https://www.tour2000.it?p=24456
per informazioni: Tour 2000 Srl
Via 1° Maggio, 16/b - 60131 Ancona
Tel. 071 2803752 - [email protected]

Un viaggio straordinario che percorre tutto il nord-ovest dell’Argentina lungo profonde vallate, incontrando spettacolari formazioni rocciose, montagne colorate, tipici villaggi e l’incredibile altopiano de La Puna con laghi salati, lagune remote e imponenti vulcani.

Caratteristiche del Viaggio:

  • Conoscere Salta, la Quebrada de Humahuaca, Purmamarca e la Montagna dai 7 colori
  • L’incontro con La Puna, la regione andina più remota, misteriosa e affascinante tra salares, montagne colorate e vulcani più alti al mond
  • Ammirare il Cono di Arita, un vulcano nero che contrasta con il bianco circostante
  • Dalla Laguna Carachi attraversamento in 4×4 dei canyon di sabbia per arrivare alla Base delle Dune Bianche del Campo di pietra pomice
  • Visita dell’importante sito archeologico preincaico di Quilmes nella zona di Cafayate
Prenotando con noi il tuo viaggio in Argentina e in Brasile supporti il Progetto Scuola Brasile e Argentina di MAIS ONLUS, aiutando un bambino ad accedere all’istruzione.

giorno 1

ITALIA - BUENOS AIRES

Partenza dall’Italia con volo di linea intercontinentale per Buenos Aires. Pasti e pernottamento a bordo.

giorno 2

BUENOS AIRES

| Prima colazione |
@early check-in

Trasferimento e sistemazione in hotel. Pomeriggio dedicato alla visita di Buenos Aires iniziando dalla Plaza de Armas, oggi conosciuta come la Plaza de Mayo, centro storico, politico e culturale della città. La Piramide de Mayo, che si innalza nel centro della piazza, è stato il primo Monumento Storico Nazionale inaugurato nel 1811. Sulla piazza si affacciano la Casa Rosada, attuale sede del Potere Esecutivo Nazionale, il Cabildo, primo casa municipale risalente al 1754, in stile coloniali, e la Catedral Metropolitana. Si prosegue lungo la Avenida de Mayo, una delle zone urbanistiche più interessanti della città con edifici di stili diversi, fino a raggiungere il Palacio del Congreso, edificio di stile eclettico con forti influenze neoclassiche, sede del potere legislativo nazionale. Nelle vicinanze si trova la Plaza Congreso con il Monumento dei Dos Congresos. Il tour continua per la Avenida 9 de Julio famosa per l’Obelisco, il simbolo della città, e per il Teatro Colon, riconosciuto mondialmente per la sua eccezionale acustica. Dirigendosi a sud si arriva nel pittoresco La Boca, con il colorato Caminito, dalle particolari case di lamiera multicolori ancora oggi abitate. La Boca è la culla del grande calcio in Argentina in quanto qui sono nate le mitiche squadre del River Plate e Boca Juniors, quest’ultimo con il suo famoso stadio “la Bombonera”. Infine sosta per la visita del quartiere di San Telmo, uno dei più antichi della città, abitato fino alla fine del secolo XIX da famiglie aristocratiche. Oggi è noto per il mercato di antiquariato che si svolge ogni domenica e per le numerose “tanguerias”, ristoranti e bar.
Pernottamento.

BUENOS AIRES Dinamica, elegante, cosmopolita, nostalgica. Buenos Aires è la città più europea del continente con le sue piazze in stile coloniale, i viali ombrosi, le originali fiere di antiquariato, i teatri di fama mondiale e gli interessanti musei. Famosa per l’affascinante quartiere del porto di La Boca con strade lastricate e case dai colori vivaci, qui si stabilirono i primi immigrati italiani e si trova il famoso stadio “la Bombonera”, meta di pellegrinaggio degli amanti del calcio. Nel XIX secolo sempre qui è nato il tango, la musica nostalgica simbolo dell’Argentina. Il centro della città è sede di edifici coloniali governativi come Casa Rosada, El Cabildo e la Cattedrale Metropolitana che circondano Plaza de Mayo. A pochi passi dalla piazza si trova lo storico Café Tortoni, luogo di incontro di artisti e frequentato da Borges, Carlos Gardel e Benito Quinquela Martín. Nelle vicinanze il quartiere bohemien di San Telmo è pieno di pittoresche case, bar, ristoranti, milongas dove gli argentini ballano il tango e dove ogni domenica nella Piazza Dorrego si svolge il famoso mercato dell’antiquariato. Fuori dal centro storico nell’elegante quartiere de La Recoleta, oltre al Cimitero del Norte dove fu sepolta Evita Perón si incontrano magnifici edifici dalla forte influenza francese e italiana, ottimi ristoranti, raffinati bar e negozi trendy. Interessante anche la visita del frizzante quartiere di Palermo, suddiviso in Soho e Hollywood, dalle case in stile italiano, che negli ultimi anni si è trasformato in una delle zone più mondane con ristoranti, gallerie d’arte e boutique di designer emergenti. Per gli amanti della cultura imperdibile è la visita del Teatro Colón, costruito nel 1908, un imponente edificio in stile italo-francese, del Museo MALBA, che raccoglie una grande collezione di arte moderna latinoamericana, e del Museo Evita che racconta la figura di Evita Perón attraverso oggetti, filmati e fotografie.

giorno 3

BUENOS AIRES – SALTA - PURMAMARCA

| Prima colazione |

Trasferimento in aeroporto. Partenza con volo per Salta. Arrivo.Incontro con la guida locale e proseguimento verso la Quebrada de Humahuaca, dichiarata dall’Unesco Patrimonio Mondiale circondata da montagne multicolori che creano un effetto cromatico unico al mondo. Arrivo a Purmamarca, suggestivo villaggio che sorge ai piedi della Montagna dei sette colori, sistemazione in hotel. Pernottamento.

Distanza Salta - Purmamarca: 190 km asfalto - Tempo di percorrenza in auto: 3 ore

PURMAMARCA (altitudine: 2324 m slm)
Pittoresco villaggio della popolazione quechua ai piedi della spettacolare Montagna dei Sette Colori, un arcobaleno di sedimenti minerari, dove predominano colori come l’ocra, il porpora, il rosso ed il giallo, le cui tonalità cambiano a seconda del riflesso dei raggi solari.

QUEBRADA DE HUMAHUACA La zona di Humahuaca, è circondata da villaggi indigeni unici nella loro apparente immutabilità nel corso dei secoli. La natura si manifesta potentemente nella Quebrada (gola), incisa in rocce antichissime e circondata da montagne multicolori che creano un effetto cromatico unico al mondo.

giorno 4

PURMAMARCA - QUEBRADA DE HUMAHUACA – PURMAMARCA

| Prima colazione |

Giornata dedicata alla visita di Tilcara e Humahuaca, capitali odierne della cultura andina in Argentina, attraversando la spettacolare Quebrada de Humahuaca. Tra i 2000 ed i 3000 metri si coltivano patate, cipolle, ortaggi da qualche anno esistono alcuni dei vigneti più alti al mondo. Viaggiando tra rovine preincaiche visiteremo le tre meraviglie naturalistiche della Valle. La Quebrada de Las Senoritas un canyon di montagne di argilla rosso sangue dove ancora oggi la piccola comunità di Uquia svolge alcuni riti propiziatori: il Cerro de los 7 Colores, cuore di un immenso deposito sedimentario emerso dopo il sollevamento delle Ande e famoso per la sua serie pressoché infinita di strati di colore rosso e marrone prodotte dall'ossidazione degli abbondanti giacimenti minerari nella zona e la Sierra del Hornocal, un luogo unico al mondo, dove si raggiunge un Mirador su una catena di montagne multicolore e con strati geologici lunghi svariati km che disegnano linee perfettamente geometriche. Notte a Purmamarca sotto le pendici del Cerro de los 7 Colores

CERRO DE LOS SIETE COLORES Cuore di un immenso deposito sedimentario emerso dopo il sollevamento delle Ande è famoso per la sua serie pressoché infinita di strati di colore rosso e marrone prodotte dall'ossidazione degli abbondanti giacimenti minerari nella zona.

SIERRA DEL HORNOCAL La Sierra del Hornocal è sicuramente un luogo unico al mondo, dove si raggiunge un Mirador su una catena di montagne multi colore e con strati geologici lunghi svariati km che disegnano linee perfettamente geometriche.

QUEBRADA DE LAS SENORITAS La Quebrada de Las Senoritas è un canyon di montagne d’argilla rosso sangue dove ancora oggi la piccola comunita di Uquia svolge alcuni riti propiziatori.

giorno 5

PURMAMARCA – SALINAS GRANDES - TREN A LAS NUBES – SAN ANTONIO DE LOS COBRES

| Prima colazione | Pranzo | Cena |

In mattinata partenza per San Antonio de Los Cobres attraversando un paesaggio spettacolare nel mezzo della Cordigliera della Ande e della Barranca del Cobre. Visita del pittoresco villaggio dove si respira l’aria di tempi passati. Proseguimento per il confine Cileno e visita di Salinas Grandes, un immenso e abbagliante deserto di sale. Nel pomeriggio escursione con il famoso “ Treno delle Nuvole ” , circa 3 ore tra scenari mozzafiato, fino al Viadotto de La Polvorilla . Pernottamento.

Distanza: 156 km asfalto.
Altitudine: Massima 4300 m. s.l.m. - San Antonio de los Cobres 3750 m s.l.m.
Tempo di percorrenza in auto: 4 ore

SAN ANTONIO DE LOS COBRES (altitudine: 3775 m.slm)
San Antonio de los Cobres è un pittoresco villaggio andino dove il tempo sembra essersi fermato.
Ubicato nel mezzo del deserto e delle maestose Ande, nel silenzio interrotto solo dal sibilare del vento, San Antonio conserva antiche case di adobe, strade polverose, rifugi di minatori e pastori e i cordiali abitanti mantengono intatte tradizioni e credenze. La cittadina ha la stazione più famosa di Argentina, quella del ‘Tren a las Nubes', ovvero il treno delle Nuvole, una delle ferrovie più alte al mondo, fino ad arrivare al viadotto de La Polvorilla a 4220 m.slm.

SALINAS GRANDES A 4.000 metri di altitudine si trova l’immenso deserto di sale di Salinas Grandes. Il paesaggio lunare, reso affascinante dal riflesso del sole e dall’aria tersa di alta quota, è addolcito dal passaggio di greggi di lama e alpaca. Cooperative di raccoglitori di sale, con le loro vasche di decantazione, hanno creato una spettacolare tavolozza cromatica sulla superfice.

giorno 6

SAN ANTONIO DE LOS COBRES - SANTA ROSA DE LOS PASTOS GRANDES - DESIERTO DEL LABERINTO - TOLAR GRANDE

| Prima colazione | Pranzo | Cena |

Cielo blu scuro, campi dorati, paesaggi che lasciano senza fiato. Si entra nel cuore della puna, la regione dell’altopiano andino più remota, misteriosa e affascinante. Si attraversa il villaggio di Santa Rosa de los Pastos Grandes, il lago salato multicolore di Pocitos e poi l’incredibile deserto del Labirinto caratterizzato da centinaia di “cupole” rocciose rosse. Si raggiunge il piccolo canyon della Garganta del Diablo.
I paesaggi cambiano in continuazione nel cuore dell’altopiano andino. Si entra nella zona di Tolar Grande, ricca di salares, montagne colorate, misteriose formazioni saline e alcuni dei vulcani più alti al mondo. Pranzo picnic lungo la strada e cena in una casa famiglia del piccolo centro di Tolar Grande. Pernottamento in semplice struttura

Distanza: 150 km strada asfaltata, 70 km pista. - Tempo di percorrenza in auto: 5 ore
Altitudine: Massima 4600 m s.l.m. - Tolar Grande 3500 m s.l.m.

giorno 7

TOLAR GRANDE - MINA CASUALIDAD - SALAR RIO GRANDE - TOLAR GRANDE

| Prima colazione | Pranzo | Cena |

Escursione di un giorno per esplorare uno degli angoli più incredibili e inaccessibili del Pianeta. Si parte in direzione della Stazione di Caipe, sita su di un balcone naturale con viste sull’intero Salar di Arizaro, il secondo salar più grande al Mondo dopo quello di Uyuni in Bolivia. Una strada asfaltata usata fino agli anni 70 dai camión per trasportare minerale dalla citta di Casualidad alla stazione di Caipe, conduce alla città’ fantasma di Casualidad, luogo dove per quasi mezzo secolo hanno vissuto più di 3.000 persone ed è’ stata chiusa e demolita negli anni 70, quando lo sfruttamento dello Zolfo non portava più guadagno. Da quel giorno Mina Casualidad e’ rimasta dimenticata. Il fascino del luogo si unisce all’ incomparabile bellezza dei paesaggi circostanti. La strada durante il periodo invernale può essere chiusa per neve. Pranzo durante l’escursione. Ritorno a Tolar Grande al tramonto con la luce migliore per godersi la vista sul Salar de Rio Grande, Arizaro e sul Cerro sacro Macon. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

Distanza: 130 km strada asfaltata e 180 km sale e terra - Tempo di percorrenza in auto: 7 ore

Altitudine: Massima 5200 m s.l.m. - Tolar Grande 3500 m s.l.m.

MINA CASUALIDAD Mina Casualidad, luogo dove per quasi mezzo secolo hanno vissuto piu di 3.000 persone e’ stata chiusa e demolita a mano negli anni 70, in quanto lo sfruttamenteo dello Zolfo era divenuto antieconomico. Da quel giorno Mina Casualidad e’ rimasta dimenticata. Il fascino storico del luogo si unisce all’incomparabile bellezza dei paesaggi circostanti. Una pista di 30 km circa si arrampica sino ai 5.200 metri di Mina Julia, lassu dove il cielo e’ vero cobalto si estraeva lo zolfo e lassu vivevano e lavoravono circa 200 minatori.

giorno 8

TOLAR GRANDE - CONO DE ARITA - OASIS DE ANTOFALLITA - ANTOFALLA

| Prima colazione | Pranzo | Cena |

Overlanding eccezionale con attraversamento del cuore desertico delle Ande sulle rotte degli antichi arrieros, i capi mandria che conducevano gruppi di centinaia di vacche dalle pianure argentine delle città minerarie cilene, lungo viaggi epici e spesso drammatici. Lasciato il Tolar Grande, verso il Sud, si attraversa il salar de Arizaro – 70 km – per arrivare nell’area del magnifico Cono de Arita, una piramide naturale nera di origine vulcanica che si staglia nel mezzo del bianco del Salar. Pranzo in corso di escursione. Si lascia la depressione del Arizaro, cimitero degli avvoltoi, per dirigersi verso la regione del Antofalla per arrivare al Mirador del Salar di Antofalla con visita delle due oasi di Antofallita e Antofalla. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

Distanza: 200 km pista di terra e sale - Tempo di percorrenza in auto: 4 ore
Altitudine: Massima 4500 m s.l.m. - Antofalla 3500 m s.l.m.

CONO DE ARITA Il Cono de Arita è una piramide naturale nera di origine vulcanica che si staglia nel mezzo del bianco del Salar.

giorno 9

ANTOFALLA - ANTOFAGASTA DE LA SIERRA - EL PENON

| Prima colazione | Pranzo | Cena |

Dai 3400 metri di Antofalla si risalgono 600 metri di mulattiera per arrivare alla Vega Colorada (un “alpeggio” andino ricco di animali e acqua) e alla Valle di Calalaste dove nelle ore centrali del giorno si concentrano centinaia di vigogne. Pranzo in corso di escursione. Proseguimento per Antofagasta de la Sierra, nella Provincia di Catamarca per entrare nella regione dei vulcani, delle colate di lava, dei campi di pascolo di lama e delle lagune. Gli ultimi 65 km per arrivare all’oasi di El Penon al tramonto saranno un ricordo speciale di questo viaggio. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

Distanza: 150 km pista di terra e sale - Tempo di percorrenza in auto: 4 ore
Altitudine: Massima 4500 m s.l.m. - El Peñón 3400 m s.l.m.

ANTOFAGASTA DE LA SIERRA Adagiato a 3440 mslm, Antofagasta de la Sierra è un piccolo remoto villaggio nella Puna di Catamarca. Il nome in Quechua significa “casa del sole” e ben si addice al luogo, considerando che anche in pieno inverno le giornate possono essere molto calde e con una luce abbagliante. I circa 600 abitanti vivono immersi in un vasto territorio dall’aspetto lunare che si caratterizza per lagune, importanti rovine incaiche e almeno 200 bocche vulcaniche di età geologica differente.

giorno 10

EL PEÑON - VOLCAN Y LAGUNA CARACHI PAMPA - EL PEÑON

| Prima colazione | Pranzo | Cena |

Giornata dedicata alla visita di altri due luoghi sensazionali: Le Dune Bianche Giganti e la Laguna del Carachi Pampa. Si parte da El Penon a metà mattina per raggiungere il Vulcano Nero del Carachi Pampa, dove alla sua base esistono ancora oggi le Fincas (fattorie) dei pastori di El Penon. E’ questa una zona ricca d’acqua e quindi di pascoli adatti ai lama. Con la miglior luce del mattino si arriva alla Laguna omonima che a volte si colora di rosso a causa delle vicine montagne d’Argilla. Pranzo in corso di escursione. Dal Carachi in 4x4 si attraversano canyon di sabbia per arrivare alla Base delle Dune Bianche con possibilità di salire le dune per raggiungere forse la più spettacolare vista di questo Viaggio, un mare di dune a 3.300 mts, limitate dal campo di Pietra Pomice, da campi di lava, Vulcani e il Cielo più puro del globo. Infine surfando con il 4x4 lungo una valle di sabbia si arriva nella parte orientale del campo per osservare un deserto di monoliti. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

Distanza: Km 130 – km 200 Sabbia, terra, sale - Tempo di percorrenza in auto: 6 ore
Altitudine: Massima 4200 m s.l.m. - El Peñón 3400 m s.l.m.

giorno 11

EL PEÑON - LAGUNA GRANDE - CERRO GALAN CALDERA - LAGUNA DIAMANTE - EL PEÑON

| Prima colazione | Pranzo | Cena |

Il percorso porta prima in un lago andino d'alta quota, la Laguna Grande Reserve, che si trova ad un'altitudine di 4150 metri. Durante l'inverno, l'acqua gela completamente, ma quando arriva la primavera, diventa il più grande centro di raccolta di fenicotteri e diverse specie di uccelli. Pranzo in corso di escursione. Proseguimento per Cerro Galán, una delle caldere vulcaniche più grandi del mondo e la più grande delle Ande: le sue dimensioni sono 34 km da nord a sud e 24 km da est a ovest, ed è il risultato di un'eruzione avvenuta più di due milioni di anni fa. Il vulcano contiene un lago nel suo angolo sud occidentale, noto come Laguna Diamante, che ospita fenicotteri e anatre, protetti dal vento e dalle altissime pareti. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

Distanza: 150 km di strada sterrata e sterrata - Tempo di percorrenza: 8 ore
Altitudine: punto più alto 4750 m s.l.m. - El Peñón 3400 m s.l.m

LAGUNA GRANDE (altitudine: 4150 m.slm)
Laguna Grande è un lago salino che si trova ad un'altitudine di 4150 metri. Durante l'inverno, l'acqua gela completamente, ma quando arriva la primavera, diventa il più grande centro di raccolta degli uccelli fenicotteri Puna, chiamato anche Piccola Parina (Phoenicpterus jamesi), con oltre 19.000 uccelli (il 25% della popolazione totale conosciuta). E 'anche un posto per la congregazione estiva per il fenicottero andino (Phoenicpterus andinus) ed è un sito di nidificazione comune del flamenco meridionale (Phoenicopterus chilensis).

CERRO GALAN (altitudine: 5912 m.slm)
Il Cerro Galán è una delle caldere vulcaniche più grandi del mondo e la più grande delle Ande: le sue dimensioni sono 34 km da nord a sud e 24 km da est a ovest, ed è il risultato di un'eruzione pliniana estrema avvenuta 2,2 milioni di anni fa . La sua identificazione come caldera vulcanica è stata eseguita utilizzando fotografie satellitari, poiché la sua forma ellittica è troppo grande per poter essere apprezzata da terra. Le sue mura raggiungono i 5.000 metri di altitudine e il picco centrale di 5.912 metri, mentre il suo pavimento è a 4500 metri di altitudine. La Caldera contiene un lago nel suo angolo sud occidentale, noto come Laguna Diamante, che ospita fenicotteri e anatre, protetti dal vento dalle mura, in questo ambiente estremamente duro.

giorno 12

EL PEÑON - QUILMES - CAFAYATE

| Prima colazione | Pranzo |

Si lascia la Puna, dopo giorni di viaggio nei deserti, per tornare ad altitudini più basse, intorno ai 1.600 metri. I 150 km di discesa verso la intersezione della Ruta 40, con la luce calda delle prime ore della mattina, illumineranno le ultime dune e i branchi di vigogne prima di arrivare a Cafayate tra vigneti e una natura ancora sorprendente. Pranzo in corso di escursione.e visita alle rovine di Quilmes, il sito archeologico pre Incaico più interessante dell'Argentina. Arrivo a Cafayate e sistemazione in hotel. Pernottamento.

Distanza: 250 km strada asfaltata. 50 km sterrato - Tempo di percorrenza in auto: 5 ore
Altitudine: Massima 4000 m slm - Cafayate 1683 m slm

CAFAYATE (altitudine: 1683 m.slm)
Cafayate è un importante centro turistico e punto di partenza per l'esplorazione delle Valli Calchaquies. I Cafayate erano una tribù che abitava le Valles Calchaquies prima dell'arrivo dei conquistadores spagnoli. Il significato del termine "Cafayate" è oggetto di dibattito: alcuni affermano che significhi "contenitore d'acqua", altri che sia una deformazione di "Capac - Yac (Grande Lago).

giorno 13

CAFAYATE - QUEBRADA DE LAS FLECHAS - QUEBRADA DE LAS CONCHAS - SALTA

| Prima colazione | Pranzo | Cena |

Alla mattina si visita La Quebrada de las Flechas, un deserto di cenere di quarzo e rocce coperte dal fango di un antico lago, il risultato di 500 milioni di anni di storia geologica. Dopo il pranzo, rientro a Salta vía Quebrada de las Conchas, un canyon di 65 km di formazioni rocciose sedimentarie del Mesozoico e Cenozoico (90-60 milioni di anni). Il caratteristico colore rosso deriva dalla presenza di ossido di ferro nei suoi depositi minerali. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena di arrivederci e pernottamento.

Distanza: 100 km strada asfaltata. 90 km sterrato - Tempo di percorrenza in auto: 5 ore
Altitudine: Massima 2300 m s.l.m. - Molinos 2020 m s.l.m.

QUEBRADA DE LAS FLECHAS La Quebrada de las Flechas è un deserto di cenere di Quarzo e rocce coperte dal fango di un antico lago, il risultato di 500 milioni di anni di storia geologica, un luogo in cui durante le notti di luna piena, le luci si riflettono sul quarzo che offre al visitatore l’impressione di essere su un deserto illuminato.

QUEBRADA DE LAS CONCHAS La Quebrada de las Conchas è un canyon di 65 km di formazioni rocciose sedimentarie del Mesozoico e Cenozoico (90-60 milioni di anni). Il caratteristico colore rosso deriva dalla presenza di ossido ferrico nei suoi depositi minerali.

giorno 14

SALTA - BUENOS AIRES

| Prima colazione |

Mattinata dedicata alla visita di Salta per ammirare le gemme più preziose dell’epoca coloniale come la Chiesa di San Francesco, ricostruita a metà del XVIII secolo e dichiarata Chiesa Minore di Roma dal Vaticano nel 1997, il Cabildo e il Museo Storico del nord-ovest, edificio che in passato ha ospitato il governo del Viceré prima, e il governo della Provincia poi e il Monastero di San Bernardo. Proseguimento fino alle colline di San Bernardo dal quale godere di una magnifica vista sulla città. Il tour termina al Museo MAAM, Museo Archeologico di Alta Montagna, che possiede una collezione archeologica di grande pregio grazie alla presenza delle mummie ritrovate sul vulcano Llullaillaco. Trasferimento in aeroporto. Partenza con volo di linea per Buenos Aires. Arrivo. Trasferimento dall'aeroporto all'hotel.In serata cena e spettacolo di Tango in uno dei tipici locali della città con ballerini e musicisti professionisti. Pernottamento.

SALTA (altitudine: 1152 m.slm)
Fondata nel 1582, Salta si trova nel cuore del nord-ovest dell'Argentina, base ideale per scoprire le bellezze naturali e la cultura delle Ande. Incorniciata da colline e fertili valli, Salta vanta inoltre un invidiabile clima primaverile. La Piazza 9 de Julio è il centro della città, dove si affacciano belle case e palazzi coloniali dai colori pastello tra i quali il Cabildo che ospita il Museo Storico, Il centro culturale America, il teatro, la Cattedrale che custodisce un bell’altare barocco e l’interessante MAAM (Museo Archeologico di Alta Montagna). Il museo espone reperti archeologici inca e le mummie dei bambini ritrovate intatte in cima al vulcano Llullaillaco a 6.700 m.s.l.m che si ipotizza siano stati offerti in sacrificio rituale insieme ad argento, oro e tessuti. Nelle vicinanze si trovano inoltre la Chiesa di San Francisco che possiede una bella facciata riccamente decorata ed il Convento di San Bernardo con la porta di legno finemente intagliata. Salta offre per di più una vivace vita notturna con le famose peñas dove ascoltare musica folcloristica, provare i piatti tipici della regione e le famose empanadas che sono assolutamente da assaggiare.

giorno 15

BUENOS AIRES - ITALIA

| Prima colazione |

Mattinata a disposizione.
Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza con volo intercontinentale per l’Italia.

giorno 16

ARRIVO IN ITALIA

Quote per persona, a partire da:

PartenzaCamera doppiaSupplemento singola
Dal 1 Gennaio 2022 al 31 Dicembre 2022€ 5.090su richiesta

Note

Hotel previsti
Buenos Aires / Grand Brizo ****
Purmamarca / La Comarca ***
San Antonio / Hosteria De Las Nubes ***
Tolar Grande / Casa Andina ***
Antofalla / Casa Di Famiglia – Sistemazione Basica
El Peñon / Hosteria El Peñon ***
Cafayate / Viñas De Cafayate ****
Salta / Finca Valentina****

 

VADEMECUM PER IL VIAGGIO NE LA PUNA

Come comportarsi

  • prima di intraprendere un viaggio ne La Puna, è consigliabile consultare il proprio medico per chi ha problemi di alta pressione in quanto il tour si svolge in gran parte ad altitudini superiori ai 3500 m slm.
  • è necessario almeno un giorno di riposo a Salta all’arrivo (come da itinerario) per riposarsi prima di iniziare il viaggio
  • Nelle regioni più remote le condizioni meteorologiche potrebbero talvolta condizionare lo stato delle piste e di conseguenza lo svolgimento di alcune delle visite descritte. E’ pertanto molto importante avere un buon spirito di adattamento e flessibilità per affrontare questo tipo di viaggio.
  • idratare continuamente il corpo durante il viaggio
  • evitare di mangiare o di bere in eccesso, prima e durante il viaggio
  • seguire sempre le istruzioni e le indicazioni dalla nostra guida

Cosa portare

  • Scarpe da trekking
  • una borraccia termica di alluminio o acciaio da 750 ml o da 1 lt per il trasporto di acqua
  • un cappello per ripararsi dal sole
  • guanti e calze calde
  • un paio di occhiali da sole con alta protezione raggi UV
  • crema solare con protezione 30 (minimo)
  • una confezione di crema idratante
  • medicine di uso personale
  • kit da viaggio per igiene personale
  • Giacca a vento pesante (tipo Goretex)
  • Felpa a maniche lunghe
  • Maglie di materiale tecnico e/o camicie termiche
  • Giacca leggera antivento tipo K-way
  • un paio di pantaloni comodi in tessuto tecnico (meglio se modulabili con possibilità di farli diventare corti tramite zip)
  • una calzamaglia di lana (consigliabile durante l’inverno australe)
  • salviettine igieniche multiuso e fazzoletti di carta
  • materiale per fotografie (cellulare e/o macchina fotografica)
  • power-bank per ricaricare il telefono e/o la macchina fotografica

La quota comprende

  • Hotel menzionati o se non disponibili altri della stessa categoria su base camera doppia standard
  • Trattamento indicato nel programma
  • Trasferimenti, visite ed escursioni con servizio privato e guide parlanti spagnolo/inglese (italiano a Buenos Aires)
  • Equipaggiamento speciale per viaggi 4×4 sulla Puna e sterrati (comunicazione satellitare, kit di pronto soccorso, doppia ruota scorta, carburante diesel extra, attrezzature per emergenze)
  • Assicurazione medico /bagaglio.
  • Polizza Viaggi rischio Zero
  • Gadget previsti e documentazione informativa
  • Spese di iscrizione
  • Assistenza h24
  • Speciale overland sulla Puna in 4×4 :
  • Guida/autista professionale parlante italiano.
  • Assicurazioni per passeggeri trasportati.
  • Acqua ( 1 litro e mezzo al giorno per persona) e snack a bordo.
  • Equipaggiamento speciale per viaggi 4×4 sulla Puna e sterrati (comunicazione satellitare, kit di pronto soccorso, doppia ruota scorta, carburante diesel extra, attrezzature per emergenze)
  • 24/7 Assistenza logistica e monitoraggio dall’ufficio centrale a Salta.

La quota non comprende

  • Voli intercontinentali e tasse aeroportuali
  • Voli interni, tasse aeroportuali e franchigia bagaglio
  • Tassa di soggiorno a Buenos Aires da pagare in loco (circa Usd 1 a persona, a notte)
  • Polizza a copertura delle penali d’annullamento del viaggio
  • Garanzia Prezzo Sicuro
  • Bevande, extra di carattere personale, eccedenza bagaglio.
  • Eventuali tasse di soggiorno da pagare in loco
Richiedi maggiori informazioni





    Espressione del consenso al trattamento dei dati personali
    Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati da questa informativa, ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D.lgs. 196/03.

    Cerca l'agenzia più vicina a te

    Altri viaggi che potrebbero interessarti

    Un itinerario che tocca i temi cult di un viaggio in Argentina: il Vino, il Tango, la Natura

    Durata: 10 giorni / 7 notti

    da € 1.870 - Voli intercontinentali esclusi

    Ushuaia_vista aerea

    Un Viaggio imperdibile per scoprire gli incantevoli paesaggi del territorio argentino

    Durata: 11 giorni / 8 notti

    da € 3.390 - Voli inclusi - CONFERMA IMMEDIATA!!!

    Un itinerario alla scoperta degli incantevoli paesaggi del territorio argentino.

    Durata: 14 giorni / 11 notti

    da € 4.480 - Voli inclusi - CONFERMA IMMEDIATA!!!

    Un itinerario alla scoperta degli incantevoli paesaggi del territorio argentino.

    Durata: 15 giorni / 12 notti

    da € 4.560 - Voli inclusi - CONFERMA IMMEDIATA!!!

    Articoli che potrebbero piacerti
    Cerro 7 colores

    Il nord dell’Argentina è un territorio molto vario, con fertili valli piene di agrumeti e piantagioni di canna da zucchero, boschi verdissimi e vigneti, la puna, un paesaggio impressionante, arido, con deserti ocra dove vagano i lama,

    The second lock of the Panama canal from the Pacific ocean

    Panama è conosciuta in tutto il mondo per il suo canale, un’opera ingegneristica maestosa

    Non perderti le nostre offerte!

    Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati nell'informativa privacy del sito, ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR).

    Tour 2000 Srl
    Via 1° Maggio, 16/b - 60131 Ancona
    P.IVA, CF e n. iscr. CCIAA 01445850421
    R.E.A. AN 131683 c.d. SDI KRRH6B9
    Capitale Sociale € 100.000,00


    Ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di pubblicazione degli aiuti di stato percepiti, si rinvia a quanto contenuto nel sito https://www.rna.gov.it/RegistroNazionaleTrasparenza/faces/pages/TrasparenzaAiuto.jspx
    Continua a seguirci su