http://www.tour2000.it?p=9033
per informazioni: Tour 2000 Srl
Via Martiri della Resistenza, 95 - 60125 Ancona
Tel. 071 2803752 - [email protected]

Un itinerario completo del Perù, ideale per tutti coloro che desiderano esplorare i luoghi più noti e suggestivi della magica terra degli Incas. Partendo da Lima, importante centro culturale, industriale e finanziario, percorreremo la costa del Pacifico alla scoperta delle isole Ballestas e della loro ricca fauna, sorvoleremo le misteriose “linee di Nasca”, geoglifi tracciati nell’arido deserto di Nasca, dal significato tutt’ora inesplicabile, e risaliremo gradualmente le Ande, fino a raggiungere il cuore dell’antico Impero Inca, Cuzco. Dalla “Cruz del Condor”, uno dei punti panoramici più suggestivi all’interno del Canyon del Colca, avrete la possibilità di ammirare i maestosi scenari dell’altopiano andino. Infine, nella quiete e nel silenzio delle prime ore del mattino, visiteremo l’antica Città Perduta di Machu Picchu, sito archeologico inca, considerata una delle Sette Meraviglie del mondo moderno.

1° giorno

ITALIA – LIMA (-/-/-)

Partenza con volo di linea intercontinentale per Lima. Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno

LIMA – PARACAS (-/-/-)

Arrivo a Lima e trasferimento a Paracas. Percorrendo la “Panamericana Sud”, che costeggia la costa del Pacifico, attraverseremo paesaggi mozzafiato tra dune di sabbia e montagne. Arrivo e sistemazione in hotel. Pernottamento.

Attenzione: da 2 a 14 partecipanti il trasferimento è previsto con servizio privato solo autista (con assistenza in Italiano all’arrivo in aeroporto)

Distanza: 255 Km
Tempo di percorrenza: 4 ore circa

3° giorno

PARACAS – ISOLE BALLESTAS - NASCA (B/-/-)

Dopo la prima colazione escursione alle Isole Ballestas (servizio collettivo e guida parlante spagnolo/inglese). In seguito trasferimento a Nasca e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio (dipendendo dall’arrivo) si consiglia (escursione facoltativa - quotata a parte) il sorvolo delle Linee di Nazca. Pernottamento.

Attenzione: da 2 a 9 partecipanti il trasferimento è previsto con autobus di linea. A partire da 10 partecipanti con servizio privato solo autista.
Per motivi climatici le escursioni alle Isole Ballestas e il sorvolo delle linee di Nazca possono subire ridarti o cancellazioni.

Distanza: 220 Km
Tempo di percorrenza: 3/4 ore circa
Altitudine massima: 588 s.l.m

ISOLE BALLESTAS Le Isole Ballestas sono un arcipelago paradisiaco composto da piccoli isolotti, formazioni rocciose modellate nel corso del tempo dall’acqua dando vita a grotte e caverne dalle forme singolari, sono abitate da colonie di pinguini Humboldt, pellicani, albatros e leoni marini. Prima di entrare in mare aperto si potrà ammirare il famoso "candelabro", curiosa figura raffigurante un candelabro tracciata sul fianco di una collina sabbiosa.

LINEE DI NAZCA Ricche di fascino e di mistero, si tratta di oltre 13 mila linee, triangoli, spirali e gigantesche figure di animali, tra cui colibrì, condor, scimmie e un enorme ragno. Ancora oggi gli studiosi non riescono a dare delle spiegazioni concrete sul significato, sullo scopo e il modo in cui furono realizzati.

4° giorno

NASCA – AREQUIPA (B/-/-)

Prima colazione. Trasferimento ad Arequipa. Arrivo in serata e trasferimento in hotel.

Attenzione: da 2 a 9 partecipanti il trasferimento è previsto con autobus di linea. A partire da 10 partecipanti con servizio privato solo autista.

Distanza: 566 Km
Tempo di percorrenza: 9-10 ore circa (effettivi, senza considerare eventuali soste lungo il percorso)
Altitudine massima: 2.335 s.l.m
Pernottamento.

5° giorno

AREQUIPA (B/-/-)

Prima colazione. In mattinata visita della città, Patrimonio Unesco, detta la “città bianca” dal colore del “sillar”, la pietra vulcanica dal caratteristico colore bianco, con la quale sono stati costruiti gli edifici del centro storico. Il centro coloniale racchiude, nella sua architettura, un’armoniosa fusione creativa di elementi europei e locali. Visita del tranquillo quartiere di Chilina, con vista sulle antiche colture a terrazzamenti, il pittoresco e superbo quartiere di Yanahuara; Plaza de Armas o Plaza Mayor, sulla sponda orientale del rio Chili sulla quale si affacciano il palazzo municipale, la Iglesia de La Compañía e la Cattedrale con la facciata minuziosamente decorata con santi e simboli mitologici preispanici. In seguito visita del Convento di Santa Catalina, vera e propria cittadella che si estende su una superficie di 20.000 metri quadrati, con piazzette, borghi e chiostri. Pomeriggio libero. Pernottamento.

AREQUIPA Arequipa, conosciuta come "la ciudad blanca" (la città bianca), dal colore della pietra con la quale sono stati costruiti gli edifici del centro storico, fu fondata nel 1540 da Garcí Manuel de Carbajal, che la chiamò La Villa Hermosa del Valle de Arequipa. La città è ubicata in bellissima posizione ai piedi del vulcano El Misti a 2335m s.l.m., capoluogo della provincia e della regione omonima, è la seconda città più popolosa del Paese, dopo Lima la capitale. Nel 2000 il centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO per la bellezza e la varietà di edifici e chiese tra le quali si ricordano: la Cattedrale, costruita in stile neoclassico utilizzando una pietra vulcanica denominata sillar, che conserva oggetti di valore inestimabile come il pulpito francese e un monumentale organo belga di 15 metri di altezza; la Chiesa e il Complesso della Compagnia, gruppo di edifici eretti dai Gesuiti per abitazione e luogo di culto, uno dei più belli esempi di architettura religiosa del XVII secolo; la Chiesa ed il Convento di Santo Domingo, considerata la chiesa più antica di Arequipa con il prezioso Cristo crocifisso dell'altare maggiore.

IL CONVENTO DI SANTA CATALINA Il Convento di Santa Catalina è un gioiello coloniale unico, fondato nel 1580, di particolare architettura religiosa composto da chiese, chiostri, piazze, ambienti vari e conserva ancora intatto il fascino del XVI secolo.

6° giorno

AREQUIPA – CANYON DEL COLCA (B/L/-)

Prima colazione. In mattinata partenza per il Canyon del Colca, un’immensa valle caratterizzata da splendidi paesaggi naturali e terrazzamenti risalenti al periodo precolombiano, dove si potranno osservare vigogne, lama e alpaca. Pranzo in corso di escursione. Arrivo nel cuore del canyon e sistemazione in hotel. Pomeriggio libero. Pernottamento.
Distanza: 151 Km
Tempo di percorrenza: 5 ore circa
Altitudine massima: 4.900 m.s.l.m Patapama – 3.600 m.s.l.m Chivay

CANYON DEL COLCA Spettacolari paesaggi dell’altopiano andino, tra profondi burroni, picchi innevati, guanacos e lama, torrenti, vulcani, acque termali. Tutto questo viene offerto nel tragitto fino alla località di La Calera (dove sarà possibile fare un bagno nelle calde acque termali) e la Cruz del Condor. Questo luogo è il punto di avvistamento dei condor migliore di tutto il Sudamerica; eccolo volteggiare alto nel cielo elegante e minaccioso allo stesso tempo.

7° giorno

CANYON DEL COLCA – PUNO (B/L/-)

Prima colazione. In mattinata visita della “Cruz del Condor”, il miglior luogo per ammirare il Canyon del Colca, uno dei più profondi al mondo. Impressionante il volo mattutino dei maestosi condor che risalgono lungo le pareti del canyon con innumerevoli evoluzioni, utilizzando la corrente ascensionale di aria calda. In seguito partenza per Puno. Pranzo box lunch in corso di trasferimento. Arrivo a Puno e sistemazione in hotel. Pernottamento.
Attenzione: da 2 a 9 partecipanti il trasferimento è previsto con servizio privato solo autista. A partire da 10 partecipanti con servizio privato e guida parlante Italiano.
Distanza: 30 Km Chivay – Cruz del Condor, 398 Km Cruz del Condor – Puno
Tempo di percorrenza: 9 ore e mezza/10 circa
Altitudine massima: 3.800 m.s.l.m Puno

PUNO Puno è situata sulla sponda occidentale del Lago Titicaca a 3800 m di altezza, capoluogo della regione e della provincia omonima. Presenta nei dintorni siti archeologici preispanici con costruzioni circolari di pietra chiamate chullpa, degli antichi monumenti funerari, mentre le chiese del centro storico sono caratterizzate da una marcata architettura coloniale. La popolazione è di origine quechua e aymara e conserva antiche tradizioni legate al folclore, alle danze, ai riti e alle feste, di cui Puno è ricchissima.

8° giorno

PUNO (B/L/-)

Prima colazione. Partenza per escursione sul lago Titicaca, il lago navigabile più alto del mondo, situato a 3812 metri di altitudine. La leggenda narra che dalle sue acque siano emersi Manco Capac, e sua moglie Mama Occllo, figli del dio sole, fondatori dell’Impero Inca. Visita delle Isole galleggianti degli Uros, formate da strati di “totora” (un giunco che cresce in abbondanza nel lago), sono abitate dai discendenti di una antica etnia chiamata Uros. Proseguimento per l’Isola di Taquile, conosciuta per la sua particolare bellezza e per la fertilità delle sue terre e terrazze. Gli abitanti conservano tuttora abitudini e usanze dei loro antenati. Pranzo in corso di escursione. Rientro in hotel e pernottamento.
Attenzione: da 2 a 10 partecipanti l’escursione è prevista con servizio collettivo e guida parlante Italiano. A partire da 11 partecipanti con servizio privato e guida parlante italiano.

LAGO TITICACA Il Titicaca è il lago navigabile più alto al mondo, ubicato a 3800 m s.l.m, diviso tra Perù e Bolivia, costellato di isole naturali e artificiali e siti archeologici nascosti. Luogo sacro degli Inca, è molto importante nella mitologia andina in quanto la leggenda narra che dalle sue acque emersero Manco Cápac e Mama Ocllo, figli del dio Sole che fondarono l'Impero Inca. Le isole più importanti presenti sul lago sono le seguenti:
L’Isola Taquile, dove nella parte più alta si possono osservare i resti che risalgono a epoche preincaiche. Durante la colonia e fino ai primi anni del XX secolo, il luogo fu utilizzato come prigione politica ma, dal 1970, l’isola divenne proprietà esclusiva degli abitanti di Taquile, una popolazione molto amichevole che conserva i propri costumi, le tradizioni e gli abiti secondo l’antica usanza.
L’Isola Amantaní, dove abitano otto comunità che si dedicano in particolare alla coltivazione della patata, del mais, della coca, della quinua, delle fave e dei piselli e il loro artigianato più rappresentativo è costituito dai tessuti e dalle sculture in pietra.
Tra le attrazioni naturali ci sono due belvedere nella parte più alta, da dove si può ammirare il lago in tutta la sua estensione, come anche alcuni resti preispanici, centri cerimoniali e un cimitero di mummie.

9° giorno

PUNO – CUSCO (B/L/-)

Dopo la prima colazione trasferimento a Cuzco con sosta per la visita di Raqchi o Tempio di Viracocha, imponente ed esteso tempio a sud di Cusco. Qui si possono osservare resti di mura alte oltre 5 metri, costruite in fango e pietra con base di colonne circolari di pietra, un importante esempio delle diverse tecniche architettoniche degli Incas. In seguito visita di Andahuaylillas, nota per la chiesa di San Pedro de Andahuaylillas. Pranzo in corso di trasferimento. Arrivo a Cusco e sistemazione in hotel. Pernottamento.
Attenzione: In caso di meno di 8 partecipanti il trasferimento avviene con bus turistico condiviso con altri turisti effettuando le stesse visite con assistenza in spagnolo/inglese.
Distanza: 389 Km
Tempo di percorrenza: 7/8 ore circa
Altitudine massima: 4.000 s.l.m La Raya – 3.600 s.l.m. Cuzco
Il complesso archeologico di Raqchi, costruito nel XV secolo, è considerato dagli storici come una delle costruzioni Inca più audaci con il tempio di Viracocha, lungo 100 metri e largo 20, costituito da mura alte oltre 5 metri, costruite in adobe su fondamenta di pietra vulcanica, un importante esempio delle diverse tecniche architettoniche degli Incas.

ANDAHUAYLILLAS La principale attrazione turistica di Andahuaylillas è rappresentata dalla Chiesa di San Pedro, costruita dai Gesuiti probabilmente sopra una costruzione incaica tra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo con la classica struttura utilizzata nei piccoli villaggi con le pareti molto grosse e spesse, fatte di mattoni essiccati al sole e come l’esterno piuttosto modesto. L’interno, invece, lascia il visitatore sbalordito: è impressionante infatti la quantità di affreschi che coprono le pareti e il tetto, con modelli geometrici e motivi floreali rivestiti di sottilissime lamine d’oro. Notevole anche il battistero, l’altare barocco, il grande organo e una preziosa collezione di tele di scuola cusqueña.

10° giorno

CUSCO – VALLE SACRA - CHINCHERO – AGUAS CALIENTES (B/L/D)

Prima colazione. In mattinata partenza per la Valle Sacra e visita della pittoresca cittadina di Chinchero dalla quale si gode una spettacolare vista sulle montagne della Valle Sacra. In seguito visita delle suggestive saline di Maras (chiuse da novembre a marzo), dove il sale viene estratto grazie ad un antico sistema di evaporazione e le vasche costruite a terrazzamento assumono colorazioni diverse a seconda dell’evaporazione. Pranzo in corso di escursione. Proseguimento per il mercato di Pisac e per Ollantaytambo per la visita dell'imponente fortezza, una tra i più importanti esempi di architettura militare inca. Trasferimento alla stazione ferroviaria di Ollantaytambo e partenza per Aguas Calientes. Arrivo, sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.
N.B. Si consiglia ai passeggeri di partire con un bagaglio leggero contenente l’occorrente per 2 giorni e 1 notte daI momento che sul treno per Aguas Calientes sono consentiti solo bagagli a mano per un peso complessivo di 5 Kg. I vostri bagagli saranno custoditi nell’Hotel a Cusco.
Distanza: 110 Km
Tempo di percorrenza: Cuzco – Chincero 45 minuti, Chinchero – Maras 35 minuti, Maras – Ollantaytambo 55 minuti, Ollatntaytambo – Aguas Calientes 1 e mezza circa
Altitudine massima: 2.900 m.s.l.m. valle Sacra – 2.400 m.s.l.m. Machu Picchu

VALLE SACRA La Valle Sacra, a poca distanza da Cuzco si sviluppa lungo il corso del fiume Urubamba, tra le città di Pisac e Ollantaytambo, tra bellissimi terrazzamenti dove si può apprezzare lo sviluppo tecnologico raggiunto dagli Incas in agricoltura. Il paesaggio è spettacolare con i tipici villaggi, i siti archeologici e la ricchezza degli abitanti nel folklore, nell'artigianato, nel loro stile di vita, nelle usanze e nei riti ancestrali che risalgono agli antichi Incas. Un luogo che lascerà ricordi indimenticabili visitando Pisac che comprende la zona archeologica risalente al X secolo ed il suo mercato, con i tessuti coloratissimi e l’artigianato tipico; Ollantaytambo l'imponente fortezza che proteggeva l'entrata alla Valle Sacra, tipico esempio di un villaggio Inca che ha conservato nel tempo case, strade e canali originali dell’epoca; Chinchero con il suo tipico mercato domenicale frequentato dagli indios; Moray e la zona archeologica di terrazzamenti circolari che venivano utilizzati per l’agricoltura e pare anche come luogo per l'osservazione astronomica; le saline di Maras con migliaia di pozze sfruttate come cave di sale già durante il periodo di dominio degli Incas in Peru.

11° giorno

AGUAS CALIENTES - MACHU PICCHU – CUSCO (B/-/-)

Prima colazione. Partenza in bus per le rovine di Machu Picchu, “la città perduta degli Incas”, scoperta nel 1911 dall'antropologo americano Hiram Bingham. Nel luglio dello stesso anno, durante uno dei suoi frequenti viaggi nella Valle dell’Urubamba, l’esploratore conobbe il contadino Melchor Arteaga, che gli raccontò, che poco lontano esistevano grandi rovine. Il 24 luglio, Bingham insieme ad Arteaga ed al sergente Carrasco, raggiunseo la Fortezza e rimasero incantati da quello che videro. Ancora oggi è una grande emozione raggiungere le rovine arroccate sulla montagna e circondata da enormi muri di granito. Visita delle rovine e rientro a Cuzco nel pomeriggio (treno fino a Ollantaytambo e trasferimento fino a Cuzco). Pernottamento.
Distanza: Aguas Calientes – Poroy 93 Km, Poroy – Cuzco 13 Km
Tempo di percorrenza: Aguas Calientes – Poroy 3 ore e mezza, Poroy – Cuzco 25/40 minuti circa
Altitudine massima: 3.600 s.l.m. Cuzco

MACHU PICCHU Il viaggio per raggiungere la “città nascosta” si svolge lungo la Valle dell’Urubamba fino a raggiungere la località di Aguas Calientes. Da qui si raggiungono le rovine di Machu Picchu, che, nella loro maestosità ed eccezionale stato di conservazione, emoziona e colpiscono la fantasia di ogni visitatore. Scoperta nel 1911 dall’archeologo americano Hiram Bingham, le rovine – circondate dai fiumi Urubamba e Vilcanota – si trovano sulla cima del Machu Picchu (montagna vecchia) da cui prendono il nome, e ai piedi del Huayana Picchu (montagna giovane) da cui si può vedere lo stesso splendido colpo d’occhio di tante suggestive fotografie.

12° giorno

CUSCO (B/-/-)

Prima colazione. In mattinata camminata nel centro storico della città: la Plaza de Armas, dove secondo la leggenda si conficcò il bastone d'oro dell'Inca Manco Capac, indicandogli il luogo esatto dove fondare la città che sarebbe diventata la capitale dell'Impero; la cattedrale del XVII e Koricancha, celebre tempio dei templi. Successivamente visita dell'anfiteatro di Qenqo, tempio religioso dalla forma tondeggiante, Puka Pukara, la fortezza rossa, composta da terrapieni, torri, scale e sottopassaggi, Tambomachay chiamato anche "bagno dell'inca", una piccola costruzione a blocchi irregolari, e per finire Sacsayhuaman, una tra le opere più colossali dell’architettura inca. Pomeriggio libero. Pernottamento

CUSCO Cuzco è una città di una bellezza impressionante, magica, seducente, con la sua storia che vive lungo le strade, le piazze, i bellissimi edifici ed i siti archeologici. Il centro storico è Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1983 per la sua unicità e importanza e comprende numerose architetture: la Plaza de Armas, dove secondo la leggenda si conficcò il bastone d'oro dell'Inca Manco Capac, indicando il luogo esatto dove fondare la città che sarebbe diventata la capitale dell'Impero, la stessa piazza fu inoltre sito cerimoniale all’epoca degli Incas e luogo dove Francisco Pizarro il 15 novembre 1533 proclamò la conquista della città; la cattedrale del XVII costruita sul palazzo dell’Inca Viracocha con la facciata in stile rinascimentale e all’interno il bellissimo coro, il pulpito ed una collezione di dipinti della scuola cusqueña e oggetti in argento; Koricancha, celebre tempio dei templi costruito sugli antichi palazzi Inca simbolo della unione delle due culture.
Interessantissime anche le rovine che si trovano nei dintorni della città: l'anfiteatro di Kenko, tempio religioso di forma complessa; Puka Pukara -la fortezza rossa- costruita dagli Inca e composta da scalinate e terrazzamenti; Tambomachay chiamato anche "bagno dell'inca" con le sue acque; Sacsayhuamán, la ciclopica fortezza che difendeva Cuzco.

13° giorno

CUSCO - LIMA (B/L/-)

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza per Lima. Arrivo e sistemazione in hotel.
In seguito visita di Lima: detta la “Città dei Re”, è una delle principali città del Sudamerica dove convivono lo stile coloniale e moderno. Visita della Plaza de Armas, cuore dell’insediamento spagnolo di Francisco Pizarro, della Cattedrale, costruita dagli Spagnoli nel XVII secolo in stile barocco, del Palazzo del Governo, dove ogni giorno si svolge il cambio della guardia e per finire alla Chiesa e al monastero di San Francesco, famose per le catacombe e la pregevole biblioteca. Successivamente visita del Museo Larco Herrera che ospita un’importante collezione di ceramiche, tessuti, oggetti risalenti alla cultura Moche e altre culture preincaiche. Pranzo in corso di escursione. Pernottamento.

LIMA La “Città dei Re” – questo il nome con cui fu fondata la capitale peruviana – con i suoi otto milioni di abitanti è una delle più importanti capitali del Sudamerica, con un riuscito mix di architettura coloniale e di moderna.
Cuore della città, anche in senso storico, è la Plaza de Armas, testimone non solo della fondazione da parte di Francisco Pizarro nel 1535, ma anche degli ottocenteschi movimenti di indipendenza del Perù.
Altri luoghi interessanti sono il Palazzo del Governo, dove ogni giorno si svolge il pittoresco cambio della guardia con soldati in uniformi d’epoca, e gli edifici religiosi, tra cui spicca la Cattedrale barocca e la Chiesa di San Francesco, in perfetto stile coloniale. Comunque interessante anche la parte moderna, come il quartiere Miraflores, centro amministrativo e finanziario di Lima.
Dal contemporaneo si compie un salto nel passato precolombiano, con i magnifici reperti delle culture Chimu, Nazca, Mochica e Pachacamac conservati nel Museo di Archeologia e Antropologia.

14° giorno

LIMA - ITALIA (B/-/-)

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto.

15° giorno

ARRIVO IN ITALIA (-/-/)

Arrivo in Italia e fine del viaggio.

Quote per persona, a partire da:

PartenzaHotel standardHotel superior
Camera doppiaSupplemento singolaCamera doppiaSupplemento singola
27 ottobre 2017€ 2.890€ 540€ 3.290€ 840

Note

Hotel Standard
Paracas/San Agustin Paracas*** o sim
Nasca/Casa Andina Classic*** o sim
Arequipa/Casa Andina Classic*** o sim
Canyon del Colca/Eco Inn *** o sim
Puno/Eco Inn Puno*** o sim
Cuzco/Los Portales***o sim
Aguas Calientes/Casandina Classic***o sim
Lima/San Agustin Exclusive*** o sim

Hotel Superior (Su richiesta):
Paracas/Hacienda Paracas**** o sim
Nasca/Nasca Lines*** o sim
Arequipa/Casandina Select**** o sim
Canyon del Colca/Colca Lodge*** sup o sim
Puno/Posada del Inca**** o sim
Cuzco/Costa del Sol **** o sim
Aguas Calientes/El Mapi (superior deluxe)*** o sim
Lima/Sol de Oro***** o sim

Attenzione: Il programma potrebbe subire delle variazioni, anche in corso di viaggio, senza modificare il contenuto delle visite.
Note importanti:

Dal Luglio 2011 a Machu Picchu è previsto un numero massimo di visitatori per giorno. Si raccomanda pertanto di inoltrarci la prenotazione del viaggio con anticipo per avere la certezza della disponibilità della visita.
Il Perù è un paese molto vasto che obbliga spesso a tempi di trasferimento piuttosto lunghi.
Durante il viaggio si toccano località situate ad altitudine superiore ai 3.500 m s.l.d.m. L’itinerario è studiato in modo da limitare il più possibile i disturbi dovuti all’altitudine, tuttavia è importante che i partecipanti godano di buona salute al momento di intraprendere il viaggio.
Per prenotazioni a meno di un mese dalla partenza è necessaria la riconferma dell’effettuazione del tour


La quota comprende

  • Voli internazionali Air Europa da Milano Malpensa e da Roma in classe turistica
  • Volo interno in classe turistica
  • Hotel menzionati o se non disponibili altri della stessa categoria su base doppia camera standard (due letti singoli, il letto matrimoniale non è mai garantito)
  • Trattamento indicato nel programma
  • Trasferimenti come specificato nel programma.
  • Visite ed escursioni come da programma con servizio privato e guida in italiano a partire da 10 partecipanti, tranne dove espressamente indicato. Servizi collettivi e guida in italiano (non sempre garantita) fino a 9 partecipanti.
  • Treno Expedition per Machu Picchu
  • Accompagnatore locale parlante italiano da Lima a Lima a partire da 15 partecipanti
  • L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio.
  • La polizza Viaggi Rischio Zero.
  • Gadget previsti e documentazione informativa
  • Spese di iscrizione

La quota non comprende

  • Le tasse aeroportuali da inserire nel biglietto (circa € 510 – da riconfermare al momento dell’emissione del biglietto)
  • Il sorvolo delle linee di Nazca (€ 130,00) e le tasse aeroportuali di Nazca (usd 10 – da pagare in loco)
  • Tassa portuale di Paracas (usd 6 – da pagare in loco)
  • La Polizza a copertura delle penali d’annullamento del viaggio
  • Garanzia “PREZZO SICURO”
  • I pasti non indicati, le bevande, le mance e gli extra di carattere personale.
  • Le escursioni facoltative, l’eccedenza bagaglio e tutto quanto non espressamente indicato ne “la quota comprende”.
Richiedi maggiori informazioni




Espressione del consenso al trattamento dei dati personali
Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati da questa informativa, ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D.lgs. 196/03.

Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Lago Titicaca e Isla del Sol

Durata: 13 giorni / 10 notti

da € 2.620 - Voli inclusi

Durata: 13 giorni / 10 notti

da € 2.620 - Voli inclusi

Arequipa la cattedrale

Durata: 13 giorni / 10 notti

da € 2.620 - Voli inclusi

Aruba, Eagle Beach

Durata: 16 giorni / 14 notti

da € 3.690 - Voli intercontinentali esclusi

Articoli che potrebbero piacerti
Choquequirao Inca city

Choquequirao (in lingua quechua Chuqi K’iraw = Culla dell’Oro) si trova ubicato a 3.085 m slm tra le cime della catena montuosa di Salkantay

Sky Lodge Valle Sacra

Lo Sky Lodge si trova nella Valle Sacra ed è raggiungibile grazie ad una scalata di 400 metri lungo la via ferrata o tramite un sistema di Zip-line.

Newsletter


Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 23, D.Lgs. 196/2003

Tour 2000 Srl
Via Martiri della Resistenza, 95 - 60125 Ancona
P.IVA, CF e n. iscr. CCIAA 01445850421
R.E.A. AN 131683
Capitale Sociale € 100.000,00
Continua a seguirci su