http://www.tour2000.it?p=10250
per informazioni: Tour 2000 Srl
Via Martiri della Resistenza, 95 - 60125 Ancona
Tel. 071 2803752 - info@tour2000.it

Argentina, crociera Capo Horn e Cile

Il viaggio più prestigioso e più ambito, la combinazione di Argentina e Cile con la navigazione fino al mitico Capo Horn, l’ultimo lembo di terra da cui si può contemplare il celebre Stretto di Drake che divide il continente americano dai ghiacci eterni dell’Antartide. Al Parco Nazionale Torres del Paine pernotterete in un bellissimo lodge all’interno del parco, per poter assaporare al meglio il fascino di questo luogo meraviglioso

giorno 1

ITALIA – BUENOS AIRES (-/-/-)

Partenza dall’Italia in serata con volo di linea intercontinentale per Buenos Aires. Pasti e pernottamento a bordo.

giorno 2

ARRIVO A BUENOS AIRES (B/-/-)

Arrivo a Buenos Aires, trasferimento e sistemazione all’Hotel The Brick***** o similare (early check-in incluso). Nel pomeriggio, visita della città di Buenos Aires ed in particolare la Plaza de Mayo, testimone di importanti fatti della storia argentina, la Cattedrale, il Cabildo, la Casa Rosada, sede della Presidenza, il quartiere del tango San Telmo e il variopinto Caminito de La Boca.

BUENOS AIRES Buenos Aires: dinamica, elegante, cosmopolita, nostalgica, è la città più Europea del continente senza perdere l’estro sudamericano con le sue piazze in stile coloniale, viali ombrosi, originali fiere di antiquariato, teatri di fama mondiale ed interessanti musei. Famosa per l’affascinante quartiere del porto di La Boca, con strade lastricate, case dipinte dai colori vivaci dove si stabilirono i primi immigranti genovesi e siciliani e dove si consiglia la visita dello stadio “la Bombonera”, meta di pellegrinaggio degli amanti del calcio. Qui nel XIX secolo è nato il tango, la musica nostalgica simbolo dell’Argentina, grazie all’unione di diversi ritmi musicali. Il centro della città è sede di edifici coloniali governativi come La Casa Rosada, El Cabildo e la Cattedrale Metropolitana che circondano la Plaza de Mayo. A pochi passi dalla piazza si trova lo storico “Cafe Tortoni”, luogo di incontro di artisti e frequentato da Borges, Carlos Cardel o Benito Quinquela Martin. Nelle vicinanze il quartiere bohemio di San Telmo è pieno di pittoresche case intervallate da negozi di antiquariato, bar, ristoranti, “milongas” dove gli argentini ballano il tango. Ogni domenica nella Piazza Dorrego si svolge il famoso mercato dell’antiquariato. Fuori dal centro storico, nell’elegante quartiere de La Recoleta si trova il Cimitero del Norte dove fu sepolta Evita Peron ed è caratterizzato da magnifici edifici dalla forte influenza francese e italiana, ottimi ristoranti, raffinati bar e negozi trendy. Si consiglia inoltre la visita del frizzante quartiere di Palermo suddiviso in Soho e Hollywood, dalle caratteristiche strade lastricate e case in stile Italiano che negli ultimi anni si è trasformato in una delle zone più mondane di Buenos Aires con ristoranti, gallerie d’arte e boutique di designer emergenti. Per gli amanti della cultura imperdibile è la visita del Teatro Colon costruito nel 1908, un imponente edificio in stile italo francese, del Museo MALBA che raccoglie una grande collezione di arte moderna Latinoamericana e del Museo Evita che racconta la figura di Evita attraverso oggetti, filmati e fotografie.

giorno 3

BUENOS AIRES - USHUAIA (B/-/-)

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per Ushuaia. Arrivo, trasferimento e sistemazione all’Hotel Los Cauquenes***** o similare. Pernottamento.

USHUAIA All’estremo sud dell’Argentina, nella Terra del Fuoco, un arcipelago composto dall’Isla Grande e da circa cento isole e isolotti fino a raggiungere il remoto Cabo de Hornos, mito di ogni viaggiatore, si trova Ushuaia, la città più australe del mondo, nascosta tra le montagne Cerro Martial e Monte Olivia. La zona era abitata inizialmente dagli indios Ona, mentre i primi europei a raggiungere il territorio furono i marinai della spedizione di Ferdinando Magellano nel 1520 che, osservando i grandi fuochi accesi dagli indigeni nominarono appunto la zona “Terra del Fuoco”. La città si sviluppa lungo la collina fino ad arrivare sulle sponde del Canale di Beagle ed è un ottima base per esplorare la bellezza selvaggia del Parco Nazionale della Terra del Fuoco, per escursioni in barca lungo il canale, per sciare alla Fin del Mundo e per provare la gastronomia con piatti tipici a base di centolla, un granchio gigante tipico del luogo.

giorno 4

USHUAIA - CROCIERA AUSTRALIS (-/-/D)

Prima colazione. Mattinata libera. Nel pomeriggio trasferimento al porto e imbarco sulla M/N Stella Australis (QUOTATA A PARTE). Sistemazione nella cabina prescelta, cena ed inizio di un viaggio memorabile tra i fiordi e canali della Patagonia e della Terra del Fuoco.

giorno 5

CROCIERA AUSTRALIS (B/L/D)

Pensione completa. Navigazione lungo il Canale del Beagle e il Canale Murray per sbarcare al Parco Nazionale Capo Horn (solo se le condizioni meteorologiche e le autorità locali lo permettono). Capo Horn è un promontorio quasi verticale di 425 metri di altezza ed è il punto in cui si incontrano l’oceano Pacifico e l’Atlantico. Conosciuto come la fine del mondo, questo luogo mitico fu dichiarato nel 2005 Riserva della Biosfera dall´UNESCO. Nel pomeriggio sbarco nella Baia Wulaia, che fu una delle colonie dei popoli originari più grande della regione; un luogo storico che offre inoltre uno spettacolo geografico di grande bellezza. Si arriverà fino al belvedere camminando attraverso la foresta in crescono varie specie endemiche.

CAPO HORN E' qui che si uniscono i due oceani, l’Atlantico ed il Pacifico con l’ultimo lembo di terra sudamericana. Una curiosità
marinaresca lega il Capo all’usanza dei marinai europei del ’7-’800 di portare anelli nelle orecchie: col tempo
gli orecchini assunsero un significato di “iniziazione”. Divenne, infatti, comune indossare un orecchino d’argento,
per i marinai che avevano passato l’equatore, mentre potevano dar sfoggio di un orecchino d’oro solo quelli che avevano superato il temibile Capo Horn.

giorno 6

CROCIERA AUSTRALIS (B/L/D)

Pensione completa. La navigazione prosegue attraverso i Canali di Brecknock, Ocasión, Cockburn e Magdalena, fino a giungere al suggestivo fiordo De Agostini, nel cuore della Cordigliera di Darwin, da cui nascono ghiacciai che si estendono fino al mare. Giunti in prossimità del ghiacciaio Àguila, è previsto uno sbarco per una camminata sulla spiaggia, fino a raggiungere le pendici inferiori del ghiacciaio per osservare come il bosco freddo-umido patagonico è testimone del lento lavorio dei ghiacci nel plasmare l’intero paesaggio circostante.

giorno 7

CROCIERA AUSTRALIS – PUNTA ARENAS

Prima colazione. In mattinata visita dell’isola Magdalena, che ospita una grandissima colonia di pinguini con oltre 120.000 esemplari in diversi stadi di sviluppo. Passeggiata al faro che fu usato per guidare i marinai esploratori sulla loro rotta attraverso lo stretto di Magellano. Dopo la visita si proseguirà per Punta Arenas dove lo sbarco è previsto in mattinata (11:30 circa)Trasferimento (esclusivo per i clienti del lodge Las Torres) al Parco Nazionale Torres del Paine e sistemazione presso il lodge Las Torres Patagonia all’interno del parco. Cena e pernottamento

PUNTA ARENAS Fondata nel 1847, come principale tappa lungo la rotta tra Europa e l’Oceano Pacifico, che passava, allora come oggi, lungo lo Stretto di Magellano, Punta Arenas è oggi una delle più moderne città dell’estremo Sud del Continente Sudamericano.

giorno 8

TORRES DEL PAINE (B/L/D)

Pensione completa. Durante i giorni di permanenza si potrà scegliere tra un’ampia varietà di escursioni guidate (incluse nella quota) all’interno del Parco Nazionale Torres del Paine. Pernottamento.

Dichiarato Riserva della Biosfera dall’Umanità nel 1978, il Parco Nazionale Torres del Paine ha un estensione di 181.000 ettari e racchiude un ecosistema unico. Custodisce antiche foreste, vallate, ghiacciai tra cui il Grey appartenente al campo de hielo Patagonico Sur, fiumi, laghi ( Grey, Pehoé, il Nordenskjöld e il Sarmiento) e l’impressionante complesso Cerros del Paine, le Torres del Paine e i Cuernos del Paine. L’aerea è abitata da 26 specie di mammiferi come volpi, guanaco, huemul, puma e da 118 specie di uccelli tra cui condor, fenicotteri, cigni dal collo nero e ibis.
Anticamente era abitato da comunità indigene nomadi come i Tehuelche, Ona e Yamana che arrivavano nella zona alla ricerca di risorse naturali. I Tehuelche vedendo l’incredibile profilo del complesso montagnoso lo chiamarono “paine” che nella loro lingua significa blu (il blu era il colore predominante che riconoscevamo il lontananza).
Solo nel 1879 arrivò il primo turista a visitare Torres del Paine, Lady Florence Dixie e il suo gruppo di amici che esplorò il parco. Lady Dixie pubblicò il libro “ Across Patagonia” con il racconto della spedizione che attirò numerosi scienziati, interessati alla geologia e geografia dell’area. Sempre nello stesso periodo il missionario Alberto Maria Agostini, grande appassionato di montagna, esplorò il parco e intrecciò ottimi rapporti di amicizia con le comunità indigene patagoniche.

PARCO NAZIONALE TORRES DEL PAINE Dichiarato Riserva della Biosfera dell’Umanità nel 1978, il Parco Nazionale Torres del Paine ha un estensione di 181.000 ettari e racchiude un ecosistema unico, composto da antiche foreste, vallate, ghiacciai, tra cui il Grey, appartenente al campo de hielo Patagonico Sur, fiumi, laghi (il Grey, il Pehoé, il Nordenskjöld e il Sarmiento) e l’impressionante complesso che comprende i Cerros del Paine, le Torres del Paine e i Cuernos del Paine. L’aerea è abitata da 26 specie di mammiferi come volpi, guanaco, huemul, puma e da 118 specie di uccelli tra cui condor, fenicotteri, cigni dal collo nero e ibis. Anticamente la zona era popolata da comunità indigene nomadi come i Tehuelche, gli Ona e i Yámana che arrivarono nella zona alla ricerca di risorse naturali. I Tehuelche vedendo l’incredibile profilo del complesso montagnoso lo chiamarono “paine” che nella loro lingua significa blu (il colore predominante che riconobbero in lontananza). Solo nel 1879 arrivò il primo turista alle Torres del Paine, Lady Florence Dixie, scozzese, amante dell’avventura, che con il suo gruppo di amici viaggiò all’interno del parco. Lady Dixie in seguito alla visita, pubblicò il libro “Across Patagonia” con il racconto della spedizione e questo attirò numerosi scienziati, interessati alla geologia e geografia dell’area, oltre al missionario Alberto Maria Agostini, grande appassionato di montagna che esplorò il parco e intrecciò rapporti di amicizia con le locali comunità indigene patagoniche.

giorno 9

TORRES DEL PAINE

Pensione completa. Durante i giorni di permanenza si potrà scegliere tra un’ampia varietà di escursioni guidate (incluse nella quota) all’interno del Parco Nazionale Torres del Paine. Pernottamento.

Dichiarato Riserva della Biosfera dall’Umanità nel 1978, il Parco Nazionale Torres del Paine ha un estensione di 181.000 ettari e racchiude un ecosistema unico. Custodisce antiche foreste, vallate, ghiacciai tra cui il Grey appartenente al campo de hielo Patagonico Sur, fiumi, laghi ( Grey, Pehoé, il Nordenskjöld e il Sarmiento) e l’impressionante complesso Cerros del Paine, le Torres del Paine e i Cuernos del Paine. L’aerea è abitata da 26 specie di mammiferi come volpi, guanaco, huemul, puma e da 118 specie di uccelli tra cui condor, fenicotteri, cigni dal collo nero e ibis.
Anticamente era abitato da comunità indigene nomadi come i Tehuelche, Ona e Yamana che arrivavano nella zona alla ricerca di risorse naturali. I Tehuelche vedendo l’incredibile profilo del complesso montagnoso lo chiamarono “paine” che nella loro lingua significa blu (il blu era il colore predominante che riconoscevamo il lontananza).
Solo nel 1879 arrivò il primo turista a visitare Torres del Paine, Lady Florence Dixie e il suo gruppo di amici che esplorò il parco. Lady Dixie pubblicò il libro “ Across Patagonia” con il racconto della spedizione che attirò numerosi scienziati, interessati alla geologia e geografia dell’area. Sempre nello stesso periodo il missionario Alberto Maria Agostini, grande appassionato di montagna, esplorò il parco e intrecciò ottimi rapporti di amicizia con le comunità indigene patagoniche.

giorno 10

TORRES DEL PAINE – EL CALAFATE (B/-/-)

Prima colazione. Trasferimento (esclusivo per i clienti del lodge Las Torres) per El Calafate. All’arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel Xelena**** sup o similare. Pernottamento.

Durata trasferimento: 4/5 ore circa

EL CALAFATE El Calafate deve il suo nome da una parola indigena che identifica un arbusto della famiglia delle Berberidaceae, tipico della Patagonia, le cui bacche sono protette da spine e contengono una sostanza che possiede proprietà medicinali. Un tempo utilizzati dalle popolazioni indigene per tingere i tessuti, oggi i frutti sono impiegati per produrre deliziose marmellate. La leggenda racconta che “el que toma el calafate, volvera” (chi mangia calafate, ritornerà). Il luogo un tempo era un semplice punto di ristoro durante i viaggi tra un estancia e l’altra della Patagonia mentre oggi El Calafate è una piacevole cittadina turistica, ottimo punto di partenza per la visita del ghiacciaio Perito Moreno e del settore meridionale del Parco Nazionale Los Glaciares. Nelle vicinanze si trova l’interessante Glaciarium, il museo del ghiaccio, ospitato all’interno di una struttura che ricorda il fronte del ghiacciaio Perito Moreno. Le sale permettono di immergersi nel mondo affascinante della glaciologia e di conoscere l’esplorazione di una delle più incredibili aree del continente, mentre nel sottosuolo il GlacioBar, invita ad assaporare un freschissimo drink.

giorno 11

EL CALAFATE - PERITO MORENO - EL CALAFATE (B/-/-)

Prima colazione. Partenza per l’escursione al ghiacciaio Perito Moreno, situato nel Parco Nazionale Los Glaciares fu dichiarato dall’Unesco Patrimonio Naturale dell’Umanità nel 1981. Pernottamento.

giorno 12

EL CALAFATE – BUENOS AIRES (B/-/D)

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo per Buenos Aires. Arrivo, trasferimento e sistemazione all’Hotel Grand***** o similare, nell’elegante quartiere della Recoleta. In serata trasferimento allo storico locale Esquina Carlos Gardel dove si assisterà ad un bellissimo show di tango con cena.Pernottamento.

giorno 13

PARTENZA DA BUENOS AIRES (B/-/-)

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto. Partenza con volo di linea intercontinentale. Pasti e pernottamento a bordo.

giorno 14

ARRIVO IN ITALIA (-/-/-)

Arrivo in Italia e fine del viaggio

Quote per persona, a partire da:

PartenzaCamera doppiaSupplemento singola
Dal 1 novembre 2017 al 28 febbraio 2018€ 3.610€ 1.450
Dal 1 marzo 2018 al 30 aprile 2018€ 3.350€ 1.450

Note

Partenze individuali da settembre 2017 ad aprile 2018 ogni domenica, con assistenza di guide locali parlanti Italiano (guida in italiano non garantita in crociera; spagnolo/inglese al Torres del Paine)
Quota individuale della Crociera Stella Australis 4 giorni/3 notti da USHUAIA ogni mercoledì (IN DOLLARI USA)
Attenzione:
La stagionalità si basa sul giorno di partenza della crociera da Ushuaia, non su quello di inizio del viaggio.
Tutte le cabine hanno la stessa dimensione, sono tutte esterne, con servizi privati e letti bassi. Cambia unicamente il ponte e la vista.


La quota comprende

  • Franchigia bagaglio 20 Kg. (salvo eccezioni indicate nella documentazione di viaggio)
  • Hotel menzionati o se non disponibili altri della stessa categoria su base camera doppia standard (due letti singoli, il letto matrimoniale non è mai garantito)
  • Trattamento indicato nel programma
  • Tutte le escursioni con servizio collettivo e guide locali in Italiano (guida in italiano non garantita in crociera; spagnolo/inglese al Torres del Paine)
  • Trasferimenti privati a Buenos Aires, Ushuaia. Collettivi (forniti dall’Hosteria Las Torres) Punta Arenas – Torres del Paine – El Calafate
  • Tasse portuali
  • L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio.
  • La polizza Viaggi rischio Zero.
  • Gadget previsti e documentazione informativa
  • Spese di iscrizione

La quota non comprende

  • Voli intercontinentali e interni con le relative tasse aeroportuali
  • La crociera
  • La Polizza a copertura delle penali d’annullamento del viaggio
  • Le bevande, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio.
  • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”.

Quota individuale della Crociera Stella Australis 4 giorni/3 notti da
USHUAIA ogni mercoledì (IN DOLLARI USA)

 

Cabina

Partenza della crociera

Tariffa PROMOZIONALE

Aprile 4

Partenza della crociera

Tariffa Bassa Stagione

Ottobre tutte le date

Marzo 21, 28

Partenza della crociera

Tariffa Alta Stagione

Novembre/Dicembre

Gennaio/Febbraio tutte le date

Marzo 7, 14

B

USD 1.189

USD 1.486

USD 1.895

A

USD 1.595

USD 1.988

USD 2.440

AA

USD 1.674

USD 2.084

USD 2.554

AAA

USD 1.753

USD 2.181

USD 2.679

AA Superior

USD 2.108

USD 2.627

USD 3.183

AAA Superior

USD 2.207

USD 2.749

USD 3.338

 

Attenzione:

La stagionalità si basa sul giorno di partenza della crociera da Ushuaia,
non su quello di inizio del viaggio. 

Tutte le cabine hanno la stessa dimensione, sono tutte esterne, con servizi
privati e letti bassi. Cambia unicamente il ponte e la vista.

 

Richiedi maggiori informazioni




Espressione del consenso al trattamento dei dati personali
Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati da questa informativa, ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D.lgs. 196/03.

Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti

Durata: 1 giorni / 0 notti

Su richiesta

Durata: 1 giorni / 0 notti

Su richiesta

Tango a Buenos Aires

Durata: 1 giorni / 0 notti

Su richiesta

Articoli che potrebbero piacerti
Neptunes Bellows

La Convergenza Antartica nota anche come Fronte Polare Antartico è la frontiera biologica che limita a nord l’oceano Australe,

Los Cauquenes - Panoramic Lounge

Situato sulla riva del canale di Beagle, con alle spalle la cordigliera delle Ande, Los Cauquenes Resort & Spa è una delle opzioni migliori e più accoglienti disponibili ad Ushuaia.

Newsletter


Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 23, D.Lgs. 196/2003

Tour 2000 Srl
Via Martiri della Resistenza, 95 - 60125 Ancona
P.IVA, CF e n. iscr. CCIAA 01445850421
R.E.A. AN 131683
Capitale Sociale € 100.000,00
Continua a seguirci su