala che comprendeva le province del sud del Messico, Guatemala, El Salvador, Honduras, Nicaragua e Costa Rica, il terzo per importanza nell'America continentale dopo il Vicereame della Nuova Spagna (Messico) e il Vicereame da Nueva Granada (Perù), centro politico, culturale, religioso, economico dell'area dell'America Centrale.

9° giorno

CITTÀ’ DEL GUATEMALA – FLORES – TIKAL – FLORES

| Prima Colazione | Pranzo |

Al mattino presto trasferimento in aeroporto. Partenza con volo per Flores. Arrivo. Proseguimento per il Parco Nazionale di Tikal dichiarato dall’Unesco Patrimonio Naturale e Culturale dell’Umanità. Visita del sito archeologico, circondato da un’esuberante selva tropicali habitat di numerose specie di uccelli. In seguito visita del Museo Sylvanus Morley che mostra un collezione di interessanti reperti ritrovati durante gli scavi.della splendida zona archeologica immersa nella giungla. Pranzo all’interno del parco e nel pomeriggio rientro a Flores. Sistemazione in Hotel. Pernottamento.

TIKAL La maestosa città è considerata la meraviglia del mondo maya e si estende nella giungla del Peten, lasciando emergere interessanti tesori archeologici: la Piramide del Grande Giaguaro, il Labirinto, Il tempio delle Maschere e “El Mundo Perdido”, considerato il punto migliore per osservare la natura circostante. Più di tremila strutture fra templi, altari, piramidi, palazzi, testimonianze di questa antica città fondata nel 60 a.C., in seguito abbandonata e inghiottita dalla foresta.

10° giorno

FLORES – YAXCHILAN – PALENQUE

| Prima Colazione | Cena |

Poiché la partenza è prevista molto presto, la prima colazione sarà consumata durante il tragitto. Arrivo a Bethel, proseguimento in lancia sul fiume Usumacinta, frontiera naturale fra il Guatemala e Messico. Visita della zona archeologica di Yaxchilan il cui nome significa "il luogo delle pietre verdi". Arrivo dopo 1 ora e mezza e visita del sito, dominato da due acropoli che racchiudono un palazzo, templi dagli architravi finemente scolpiti e maestose scalinate che portano sulle rive del fiume. Al termine rientro sulla sponda messicana del fiume e proseguimento per Palenque. Sistemazione nel Boutique hotel Quinta Chanabnal, immerso nella giungla e nelle immediate vicinanze della zona archeologica, offre ai suoi ospiti un servizio personalizzato ed un confort di alto livello. Cena e pernottamento.

YAXCHILAN Yaxchilán, che significa “pietre verdi” in maya, è un’antica città Maya che sorge sulle sponde del fiume Usumacinta, confine naturale fra il Messico e il Guatemala; ancora avvolta nella giungla e ricoperta dal muschio che cresce ovunque, il suo fascino sta proprio nel far sentire i pochi visitatori come avventurieri alla scoperta di incredibili e sconosciute meraviglie. Per visitare Yaxchilan è necessario solcare le acque del fiume per 40 minuti/1 ora, con delle lance che si trovano sulla sponda messicana, un viaggio avventuroso e interessante anche per l’avvistamento di scimmie e di coccodrilli che si riposano su piccolo spiagge fangose.

11° giorno

PALENQUE – CAMPECHE

| Prima Colazione | Cena |

Mattinata dedicata alla visita della zona archeologica di Palenque. L'esuberante vegetazione tropicale, ha gelosamente nascosto per quasi un millennio questo meraviglioso luogo. Le rovine di Palenque sono considerate da molti, come le più belle del Messico, soprattutto per la luce iridescente che dona un particolare fascino al sito archeologico. Uno splendido panorama si ha dall'alto del Tempio delle Iscrizioni, l'edificio principale dell'area. Al suo interno è custodita la tomba di Pakal, il grande Re Maya. Il complesso è momentaneamente chiuso per restauro. Si visiterá il Templo XIII ed il sarcófago della Regina Rossa. Al termine partenza per Campeche, antico porto coloniale. Arrivo in serata e sistemazione nel Boutique Hotel Casa Don Gustavo, caratteristica struttura di un palazzo del 18° secolo, ristrutturato con elementi originali pur mantenendo il fascino del sapore antico. Cena e pernottamento.

Distanza Palenque – Campeche : 359 km.
Durata trasferimento : 4 ore e 30 minuti

PALENQUE Il sito archeologico di Palenque che sorge circondato da una lussureggiante foresta tropicale, fu dichiarato Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO nel 1987. La città conobbe il suo massimo splendore nel VII secolo d.C. quando vennero costruiti gli edifici più importanti come il Gruppo della Croce, il Tempio delle Iscrizioni ed il Palazzo, costruzioni di una magnificenza davvero unica e, ai tempi di una bellezza rara, con le piramidi di color rosso che spiccavano in mezzo al verde intenso della fitta vegetazione. Il Tempio delle Iscrizioni in particolare, risalente a circa il 675 è uno degli edifici più significativi del sito in quanto ospita il secondo geroglifico per lunghezza del mondo Maya (il primo è il geroglifico di Copan in Honduras) ed è il luogo dove nel 1952 fu scoperta, ancora intatta, la tomba del gran signore Pakal, rinomata per l'enorme sarcofago decorato con bassorilievi, per i ricchi ornamenti, per le sculture che decorano le pareti della tomba ed in particolare per una preziosa maschera di giada, autentico capolavoro di arte maya.

12° giorno

CAMPECHE – UXMAL – MÉRIDA

| Prima Colazione | Pranzo |

In mattinata partenza per Uxmal e visita della zona archeologica considerata tra le più belle del Messico. Gran parte delle rovine non sono state restaurate ma tre costruzioni meritano particolare attenzione: la Piramide del Mago, un edificio di forma ellittica, il Monastero e il Palazzo del Governatore, stranamente esposto verso est. Quest'ultimo probabilmente era utilizzato per osservare il pianeta Venere. Il palazzo copre cinque acri e si erge al di sopra di un'immensa acropoli, nel cuore di quello che forse era una volta il centro amministrativo della città di Uxmal. Pranzo in una hacienda dove è possibile rilassarsi nelle acque del cenote Dzul Ha. Nel pomeriggio proseguimento per Merida, capitale dello stato dello Yucatan, chiamata nei secoli scorsi la "città bianca" per la pulizia delle strade e perchè i suoi abitanti vestivano sempre di bianco. Merida, fu fondata sullo stesso luogo dove sorgeva un centro cerimoniale indigeno. Al centro vi è lo Zocalo o Plaza Mayor, alberato e con al centro il gazebo per i concerti della banda musicale la domenica pomeriggio. Sulla piazza si affacciano il Palazzo del Governo, la Cattedrale, il Palazzo Municipale e la Casa Montejo. La Cattedrale è la più’ antica del Nord America ed è costata la vita a diverse decine di schiavi Maya impiegati nella costruzione, l'edificio è in sobrio stile rinascimentale con una facciata disadorna e severa. Sistemazione nello splendido Boutique Hotel Casa Lecanda, dove poter vivere un’esperienza unica tra eleganza e raffinatezza di arredi sapientemente selezionati in ogni camera. Pernottamento.

MERIDA “La città bianca”, così viene chiamata per l’abbondanza di una pietra calcarea molto chiara delle sue costruzioni; la più grande città dello Yucatan, considerata la capitale culturale. Nonostante sia una città estesa, tutto si svolge sulla piazza principale, Plaza Grande; tipicamente messicana, molto curata, con una fontana centrale e tanta vegetazione, luogo di ritrovo degli abitanti di Merida.
Fondata nel 1542 da Francisco de Montejo nel luogo in cui sorgeva la città maya di T’Hom, il cui nome significa “la città dalla cinque colline”. Dopo l’arrivo degli spagnoli le sue piramidi furono distrutte e le loro pietre furono utilizzate per costruire la Cattedrale e altri edifici importanti della città.

UXMAL Uxmal è Patrimonio Culturale dell’Unesco dal 1996 ed è considerato uno dei siti dove i Maya hanno raggiunto i più alti livelli nell’arte e nell’architettura. Fu fondato nel 700 d.C. e la caratteristica dello stile architettonico rivela una profonda conoscenza astronomica da parte dei costruttori. La Piramide dell’Indovino che domina il centro cerimoniale è circondata da bellissimi edifici decorati con motivi simbolici ed iscrizioni dedicate in maggior parte a Chaac, il dio della pioggia.

13° giorno

MÉRIDA – CHICHÉN ITZÁ – TULUM

| Prima Colazione |

Partenza in direzione della zona archeologica di Chichen-Itzà e visita del sito archeologico; al popolo degli Itzá si deve la costruzione della grande piramide di Kukulkán, detta "El Castillo" , che domina il centro cerimoniale e la quale in realtà è un calendario Maya: la somma dei gradini è 364 e l’ultimo gradino che porta al tempio sulla sommità è il 365°, ovvero il ciclo solare completo. Il Tempio dei Guerrieri, il Tempio di Chaac-Mool e il Campo del Gioco della Pelota appartengono alla fase di influenza tolteca. Degno di nota è l’Osservatorio a pianta circolare che rammenta la scala a chiocciola. Tra gli altri edifici facenti parte del parco archeologico ricordiamo: la Piattaforma dei Crani, il tempio dei Giaguari, il Cenote, pozzo sacro naturale di circa 60 metri di diametro dove avvenivano i sacrifici umani. Al termine trasferimento a Tulum. Arrivo e sistemazione nello Charming Hotel Ana y Josè, una struttura accogliente immersa nella natura in posizione eccellente con una vista mozzafiato su una delle spiagge più belle della riviera Maya. Pernottamento.

CHICHEN ITZA Il complesso archeologico di Chichen Itza è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO nel 1988 ed è nella lista delle Sette Meraviglie del Mondo. Le splendide rovine, che si estendono su un'area di 3 km², sono i resti di una grande città Maya che fu uno dei centri politici ed economici più importanti della Regione tra il VI e l'XI secolo. Il sito comprende numerosi edifici, rappresentativi di diversi stili architettonici tra i quali i più famosi sono: il Tempio di Kukulkan (noto come El Castillo), El Caracol (l'osservatorio astronomico), il complesso de Las Monjas dalle raffinata struttura e bellissime incisioni, il Tempio dei guerrieri e il campo della Pelota, il più grande della Mesoamerica.

14° giorno

TULUM

| Prima Colazione |

Giornata libera per relax in spiaggia e per escursioni individuali: suggeriamo di visitare la splendida zona archeologica di Tulum poco distante.

TULUM Città Maya fra le più spettacolari del Centro America, Tulum fu costruita per essere una fortezza marittima grazie alle ripide scogliere a picco sul mare e ad una grande parete di pietra calcarea che racchiudeva il resto della città. Nonostante questo fù la prima ad essere invasa dagli Spagnoli e l’ultima ad essere abbandonata dai nativi. La zona archeologica si trova all’interno del Parco Nazionale di Tulum, riserva protetta dal 1981, un paradiso naturale che accoglierà i visitatori fra sabbia finissima e bianca e le sue acque turchesi, il tutto circondati dal verde rigoglioso della collina che regalano un’atmosfera magica

15° - 16° giorno

TULUM - CANCUN - ITALIA

| Prima Colazione |

Trasferimento all’aeroporto di Cancún. Partenza con volo di linea intercontinentale per l’Italia. Pasti e pernottamento a bordo.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaCamera doppiaSupplemento singola
Dal 1 Gennaio 2022 al 31 Dicembre 2022€ 7.890€ 2.490

Note

Hotel previsti Categoria Lusso
CITTA’ DEL MESSICO / Hotel Marquis Reforma *****
SAN CRISTOBAL / Hotel Bo Boutique (deluxe)
ATITLAN / Hotel Casa Palopò *****  (deluxe)
CITTÀ DI GUATEMALA / Hotel Westin Camino Real ***** (deluxe)
FLORES / Hotel Camino Tikal **** (deluxe)
PALENQUE / Boutique Hotel Quinta Chanabnal (Jr suite)
CAMPECHE / Hacienda Don Gustavo (Jr suite)

MERIDA / Hotel Casa Lecanda Boutique Hotel (Balcony Room)

TULUM / Ana y José Charming Hotel

 

Tariffe non valide dal 27 ottobre al 03 novembre, nella Settimana Santa (Pasqua), Natale e Capodanno

Il governo di Quintana Roo ha annunciato che, dal 1 aprile 2021, è entrata in vigore la Visitax, una tassa che tutti i turisti stranieri devono pagare quando visitano Quintana Roo. Attraverso il portale http://visitax.gob.mx/ puoi effettuare il pagamento di 224 pesos (circa 10 euro) prima o durante il tuo soggiorno. La ricevuta del pagamento deve essere scaricata per mostrarla successivamente in aeroporto prima della partenza.


La quota comprende

  • Voli interni e tasse aeroportuali
  • Franchigia bagaglio
  • Hotel menzionati o se non disponibili altri della stessa categoria su base camera doppia standard
  • Trattamento indicato nel programma
  • Trasferimenti privati con guide parlanti italiano
  • Visite ed escursioni con guide parlanti italiano
  • Assicurazione medico/bagaglio
  • Polizza Viaggi rischio Zero
  • Gadget previsti e documentazione informativa
  • Spese di iscrizione
  • Assistenza H24

La quota non comprende

  • Voli intercontinentali
  • Tasse aeroportuali
  • Tassa di frontiera Messico/Guatemala/Messico (circa 50 usd da pagarsi in loco)
  • Tassa sull’ambiente da pagarsi all’hotel di Tulum (1.50 Usd per camera per notte)
  • Polizza a copertura delle penali d’annullamento del viaggio
  • Garanzia Prezzo Sicuro
  • Bevande, extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
Richiedi maggiori informazioni





    Espressione del consenso al trattamento dei dati personali
    Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati da questa informativa, ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D.lgs. 196/03.

    Cerca l'agenzia più vicina a te

    Altri viaggi che potrebbero interessarti
    Teotihuacan, Avenue of the Dead and the Pyramid of the sun

    Un viaggio in Messico alla ricerca delle sue più antiche tradizioni e dei suoi incredibili spettacoli naturali:

    Durata: 12 giorni / 10 notti

    da € 4.090 - Voli inclusi - CONFERMA IMMEDIATA

    Un programma che propone i luoghi di maggior interesse culturale del Paese in un contesto ecologico

    Durata: 14 giorni / 12 notti

    da € 1.890 - Voli intercontinentali esclusi

    Un viaggio attraverso panorami unici, all’ombra di una civiltà che ha lasciato tracce indelebili del suo passato glorioso

    Durata: 10 giorni / 8 notti

    da € 2.190 - Voli intercontinentali esclusi

    Un viaggio nelle regioni messicane che più vogliono raccontare la loro storia anche attraverso l’arte culinaria: sapori intensi che hanno fatto della gastronomia messicana una delle più apprezzate al mondo

    Durata: 11 giorni / 9 notti

    da € 4.490 - Voli intercontinentali esclusi

    Articoli che potrebbero piacerti

    Una grotta intatta piena di offerte rituali maya è stata scoperta vicino alla famosa città di Chichen Itza, in Messico.

    Tlatelolco

    Un team di ricercatori dell’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia del Messico (INAH) ha scoperto un tempio dedicato a Ehécatl, una delle sembianze di Quetzalcoatl

    Non perderti le nostre offerte!

    Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

    Tour 2000 Srl
    Via 1° Maggio, 16/b - 60131 Ancona
    P.IVA, CF e n. iscr. CCIAA 01445850421
    R.E.A. AN 131683 c.d. SDI KRRH6B9
    Capitale Sociale € 100.000,00


    Ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di pubblicazione degli aiuti di stato percepiti, si rinvia a quanto contenuto nel sito https://www.rna.gov.it/RegistroNazionaleTrasparenza/faces/pages/TrasparenzaAiuto.jspx
    Continua a seguirci su