https://www.tour2000.it?p=15247
per informazioni: Tour 2000 Srl
Via 1° Maggio, 16/b - 60131 Ancona
Tel. 071 2803752 - [email protected]

Brasile, Perù & Aruba

 

 

Prenotando con noi il tuo viaggio in Argentina e in Brasile supporti il Progetto Scuola Brasile e Argentina di MAIS ONLUS, aiutando un bambino ad accedere all’istruzione.

giorno 1

ITALIA – SAO LUIS DO MARANHAO (Brasile)

Partenza da Roma con volo di linea per Sao Luis do Maranhao (Via Parigi/Sao Paulo del Brasile). Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento.

giorno 2

SAO LUIS DO MARANHAO

| Prima Colazione | Cena |

Visita della città e del centro storico coloniale di São Luís, uno dei più ricchi di fascino del Brasile: gli oltre 3500 edifici storici del XVIII e XIX secolo, rivestiti dalle caratteristiche piastrelle in maiolica (azulejos) sono valsi a São Luís il riconoscimento di Patrimonio Mondiale dell’Umanità da parte dell'UNESCO. Cena in ristorante tipico e pernottamento.

SAO LUIS DO MARANHAO Sao Luis è una città dello stato del Maranhao a nord del Brasile dall’affascinante architettura grazie ai differenti influssi culturali ricevuti. Originariamente la zona ospitava un villaggio abitato dalla tribù Tupinamba mentre i primi europei ad arrivare sono stati nel 1612 i francesi, guidati da Daniel de La Touche con lo scopo di insediare nella regione una colonia francese e costruiscono un nuovo forte chiamandolo Saint-Louis ("São Luís"), in omaggio a Luigi XIII, all'epoca reggente di Francia. Nel novembre del 1614 è la volta dei portoghesi che sconfiggono i francesi nella battaglia di Guaxenduba, nella Baía di São José e nel 1615 Jerônimo de Albuquerque diventa governatore della città. I coloni, sfruttando la mano d'opera indigena, iniziano la produzione della canna da zucchero e dei suoi distillati, che in breve diventa la principale attività economica della regione. Nel 1641 gli olandesi, che avevano già invaso gran parte del nord-est del Brasile e conquistato importanti città come Salvador, Recife e Olinda, inviano nella baia di Sao Luis 18 navi e più di mille soldati, sotto il comando dell'ammiraglio Jan Cornelizoon Lichtardt e del colonnello Koin Handerson. A seguito dei saccheggi e dell'occupazione si formò un movimento di resistenza tra i coloni portoghesi che dopo tre anni di scontri e la distruzione della città riprendono il controllo della regione e nel 1645, São Luís torna saldamente in mano alla corona portoghese.
Negli ultimi tempi la città ha avuto un forte sviluppo turistico e il suo centro storico coloniale è uno dei più belli del Brasile con gli oltre 3.500 edifici storici del XVIII e XIX secolo, rivestiti dalle caratteristiche piastrelle in maiolica (azulejos) che sono valsi a São Luís il riconoscimento di Patrimonio Mondiale dell’Umanità da parte dell'UNESCO.

giorno 3

SÃO LUÍS – BARREIRINHAS

| Prima Colazione |

Partenza su strada asfaltata in bus turistico per Barreirinhas, punto di partenza per la visita del Parco Nazionale Dos Lençois Maranhenses, spettacolare zona geologica unica al mondo, costituita da dune di sabbia bianca finissima e alte fino a 40 metri intercalate da lagune di acqua dolce e cristallina che si accumula durante il periodo delle piogge (da gennaio a maggio). E’ uno dei luoghi più incantevoli del Brasile, che si presenta nelle migliori condizioni indicativamente tra aprile e settembre, quando le lagune diventano delle piscine naturali in cui è possibile nuotare in uno scenario meraviglioso. Viste dall'alto le dune sembrano dei manti appoggiati sull'acqua (da qui il nome "lençois" = lenzuoli). Arrivo a Barreirinhas, piccola e tranquilla cittadina ubicata al limite del parco e sulle rive del bellissimo Rio Preguiças che scorre placido verso la foce. Sistemazione in hotel.
Nel pomeriggio visita della Lagoa Azul raggiungibile in circa mezz’ora. Si viaggia a bordo di mezzi 4x4 fino ai margini del parco e si prosegue a piedi per raggiungere le lagune dove ci sarà il tempo di godersi un memorabile bagno nell’acqua trasparente, ancora più speciale nel tardo pomeriggio con la magica luce del tramonto. Una volta rientrati a Barreirinhas, consigliamo di provare uno dei caratteristici ristorantini dell’animato lungofiume. Pernottamento.

BARREIRINHAS Barreirinhas, situata nella regione del Maranhao, nella parte nord-orientale del Brasile, lungo le rive del Rio Preguiça. La cittadina vive quasi esclusivamente di turismo, essendo il punto di partenza principale delle escursioni al parco dei Lençois Maranhenses.

giorno 4

BARREIRINHAS

| Prima Colazione |

Mattinata libera per attività facoltative (è possibile effettuare il sorvolo della zona dei Lençois).Nel pomeriggio proseguimento dell’esplorazione del Parco Nazionale dei Lençois raggiungendo in 4x4 l’area di Lagoa Bonita, relativamente distante ma che offre le più belle viste di insieme del paesaggio. Raggiungere questa zona è una vera avventura: si viaggia per circa un’ora superando numerosi guadi che si presentano lungo il percorso, soprattutto nel periodo delle piogge. Una volta scesi dal 4x4 e superata a piedi una ripida duna, vi attende un panorama che abbraccia tutto il complesso di dune e di lagune da un lato e la fitta foresta dall’altro. Tempo libero per camminare sulle candide dune, nuotare nell’acqua tiepida e limpida o semplicemente per contemplare lo spettacolare del tardo pomeriggio con la magica luce del tramonto. Rientro a Barreirinhas e pernottamento.

LENÇOIS MARANHENSES Il Parco Nazionale dos Lençois Maranhenses è un'area naturalistica protetta, istituita nel 1981 estesa lungo 70 km di spiagge che si affacciano sull’Oceano Atlantico nello stato del Maranhao, nel nord-este del Brasile. La zona è costituita da grandi distese di dune, che si sono formate durante la tarda era quaternaria grazie ai sedimenti fluviali. La sabbia viene portata sulla costa dai fiumi Parnaíba e Preguiças e viene quindi sospinta dai forti venti nell'entroterra, fino a circa 50 km dal mare, creando una serie di dune di sabbia bianca che si innalzano fino a 40 metri di altezza, su una superficie di circa 270 km². Viste dall'alto le dune sembrano dei manti appoggiati sull'acqua che assomigliano a dei lenzuoli (da qui il nome "lençois" = lenzuoli).
Questo particolare fenomeno geologico ha dato forma a un paesaggio di tipo desertico ma i lençóis hanno caratteristiche assolutamente differenti dagli altri deserti in quanto nella zona le precipitazioni sono numerose specialmente tra gennaio e maggio. Questo rende il luogo ancora più straordinario in quanto tra le dune si formano delle lagune di acqua azzurrissima ed il contrasto con il bianco è assolutamente affascinante. L'area ha una temperatura media annuale tra i 26° e i 29° e ospita 133 specie di piante, 112 specie di uccelli, 42 specie di rettili che si trovano principalmente nelle foreste di mangrovie lungo il delta dei fiumi.

giorno 5

BARREIRINHAS – SAO LUIS

| Prima Colazione |

Rientro in bus all’aeroporto di Sao Luis. Tempo libero. Pernottamento

giorno 6

SAO LUIS – SALVADOR DE BAHIA

| Prima Colazione |

Trasferimento in aeroporto con guida. Partenza con volo per Salvador de Bahia. Arrivo. Accoglienza e trasferimento privato con guida in hotel.

SALVADOR DE BAHIA Leggendaria, magnetica, eccentrica, inebriante, Salvador è la capitale brasiliana della gioia, famosa per l’elettrizzante carnevale, la diversità culturale, l’eclettica architettura coloniale, la ricca storia e la vivace vita notturna. Secondo Jorge Amado “a Salvador, la magia fa parte della vita quotidiana” ed è proprio questa “magia” creata dalla fusione della cultura africana con quella indigena ed europea che ha dato vita a un incredibile sincretismo religioso e influenzato indelebilmente la musica, la danza, l’arte e la cucina. Battiti ritmici corrono lungo i vicoli del centro storico, improvvisati ballerini di capoeira accompagnati dalla musica del berimbau si incontrano inaspettatamente nelle piazze e lungo le spiagge e, negli angoli delle strade le baiane offrono il meglio dei saporiti piatti tipici. Salvador è anche una delle più importanti capitali brasiliane della musica in quanto ha dato i natali ad esponenti di fama internazionali come gli Olodum, Timbalada, Gilberto Gil, Caetano Veloso, e Daniela Mercury. La città fu fondata da Tomé de Souza nel 1549, sulla piccola penisola che separa la “bahia de todos os Santos” (baia di tutti i Santi) dall’Oceano Atlantico e diventò il porto principale del Paese e un importante centro dell’industria dello zucchero. Capitale nazionale per oltre due secoli, prima di cedere il titolo a Rio nel 1763, a Salvador nel 1588 si creò il primo mercato di schiavi del Nuovo Mondo, destinati a lavorare nelle piantagioni mentre i baroni si arricchivano smisuratamente. Di quel fastoso passato la città conserva ancora oggi la più grande collezione di architettura coloniale dell’America Latina ed è caratterizzata da una parte alta dove si concentrano gli edifici amministrativi e residenziali e la parte bassa dove si svolgono la maggior parte delle attività commerciali.
La Cidade Alta, costruita per difendersi dagli attacchi, racchiude i quartieri Sé, Pelourinho, Misericórdia, São Bento, Taboão, Carmo e Santo Antonio che vantano palazzi barocchi come il Palácio do Arcebispado, il Palácio Saldanha, il Palácio Ferrão e belle piazze. Il cuore storico della città è il Pelourinho, Patrimonio Mondiale dell’Umanità dal 1985, il centro coloniale più bello dell’America Latina, con stradine acciottolate dove si affacciamo edifici dai colori pastello e imponenti chiese barocche come la chiesa Nossa Senhora do Rosário dos Pretos, dove vive il sincretismo religioso, in quanto la messa del martedì pomeriggio è accompagnata da canti e strumenti utilizzati nei terreiros del candomblè. Nella piazza si affaccia inoltre la Fundação Casa de Jorge Amado che conserva documenti, libri e fotografie dello scrittore ed ha lo scopo di incentivare e appoggiare lo studio della letteratura baiana. Il Largo de São Francisco custodisce invece la Chiesa da Ordem Terceira de São Francisco e la Chiesa di São Francisco, incredibile capolavoro barocco con l’interno riccamente decorato e ricoperto di lamine d’oro mentre il Terreiro de Jesus ospita la Catedral Basílica e il Museo afro-brasiliano. Ne la Cidade Baixa (città bassa) si trovano in particolare la Igreja de Nosso Senhor do Bonfim, associata a Oxalà, il creatore del mondo e il padre di tutti gli Orixás, un posto speciale per i seguaci del Candomblé, il Mercado Modelo, un grande mercato artigianale che si affaccia sul porto, il pittoresco mercato São Joaquim e il Solar do Unhão, un bel complesso architettonico del 17° secolo, famoso per il Museo d’Arte Moderna.

giorno 7

SALVADOR DE BAHIA

| Prima Colazione |

Intera giornata di visita della città. Mattinata dedicata alla visita del Pelourinho, il centro storico di Salvador; partendo dalla baia sul mare si sale lungo le strade alberate fino al Pelourinho, patrimonio mondiale dell'Unesco per la sua spettacolare architettura coloniale ben conservata. Dalla piazza Municipale, vicino alla seggiovia Lacerda, si prosegue a piedi, per apprezzare appieno gli splendidi edifici, andando indietro nel tempo fino agli inizi di questa vibrante città. Lungo il percorso, fermata alla Chiesa di São Francisco, con i suoi stravaganti e ricchissimi disegni barocchi in foglia d'oro, e al Largo do Pelourinho, nel cuore del quartiere. Nel pomeriggio visita panoramica della città con le sue spiagge e sosta al Mercado Modelo per gli acquisti di artigianato tipico. Pernottamento.

giorno 8

SALVADOR DE BAHIA - RIO DE JANEIRO

| Prima Colazione |

Trasferimento in aeroporto. Partenza con volo per Rio de Janeiro. Arrivo. Trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento.

RIO DE JANEIRO Seducente, sensuale, energica, allegra, Rio de Janeiro è una città simbolo, che si muove al ritmo del samba, ed è nostalgica come la bossa nova. La “cidade maravilhosa” è Patrimonio Mondiale dell’umanità UNESCO, per il modo unico in cui ambiente naturale (spiagge dorate, una grande laguna, una sorprendente foresta atlantica) e paesaggio urbano (una splendida architettura) sono riusciti a fondersi tra loro.
I portoghesi arrivarono nella baia di Guanabara dove sorge la città, il 1° gennaio del 1502 e pensando che fosse la foce del fiume la chiamarono Rio de Janeiro (fiume di gennaio). Nel corso dei secoli la scelta come capitale del Brasile fu ovvia in quanto gran parte del commercio del caffè, oro e diamanti passava per i suoi porti e solo nel 1960 fu spostata a Brasilia. Rio de Janeiro conserva un ricco patrimonio architettonico, interessanti musei, gallerie, parchi, ottimi ristoranti e una vivace vita notturna. Simbolo della città è sicuramente il Cristo Redentore sulla montagna del Corcovado con le braccia tese in segno di benvenuto ma è anche conosciuta per il Pan di Zucchero che si protende verso il mare sul promontorio di Urca e per le lunghe spiagge di Ipanema e Copacabana. Il frenetico centro storico custodisce splendidi palazzi come il Palacio Tiradentes e il Banco do Brasil che ospita un centro culturale, la chiesa della Candelaria, il Monasterio de São Bento, il Palazzo Imperiale, la moderna Cattedrale Metropolitana, Il Teatro Municipale, negozi di ogni genere, antichi caffè e ristoranti. Molto interessanti inoltre sono il Museo Nacional de Belas Artes e il Museo di Arte Moderna. Rio possiede numerosi rioni che ultimamente sono stati ristrutturati e riqualificati come il quartiere di Lapa (con l’acquedotto del 1750, l’Escalera de Selarón, la colorata scala opera dell’artista cileno Jorge Selarón, i locali notturni e la musica dal vivo) e il quartiere bohémien di Santa Teresa, che custodisce case del XIX secolo, ristoranti tradizionali e di tendenza che si mescolano con caffè e bar vecchio stile, gallerie d’arte, atelier di giovani artisti e il Museo Chácara do Céu. Vicino al centro si trova il Porto Maravilha, il progetto di riqualificazione del porto di Rio, dove si trovano il Museu do Amanhã, progetto architettonico di Santiago Calatrava, Il Museu da Imagem e do Son, il Museo de Arte do Rio, piste ciclabili, viali alberati e parchi. A livello naturalistico sono da ricordare il Jardim Botânico, fondato nel 1808 dal re Giovanni VI del Portogallo che protegge 6500 specie di piante di ogni genere, 140 specie di uccelli, giganti ninfee dell’Amazzonia; il Morro Dos Irmãos, la montagna che si trova sulla costa, raggiungibile con una camminata che parte dalla favela Vidigal, un pittoresco quartiere affacciato sul mare, uno dei grandi contrasti della città; la Pedra da Gávea, una grande roccia di granito dove si arriva tramite una camminata attraverso la foresta del Parco Nazionale Tijuca, per poter apprezzare dalla vetta la vista della favela Rocinha, della spiaggia di São Conrado, del nuovo rione di Barra e della Baia di Guanabara. Infine le spiagge di Rio famose in tutto il mondo: Copacabana, Ipanema e Leblon e quelle altrettanto belle e più nascoste come Grumari all’interno del Parco Municipale omonimo, un’area di protezione ambientale, la piccola e solitaria Prainha e la selvaggia Joatinga un paradiso per i surfisti.

giorno 9

RIO DE JANEIRO

| Prima Colazione |

Partenza dall'hotel per la visita alla Statua del Cristo Redentore, eletta come una delle sette meraviglie del mondo moderno. La statua si trova a 700 m sul livello del mare, in cima al monte Corcovado. Seguendo un percorso panoramico lungo la Laguna Rodrigo de Freitas, si arriva alla storica stazione di Cosme Velho dove si prende il caratteristico trenino a cremagliera che si inerpica sul fianco della montagna, costeggiando la foresta da Tijuca. Arrivati in cima, ai piedi della statua, si può godere di una vista panoramica mozzafiato della capitale carioca Rio de Janeiro, " la città meravigliosa"! Discesa sempre in treno e trasferimento alla funivia per il Pan di zucchero; il primo tronco porta i passeggeri in cima al Morro da Urca, una collina alta 215 metri s.l.m. , che offre una vista spettacolare dell'intera baia e delle sue isole. Dal Morro da Urca i passeggeri proseguono con una seconda funivia fino alla cima del Pan di Zucchero, che si erge a 395 metri s.l.m. e offre una vista a 360 gradi dell'intera città, comprese le spiagge di Botafogo e Copacabana, Corcovado e il centro di Rio. Rientro in hotel.

giorno 10

RIO DE JANEIRO - LIMA

| Prima Colazione |

Trasferimento in aeroporto. Partenza con volo per Lima. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Pomeriggio libero. Pernottamento.

giorno 11

LIMA - CUSCO - VALLE SACRA

| Prima Colazione |

Mattinata dedicata alla visita della città di Lima, la "Città dei Re” con la Plaza de Armas, testimone della fondazione da parte degli Spagnoli, da Francisco Pizarro nel 1535 e dei movimenti di indipendenza del Perù, la Cattedrale, costruita dagli Spagnoli in stile barocco nel XVII secolo, il Palazzo del Governo, dove ogni giorno si svolge il cambio della guardia e la Chiesa di San Francisco, il moderno quartiere di Miraflores, centro amministrativo e finanziario di Lima. Al termine, trasferimento in aeroporto. Partenza con volo per Cusco. Arrivo. Trasferimento e sistemazione in hotel nella Valle Sacra. Pernottamento.

LIMA Lima è una delle più importanti capitali del Sudamerica, città affascinante, con un mix di architettura coloniale e di moderna architettura. Fondata nel 1535 da Francisco Pizarro, il conquistatore spagnolo, venne dapprima chiamata “la Città dei Re” in quanto si narra che il luogo della sua fondazione sia stato deciso il 6 gennaio, il giorno dell’arrivo dei Re Magi, da cui il nome “Ciudad de Los Reyes” (i Re Magi in spagnolo). Il nome attuale deriva dal Quechua, l’antica lingua parlata dagli Incas. Il centro storico di Lima è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1988 per la sua bellezza e originalità con i famosi balconi, le stradine acciottolate, le grandi piazze ed i bellissimi edifici coloniali. Degni di nota sono la Plaza de Armas, la piazza principale, testimone della fondazione e dei movimenti di indipendenza del Perù, la Cattedrale in stile barocco risalente al XVII secolo, il Palazzo del Governo, dove ogni giorno si svolge il cambio della guardia e la Chiesa di San Francisco. A contrasto con la zona antica è il quartiere di Miraflores moderno e avveniristico con i grandi alberghi di lusso e il Larcomar, il lungomare di Lima dove si trovano ristoranti famosi e negozi per lo shopping.

giorno 12

VALLE SACRA - OLLANTAYTAMBO – MACHU PICCHU PUEBLO

| Prima Colazione |

Intera giornata di escursione in Valle Sacra con la visita del mercato di Pisac con i coloratissimi ponchos, maglioni e coperte in lana di alpaca dove si aggirano gli abitanti indossando i loro abiti tradizionali. Visita delle saline di Maras e di Moray un sito archeologico caratterizzato da una serie di terrazzamenti circolari concentrici, che formano una sorta di anfiteatro. Continuazione per Ollantaytambo e visita dell'imponente fortezza che proteggeva l'entrata della Valle Sacra. Partenza in treno per Machu Picchu Pueblo, un villaggio ubicato ai piedi della montagna dove si trovano le rovine. Arrivo e sistemazione in hotel. Pernottamento.Per il pernottamento a Machu Picchu Pueblo I passeggeri dovranno partire con uno zaino con l’occorrente per 2 giorni e 1 notte, in quanto sul treno per Machu Picchu Pueblo sono consentiti solo bagagli a mano per un peso complessivo di 5 Kg. Le valigie rimarranno custodite nell’hotel di Cusco. La guida non accompagna i passeggeri a Machu Picchu Pueblo. All’arrivo un incaricato dell’hotel provvederà a fornire le indicazioni per raggiungere l’hotel e per le escursioni del giorno successivo

VALLE SACRA
(altitudine: 2900 m.slm)

La Valle Sacra, a poca distanza da Cuzco si sviluppa lungo il corso del fiume Urubamba, tra le città di Pisac e Ollantaytambo, tra bellissimi terrazzamenti dove si può apprezzare lo sviluppo tecnologico raggiunto dagli Incas in agricoltura. Il paesaggio è spettacolare con i tipici villaggi, i siti archeologici e la ricchezza degli abitanti nel folklore, nell'artigianato, nel loro stile di vita, nelle usanze e nei riti ancestrali che risalgono agli antichi Incas. Un luogo che lascerà ricordi indimenticabili visitando Pisac che comprende la zona archeologica risalente al X secolo ed il suo mercato, con i tessuti coloratissimi e l’artigianato tipico; Ollantaytambo l'imponente fortezza che proteggeva l'entrata alla Valle Sacra, tipico esempio di un villaggio Inca che ha conservato nel tempo case, strade e canali originali dell’epoca; Chinchero con il suo tipico mercato domenicale frequentato dagli indios; Moray e la zona archeologica di terrazzamenti circolari che venivano utilizzati per l’agricoltura e pare anche come luogo per l'osservazione astronomica; le saline di Maras con migliaia di pozze sfruttate come cave di sale già durante il periodo di dominio degli Incas in Peru.

PISAC All’entrata della Valle Sacra degli Incas, sorge il paese di Pisac, con il suo famoso mercato dove si possono acquistare coloratissimi articoli d’artigianato: ponchos e altri indumenti in lana d’alpaca. Avrete anche modo di vedere i suggestivi colori dei costumi tipici indossati dai locali.

OLLANTAYTAMBO Ollantaytambo fu teatro dell'unica battaglia vinta dagli Incas contro i conquistatori spagnoli ed è l'unica città della zona che ancora mantiene l'originaria impostazione precolombiana.

giorno 13

MACHU PICCHU PUEBLO - MACHU PICCHU - CUSCO

| Prima Colazione |

Mattinata dedicata alla visita di Machu Picchu. Dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 1983, è il luogo simbolo del Perù ed uno dei siti archeologici più famosi al mondo, costruito nel punto più alto della montagna nel XV secolo dall'Inca Pachacútec, comprende terrazzamenti, canali, templi, realizzati con grandi blocchi di pietre a secco. Di fronte a "Machu Picchu" (che significa vecchia montagna), è ubicato il “Huayna Picchu” una vetta raggiungibile a piedi con un’ora di camminata da cui si può godere di una vista spettacolare su tutta l’area archeologica (facoltativo – prenotare con anticipo). Nel pomeriggio partenza per Cusco in treno. Arrivo in serata. Sistemazione in hotel. Pernottamento.

MACHU PICCHU
(altitudine: 2430 mslm)

Machu Picchu dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 1983, è il luogo simbolo del Perù ed uno dei siti archeologici più famosi al mondo. Nel luglio del 1911, l’esploratore americano Hiram Bingham, durante uno dei suoi frequenti viaggi nella Valle dell'Urubamba, conobbe il contadino Melchor Arteaga il quale gli raccontò che, poco lontano esistevano grandi rovine, il 24 luglio, Bingham insieme ad Arteaga ed al sergente Carrasco, raggiunsero la Fortezza e rimasero incantati da quello che videro. Ancora oggi è una grande emozione, quando, scesi dal treno alla stazione di Puente Ruinas e preso il bus per raggiungere le Rovine, si scorge in alto, arroccata sulla montagna e circondata da enormi muri di granito, Machu Picchu, la "città perduta" degli Incas. il sito archeologico venne costruito nel punto più alto della montagna nel XV secolo dall'Inca Pachacútec e comprende terrazzamenti, canali, templi, realizzati con grandi blocchi di pietre a secco. Di fronte a "Machu Picchu" (che significa vecchia montagna), è ubicato il “Huayna Picchu” (montagna giovane) una vetta raggiungibile a piedi con un’ora di camminata da cui si può godere di una vista spettacolare su tutta l’area archeologica.

giorno 14

CUSCO

| Prima Colazione |

In mattinata visita del centro storico di Cusco (Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco dal 1983): la Plaza de Armas, dove secondo la leggenda si conficcò il bastone d'oro dell'Inca Manco Capac, indicandogli il luogo esatto dove fondare la città che sarebbe diventata la capitale dell'Impero; la cattedrale del XVII secolo e Koricancha, celebre tempio dei templi. Successivamente visita delle rovine dei dintorni: l'anfiteatro di Kenko, tempio religioso di forma complessa, Puka Pukara, la fortezza rossa, costruita dagli Inca e composta da scalinate e terrazzamenti. Tambomachay chiamato anche "bagno dell'inca" e Sacsayhuaman, la ciclopica fortezza che difendeva Cusco. Pomeriggio libero. Pernottamento.

CUZCO
(altitudine: 3399 m.slm)

Cusco, il cui nome deriva dalla lingua quechua “Qosqo" è una città di una bellezza impressionante, magica, seducente, con la sua storia che vive lungo le strade, le piazze, i bellissimi edifici ed i siti archeologici. Il centro storico è Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1983 per la sua unicità e importanza e comprende numerose architetture: la Plaza de Armas, dove secondo la leggenda si conficcò il bastone d'oro dell'Inca Manco Capac, indicando il luogo esatto dove fondare la città che sarebbe diventata la capitale dell'Impero, la stessa piazza fu inoltre sito cerimoniale all’epoca degli Incas e luogo dove Francisco Pizarro il 15 novembre 1533 proclamò la conquista della città; la cattedrale del XVII costruita sul palazzo dell’Inca Viracocha con la facciata in stile rinascimentale e all’interno il bellissimo coro, il pulpito ed una collezione di dipinti della scuola cusqueña e oggetti in argento, Koricancha, celebre tempio dei templi costruito sugli antichi palazzi Inca simbolo della unione delle due culture.
Interessantissime anche le rovine che si trovano nei dintorni della città: l'anfiteatro di Kenko, tempio religioso di forma complessa, Puka Pukara, la fortezza rossa, costruita dagli Inca e composta da scalinate e terrazzamenti, Tambomachay chiamato anche "bagno dell'inca" e Sacsayhuamán, la ciclopica fortezza che difendeva Cuzco.

ESCURSIONI CONSIGLIATE
City tour e rovine vicine
Passeggiata nel quartiere di San Blas
Chinchero, Maras e saline di Moray
Pisac e Ollantaytambo

giorno 15

CUSCO - LIMA

| Prima Colazione |

Trasferimento in aeroporto e partenza con volo per Lima. Arrivo, trasferimento (solo autista) e sistemazione in hotel. Pernottamento.

giorno 16

LIMA - ARUBA

| Prima Colazione |

Partenza con volo per Aruba. Arrivo.Trasferimento in hotel.

ARUBA Aruba, una delle più belle isole dei Caraibi, accoglie e soddisfa le esigenze di ogni viaggiatore. Dalla storia olandese della capitale Oranjestad alle spiagge più belle di Palm Beach e Eagle Beach, dai casinò agli sport acquatici, dai sentieri selvaggi alle piscine nascoste del Parco Nazionale di Arikok, Aruba è ricca di panorami, suoni ed esperienze indimenticabili.

Trasferimento in aeroporto.Trasferimento (solo autista) in aeroporto. --

giorno 17

ARUBA

| Prima Colazione |

Giornata libera per attività individuali.
Dalla storia olandese della capitale Oranjestad alle spiagge più belle di Palm Beach e Eagle Beach, Aruba è ricca di panorami, suoni ed esperienze indimenticabili. Pernottamento.

Escursioni consigliate
Alla scoperta di Aruba
Coast-to-Coast Off-Road Safari
Tour dell’Isola
Avventura snorkeling

giorno 18

ARUBA

| Prima Colazione |

Giornata libera per attività individuali.
Dai casinò agli sport acquatici, dai sentieri selvaggi alle piscine nascoste del Parco Nazionale di Arikok, Aruba è ricca di panorami, suoni ed esperienze indimenticabili. Pernottamento.

giorno 19

ARUBA

| Prima Colazione |

Giornata libera per attività individuali. Pernottamento.

giorno 20

ARUBA - ITALIA

| Prima Colazione |
Trasferimento in aeroporto. Partenza con volo per L’Italia. Pasti e pernottamento a bordo

giorno 21

ARRIVO IN ITALIA

Quote per persona, a partire da:

PartenzaHotel standardHotel superior
Camera doppiaCamera doppia
Dal 1 Gennaio 2022 al 31 Dicembre 2022€ 7.290€ 7.490

Note

Hotel utilizzati (o simili) categoria STANDARD
Sao Luis – Praiabella ***  
Barreirinhas – Pousada Do Buriti ***
Salvador De Bahia – Wish Hotel ****
Rio De Janeiro – Miramar By Windsor ***** (Camera Standard)
Lima – San Agustin Exclusive *** Sup
Valle Sacra – Sonesta Posada Del Inca Yucai *** Sup
Machu Picchu Pueblo – Casandina Standard ***
Cusco – Xima Cusco ****
Aruba – Tamarijin Aruba****  (All Inclusive)
 

Hotel utilizzati (o simili) categoria Superior
Sao Luis – Luzeiros Sao Luis ****
Barreirinhas – Pousada Porto Preguiças ****
Salvador De Bahia – Fera Palace ***** (nel Centro Storico)
Rio De Janeiro – Miramar By Windsor ***** (Camera Deluxe Ocean Front)
Lima – Pullman Miraflores *****
Valle Sacra – Casandina Premium *****
Machu Picchu Pueblo – El Mapi By Inkaterra *** Sup
Cusco – Sonesta Hotel Cusco ****
Aruba – Manchebo Beach Resort & Spa Aruba ***** (Camera Deluxe Ocean View) (pernottamento e prima colazione)


La quota comprende

  • Voli intercontinentali, interni e relative tasse aeroportuali
  • Franchigia bagaglio 23 kg
  • Trasferimenti e visite collettive in lingua portoghese durante il tour dei Lençois in Brasile
  • Trasferimenti e visite private con guida italiana a Rio de Janeiro e Salvador de Bahia
  • Trasferimenti e visite private con guida italiana in Perù (guida italiana a Machu Picchu non sempre garantita, in alternativa spagnolo/inglese)
  • Trasferimenti con solo autista ad Aruba
  • Hotel menzionati o se non disponibili altri della stessa categoria su base camera doppia standard
  • Trattamento indicato nel programma
  • Assicurazione medico/bagaglio
  • Gadget esclusivi per Viaggio di Nozze e documentazione informativa
  • Spese di iscrizione
  • Assistenza H24

La quota non comprende

  • Eventuali Tasse di soggiorno in hotel da pagare in loco
  • Polizza a copertura delle penali d’annullamento del viaggio
  • Bevande, mance, extra di carattere personale
  • Tutto quanto non specificato nella quota comprende
Richiedi maggiori informazioni





    Espressione del consenso al trattamento dei dati personali
    Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati da questa informativa, ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D.lgs. 196/03.

    Cerca l'agenzia più vicina a te

    Altri viaggi che potrebbero interessarti

    Un tour completo del Perù, ideale per il tuo Viaggio di Nozze, con tutti i luoghi “Imperdibili” di questo straordinario Paese e la crociera alle Isole Galapagos alla scoperta di questo arcipelago dalla Natura unica

    Durata: 15 giorni / 12 notti

    da € 6.190 - Voli intercontinentali esclusi

    Un Viaggio straordinario alla scoperta del Parco Nazionale dos Lençois Maranhenses, spettacolare zona geologica unica al mondo

    Durata: 12 giorni / 10 notti

    da € 2.170 - SPECIALE BRASILE - Voli intercontinentali esclusi

    Un tour completo per conoscere i luoghi “Imperdibili” di questo straordinario Paese

    Durata: 12 giorni / 9 notti

    da € 3.290 - Voli inclusi - CONFERMA IMMEDIATA!!!

    Un viaggio memorabile per conoscere le meraviglie naturali, le antiche città coloniali, i vivaci mercati e gli straordinari siti archeologi del paese, testimonianze di culture uniche e affascinanti.

    Durata: 14 giorni / 12 notti

    da € 3.790 - Voli inclusi - CONFERMA IMMEDIATA!!!

    Articoli che potrebbero piacerti
    Candomble

    Il Candomblé è una religione animista nata tra gli schiavi africani, che si affermò e prosperò incredibilmente anche dopo l’abolizione della schiavitù

    Casal Almocando Externo

    La cucina baiana nasce dall’unione di tradizioni portoghesi, indigene e africane, è collegata con le credenze del Candomblé

    Non perderti le nostre offerte!

    Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

    Tour 2000 Srl
    Via 1° Maggio, 16/b - 60131 Ancona
    P.IVA, CF e n. iscr. CCIAA 01445850421
    R.E.A. AN 131683 c.d. SDI KRRH6B9
    Capitale Sociale € 100.000,00


    Ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di pubblicazione degli aiuti di stato percepiti, si rinvia a quanto contenuto nel sito https://www.rna.gov.it/RegistroNazionaleTrasparenza/faces/pages/TrasparenzaAiuto.jspx
    Continua a seguirci su