http://www.tour2000.it?p=7182
per informazioni: Tour 2000 Srl
Via Martiri della Resistenza, 95 - 60125 Ancona
Tel. 071 2803752 - [email protected]

Il Messico: un paese che affascina per la sua storia, per la gente accogliente e per le lunghe spiagge bianche della costa caraibica. Si visiterà Città del Messico, una metropoli fatta di musica e colori, con i murales di Diego Rivera o l’allegria dei mariachi. Si godrà dell’atmosfera coloniale delle belle città di Puebla e Oaxaca, della magia del sincretismo religioso a San Cristóbal de Las Casas, degli straordinari reperti archeologici concentrati nella penisola dello Yucatan. Un itinerario completo alla scoperta dei miti e delle leggende di questo Paese straordinario. Un itinerario da vivere in mezzo alla gente, utilizzando in parte bus turistici per gli spostamenti.

giorno 1

ARRIVO A CITTA DEL MESSICO

Partenza dall’Italia con volo di linea intercontinentale per Città del Messico. Arrivo, trasferimento e sistemazione presso l’Hotel Hampton Inn & Suites**** o similare. Pernottamento.

CITTA' DEL MESSICO Tenochtitlán dove oggi si trova Città del Messico fu la capitale dell'impero azteco, che sorgeva su un'isola nel lago Texcoco, nel corso dei secoli prosciugato. Fondata nel 1325 la città fu rasa al suolo nel 1521 dai conquistadores spagnoli e sulle sue macerie fu costruita Città del Messico che oggi con i suoi 10 milioni di abitanti è una delle città più grandi del Mondo.
Lo “Zocalo” l’immensa piazza centrale è circondata da bei palazzi di epoca coloniale e vi si trovano i resti di una piramide azteca, il “Templo Mayor” che ricorda una delle più grandi civiltà preispaniche che si svilupparono nel Paese. Sulla stessa piazza si affacciano la splendida Cattedrale ed il Palacio Nacional che ospita i bellissimi “murales” di Diego Rivera , l’artista messicano più famoso, che narrano la storia del Messico.

giorno 2

CITTÁ DEL MESSICO – TEOTIHUACÁN – CITTÁ DEL MESSICO

Prima colazione. In mattinata partenza per la visita del sito archeologico di Teotihuacán. In seguito visita dello “Zocalo”, della Cattedrale ed il Palacio Nacional che ospita i famosi “murales” di Diego Rivera che narrano la storia del Messico e del Museo Nazionale di Antropologia. Pranzo in corso di escursione. Pernottamento.

TEOTIHUACAN Teotihuacán fondata intorno al 1.000 A.C. è uno dei principali siti archeologici del Mesoamerica e, per la sua bellezza e importanza è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità Unesco nel 1987. Nel periodo della sua massima espansione nel 600 d.C. divenne il più grande centro urbano delle Americhe con una popolazione di più di 100.000 abitanti. Ai lati del grande viale centrale della città, chiamato il “Viale dei morti” sorgono importanti edifici cerimoniali come le imponenti piramidi del Sole e della Luna, la Ciudadela ed il Tempio di Quetzalcòatl con scalinate, sculture e bellissimi ornamenti. Dall’alto delle piramidi si potrà inoltre godere di un magnifico spettacolo della pianura circostante.

giorno 3

CITTÁ DEL MESSICO – PUEBLA E CHOLULA – OAXACA

Prima colazione. In mattinata partenza per Oaxaca con sosta per la visita di Cholula e Puebla. Pranzo in corso di escursione. Arrivo e sistemazione all’Hotel Casa Conzatti**** o similare. Pernottamento.

PUEBLA Puebla è una splendida cittadina dalla spiccato stile coloniale spagnolo, ricca di palazzi ben conservati e decorati con le tipiche ceramiche dipinte a mano e la bella Cattedrale barocca. Fondata dagli spagnoli nel 1531 è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1987 per il suo centro storico di particolare pregio che sviluppa intorno allo “Zócalo”. Imperdibili sono la Cattedrale risalente al XVII secolo con le sue torri, la Chiesa di Santo Domingo con la sua cappella riccamente decorata ed il Museo di Santa Monica, un museo di arte sacra, un luogo un tempo utilizzato per nascondere le suore durante la persecuzione del clero dopo il 1857.

CHOLULA Cholula, è famosa per la sua piramide, la più grande al Mondo (3 volte più estesa di quella di Cheope in Egitto) che oggi appare come una collina ricoperta d'erba. Sulla sua sommità, dove una volta si trovava il tempio, ora è ubicata una chiesa cattolica dedicata a Nuestra Señora de los Remedios risalente al 1594. Nei pressi di Cholula si trova la chiesa di Tonantzintla (che significa “luogo della Signora Madre”), risalente al XVI secolo dai ricchi interni decorati.

giorno 4

OAXACA – MONTE ALBÁN – OAXACA

Prima colazione. In mattinata visita di Monte Albán. Nel pomeriggio visita di Oaxaca. Pernottamento.

OAXACA Oaxaca fu fondata dagli Spagnoli nel 1521 su un insediamento zapoteca e mixteca. Oggi la città conserva intatta l’atmosfera coloniale percepibile negli edifici in pietra, nei bellissimi portici e patio coloniali, nella Cattedrale e nella chiesa di Santo Domingo ma riesce anche a mantenere le radici indigene nei suoi mercati, nei prodotti artigianali e nelle danze dei giorni festivi. Oaxaca, insieme a Monte Albán, il sito archeologico che si trova nelle vicinanze, è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1987.

MONTE ALBAN Monte Alban è un sito archeologico pre-colombiano ubicato a 9 km da Oaxaca. Fondata intorno al 550 A.C. fu una delle prime città della Mesoamerica e importante centro politico ed economico della civiltà zapoteca, ruolo che ricoprì per quasi un millennio. Costruita su di una collina livellata artificialmente, è ricca di piramidi, tombe, bassorilievi e la posizione panoramica ne risalta il fascino.

giorno 5

OAXACA – TUXTLA GUTIÉRREZ – CANYON DEL SUMIDERO – SAN CRISTÓBAL DE LAS CASAS

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo per Tuxtla Gutiérrez. Arrivo e trasferimento a Chiapa de Corzo per l’emozionante discesa lungo il Canyon del Sumidero. Proseguimento per San Cristóbal de Las Casas e sistemazione all’Hotel Diego de Mazariegos**** o similare. Pranzo in corso di trasferimento. Pernottamento.

CANYON DEL SUMIDERO Le montagne rocciose e le gole nella foresta dello Stato del Chiapas sono scenari perfetti per le discese con la corda. Nel “Parque Nacional Cañón de Sumidero”, si trova la stazione della tirolese, dove si può “scendere” per diversi percorsi, con pareti estremamente verticali. Ci sono anche percorsi più semplici, con un’altezza di 15 metri, che sono alla portata di tutti. Il parco si trova a 18 chilometri da Tuxtla Gutiérrez, la capitale dello Stato del Chiapas.

SAN CRISTOBAL DE LAS CASAS San Cristobal de las Casas che risale al 1528, fu una delle prime città fondate degli Spagnoli. Inizialmente si chiamò Villareal, poi divenne Ciudad Real ed infine San Cristóbal (il "de Las Casas" fu aggiunto in onore di Bartolomé de Las Casas, primo vescovo di Ciudad Real, che combatté per i diritti degli Indios). La città è famosa per la sua bellissima architettura coloniale, le splendide chiese, per le tradizioni vive dei suoi abitanti, discendenti dei Maya, per i loro abiti tradizionali che variano dipendendo dal gruppo a cui appartengono, per i mercati coloratissimi ed il ricco artigianato, per l’ambiente rilassato e tranquillo.

giorno 6

SAN CRISTÓBAL DE LAS CASAS – SAN JUAN CHAMULA E ZINACANTAN

Prima colazione. Mattinata dedicata ad una passeggiata per San Cristobal, visitando la cattedrale, la chiesa di Santo Domingo e il mercato. Proseguimento per le vicine comunità indigene di San Juan Chamula e Zinacantan. Pranzo in corso di escursione. Resto del pomeriggio libero. Pernottamento.

SAN JUAN CHAMULA San Juan Chamula è un piccolo centro a 10km da San Cristobal de las Casas abitato dalla comunità tzotzil, uno dei principali gruppi indigeni del Chiapas, caratterizzati dai tipici abiti degli uomini che indossano tuniche di lana che si stringono in vita e quelli delle donne che portano giacche ricamate e gonne lunghe di lino nero.
Di notevole interesse è la visita alla chiesa locale per comprendere il sincretismo religioso, così vivo in questi luoghi, dove la religione cattolica si incontra con l’antica cultura Maya. La struttura dell’edificio è di matrice cristiana con le statue dei santi allineate alle pareti mentre il pavimento è completamente ricoperto da aghi di pino per simboleggiare il vicino rapporto con la natura e candele accese. Non vi sono panche ed i fedeli sono seduti per terra dove spesso celebrano riti di guarigione utilizzando ossa, uova e polli vivi che vengono sacrificati.
Nelle vicinanze si trova Zinacantan una comunità di abili tessitori conosciuti per la produzione di abiti cerimoniali come lo “huipil emplumado” un costume dove si inseriscono piume di gallina come decorazione. Gli Zinacantecos producono anche tappeti, ceste, stuoie e cappelli con le foglie di palma decorati a mano.

giorno 7

SAN CRISTÓBAL DE LAS CASAS – CASCADAS DE AGUA AZUL – PALENQUE

Prima colazione. In mattinata partenza per Palenque con sosta per l'escursione alle cascate di Agua Azul. Uno spettacolo indimenticabile: l'azzurro dell'acqua e il verde della vegetazione si fondono in uno scenario naturale di grande bellezza. Pranzo in corso di escursione. Proseguimento per Palenque e sistemazione all’Hotel Ciudad Real Palenque**** o similare. Pernottamento.

CASCADAS DE AGUA AZUL Uno spettacolo indimenticabile: l'azzurro dell'acqua e il verde della vegetazione si fondono in uno scenario naturale di grande bellezza.

giorno 8

PALENQUE – CAMPECHE

Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita del sito archeologico di Palenque (collettiva con guida parlante italiano). In seguito partenza per Campeche e sistemazione all’Hotel Castelmar**** o similare. Pranzo in corso di escursione. Pernottamento.

CAMPECHE Ubicata nel Golfo del Messico, durante i secoli dal XVI e XVIII, Campeche svolse il ruolo di porto principale della Penisola dello Yucatán e successivamente divenne il bersaglio continuo dei pirati del calibro di Lorenzillo, Diego ‘el Mulato’ e William Parker. Per proteggere il Porto da questi attacchi costanti, la Corona Spagnola fece fortificare la città. Attualmente, si trovano ancora i resti delle muraglie originali che la circondavano, come i muri e i portoni, che le danno un’atmosfera romantica e un’aria di superbia.

PALENQUE Il sito archeologico di Palenque che sorge circondato da una lussureggiante foresta tropicale, fu dichiarato Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO nel 1987. La città conobbe il suo massimo splendore nel VII secolo d.C. quando vennero costruiti gli edifici più importanti come il Gruppo della Croce, il Tempio delle Iscrizioni ed il Palazzo, costruzioni di una magnificenza davvero unica e, ai tempi di una bellezza rara, con le piramidi di color rosso che spiccavano in mezzo al verde intenso della fitta vegetazione. Il Tempio delle Iscrizioni in particolare, risalente a circa il 675 è uno degli edifici più significativi del sito in quanto ospita il secondo geroglifico per lunghezza del mondo Maya (il primo è il geroglifico di Copan in Honduras) ed è il luogo dove nel 1952 fu scoperta, ancora intatta, la tomba del gran signore Pakal, rinomata per l'enorme sarcofago decorato con bassorilievi, per i ricchi ornamenti, per le sculture che decorano le pareti della tomba ed in particolare per una preziosa maschera di giada, autentico capolavoro di arte maya.

giorno 9

CAMPECHE – UXMAL – MÉRIDA

Prima colazione. In mattinata partenza per Mérida con sosta per la visita della zona archeologica di Uxmal. Pranzo in corso di escursione. Arrivo e sistemazione all’Hotel Casa del Balam**** o similare. Resto del pomeriggio libero. Pernottamento.

MERIDA Fu fondata nel 1542, dove si trovava l’antica città maya di Tijo. Attualmente, è una città che mantiene l’eleganza della sua architettura, la vitalità culturale dei suoi abitanti e il suo tracciato antico di strade dritte e piazze accoglienti, come la Plaza Mayor, una delle più belle del paese, punteggiata da alberi di alloro.

UXMAL Uxmal è Patrimonio Culturale dell’Unesco dal 1996 ed è considerato uno dei siti dove i Maya hanno raggiunto i più alti livelli nell’arte e nell’architettura. Fu fondato nel 700 d.C. e la caratteristica dello stile architettonico rivela una profonda conoscenza astronomica da parte dei costruttori. La Piramide dell’Indovino che domina il centro cerimoniale è circondata da bellissimi edifici decorati con motivi simbolici ed iscrizioni dedicate in maggior parte a Chaac, il dio della pioggia.

giorno 10

MÉRIDA – CHICHÉN ITZÁ – RIVIERA MAYA

Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita del complesso archeologico di Chichén-Itzá. Pranzo in corso di escursione. In seguito proseguimento per la Riviera Maya. Sistemazione in hotel. Pernottamento.

CHICHEN ITZA Il complesso archeologico di Chichen Itza è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO nel 1988 ed è nella lista delle Sette Meraviglie del Mondo. Le splendide rovine, che si estendono su un'area di 3 km², sono i resti di una grande città Maya che fu uno dei centri politici ed economici più importanti della Regione tra il VI e l'XI secolo. Il sito comprende numerosi edifici, rappresentativi di diversi stili architettonici tra i quali i più famosi sono: il Tempio di Kukulkan (noto come El Castillo), El Caracol (l'osservatorio astronomico), il complesso de Las Monjas dalle raffinata struttura e bellissime incisioni, il Tempio dei guerrieri e il campo della Pelota, il più grande della Mesoamerica.

RIVIERA MAYA

Da Cancun, confinante a nord con la zona archeologica di Tulum e estese verso il sud, si trovano disseminate lungo la costa caraibica splendide spiagge di sabbia bianca punteggiate da alcuni parchi tropicali, luoghi paradisiaci per lo snorkeling e le immersioni, piccoli alberghi rustici e resort di lusso, tutto questo e oltre è: la Riviera Maya. Uno dei luoghi della Riviera da visitare è il piccolo porto di pescatori di Puerto Morelos, con le sue attrattive spiagge e il suo peculiare stile di vita bohemien. Puerto Aventuras è la spiaggia successiva e dispone di un porto con acque profonde, campi da golf, bellissimi alberghi, negozi, ristoranti e centri di diving. Continuando un po' verso sud si trova Akumal, il cui nome in Maya significa "la terra delle tartarughe". Deve il suo fascino alle grotte dalle acque cristalline ed ai suoi fiumi sotterranei. Con oltre 200 grotte, dalle profondità superiori ai 150 metri, questo luogo è diventato uno dei preferiti per gli amanti delle immersioni del mondo intero.

giorno 11

PARTENZA DALLA RIVIERA MAYA

Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto di Cancún.

giorno 12

ARRIVO IN ITALIA

Arrivo in Italia e fine del viaggio.

Richiedi maggiori informazioni




Espressione del consenso al trattamento dei dati personali
Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati da questa informativa, ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D.lgs. 196/03.

Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti
Chichen Itza snake and Kukulkan Mayan temple pyramid

Gli archeologi hanno scoperto che la piramide di El Castillo a Chichèn Itzà, in Messico, consiste in verità  di una piramide dentro una piramide dentro una piramide.

Tlatelolco

Un team di ricercatori dell’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia del Messico (INAH) ha scoperto un tempio dedicato a Ehécatl, una delle sembianze di Quetzalcoatl

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Continua a seguirci su