http://www.tour2000.it?p=15619
per informazioni: Tour 2000 Srl
Via 1° Maggio, 16/b - 60131 Ancona
Tel. 071 2803752 - [email protected]

Un viaggio affascinante per i continui contrasti che il paese offre. Da Buenos Aires, una metropoli cosmopolita, viva e ricca di cultura si raggiunge El Calafate per esplorare la terra dei ghiacci con il famoso Ghiacciaio Perito Moreno ed il Parco Nazionale Los Glaciares. Risalendo il paese si arriva a Salta, nel Norte Argentino un mondo opposto alle steppe della Patagonia con montagne colorate, deserti di sale, un treno che raggiunge i 4.000m slm, cittadine coloniali e suggestivi villaggi andini. Si vola alle cascate di Iguazù, affascinanti sia dalla parte argentina che da quella brasiliana, uno spettacolo naturale imperdibile. Si prosegue per le per le fantastiche rovine delle Missioni gesuitiche di San Ignacio Minì al confine tra Argentina, Brasile e Paraguay. Infine si scoprono le sorprendenti lagune e paludi dell’oasi naturalistica degli Esteros del Iberà, ricchissima di flora e fauna uniche.

giorno 1

ITALIA – BUENOS AIRES

Partenza con volo di linea intercontinentale. Pasti e pernottamento a bordo.

giorno 2

ARRIVO A BUENOS AIRES

Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Pomeriggio dedicato alla visita di Buenos Aires iniziando dalla Plaza de Armas, oggi conosciuta come la Plaza de Mayo, centro storico, politico e culturale della città. La Piramide de Mayo, che si innalza nel centro della piazza, è stato il primo Monumento Storico Nazionale inaugurato nel 1811. Sulla piazza si affacciano la Casa Rosada, attuale sede del Potere Esecutivo Nazionale, il Cabildo, primo casa municipale risalente al 1754, in stile coloniali, e la Catedral Metropolitana. Si prosegue lungo la Avenida de Mayo, una delle zone urbanistiche più interessanti della città con edifici di stili diversi, fino a raggiungere il Palacio del Congreso, edificio di stile eclettico con forti influenze neoclassiche, sede del potere legislativo nazionale. Nelle vicinanze si trova la Plaza Congreso con il Monumento dei Dos Congresos. Il tour continua per la Avenida 9 de Julio famosa per l’Obelisco, il simbolo della città, e per il Teatro Colon, riconosciuto mondialmente per la sua eccezionale acustica. Dirigendosi a sud si arriva nel pittoresco La Boca, con il colorato Caminito, dalle particolari case di lamiera multicolori ancora oggi abitate. La Boca è la culla del grande calcio in Argentina in quanto qui sono nate le mitiche squadre del River Plate e Boca Juniors, quest’ultimo con il suo famoso stadio “la Bombonera”.Infine sosta per la visita del quartiere di San Telmo, uno dei più antichi della città, abitato fino alla fine del secolo XIX da famiglie aristocratiche. Oggi è noto per il mercato di antiquariato che si svolge ogni domenica e per le numerose “tanguerias”, ristoranti e bar.

Pernottamento.

BUENOS AIRES Buenos Aires: dinamica, elegante, cosmopolita, nostalgica, è la città più Europea del continente senza perdere l’estro sudamericano con le sue piazze in stile coloniale, viali ombrosi, originali fiere di antiquariato, teatri di fama mondiale ed interessanti musei. Famosa per l’affascinante quartiere del porto di La Boca, con strade lastricate, case dipinte dai colori vivaci dove si stabilirono i primi immigranti genovesi e siciliani e dove si consiglia la visita dello stadio “la Bombonera”, meta di pellegrinaggio degli amanti del calcio. Qui nel XIX secolo è nato il tango, la musica nostalgica simbolo dell’Argentina, grazie all’unione di diversi ritmi musicali. Il centro della città è sede di edifici coloniali governativi come La Casa Rosada, El Cabildo e la Cattedrale Metropolitana che circondano la Plaza de Mayo. A pochi passi dalla piazza si trova lo storico “Cafe Tortoni”, luogo di incontro di artisti e frequentato da Borges, Carlos Cardel o Benito Quinquela Martin. Nelle vicinanze il quartiere bohemio di San Telmo è pieno di pittoresche case intervallate da negozi di antiquariato, bar, ristoranti, “milongas” dove gli argentini ballano il tango. Ogni domenica nella Piazza Dorrego si svolge il famoso mercato dell’antiquariato. Fuori dal centro storico, nell’elegante quartiere de La Recoleta si trova il Cimitero del Norte dove fu sepolta Evita Peron ed è caratterizzato da magnifici edifici dalla forte influenza francese e italiana, ottimi ristoranti, raffinati bar e negozi trendy. Si consiglia inoltre la visita del frizzante quartiere di Palermo suddiviso in Soho e Hollywood, dalle caratteristiche strade lastricate e case in stile Italiano che negli ultimi anni si è trasformato in una delle zone più mondane di Buenos Aires con ristoranti, gallerie d’arte e boutique di designer emergenti. Per gli amanti della cultura imperdibile è la visita del Teatro Colon costruito nel 1908, un imponente edificio in stile italo francese, del Museo MALBA che raccoglie una grande collezione di arte moderna Latinoamericana e del Museo Evita che racconta la figura di Evita attraverso oggetti, filmati e fotografie.

giorno 3

BUENOS AIRES – EL CALAFATE

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo per El Calafate. Arrivo, trasferimento e sistemazione all’Hotel Kosten Aike**** o similare. Pernottamento.

EL CALAFATE El Calafate deve il suo nome da una parola indigena che identifica un arbusto della famiglia delle Berberidaceae, tipico della Patagonia, le cui bacche sono protette da spine e contengono una sostanza che possiede proprietà medicinali. Un tempo utilizzati dalle popolazioni indigene per tingere i tessuti, oggi i frutti sono impiegati per produrre deliziose marmellate. La leggenda racconta che “el que toma el calafate, volvera” (chi mangia calafate, ritornerà). Il luogo un tempo era un semplice punto di ristoro durante i viaggi tra un estancia e l’altra della Patagonia mentre oggi El Calafate è una piacevole cittadina turistica, ottimo punto di partenza per la visita del ghiacciaio Perito Moreno e del settore meridionale del Parco Nazionale Los Glaciares. Nelle vicinanze si trova l’interessante Glaciarium, il museo del ghiaccio, ospitato all’interno di una struttura che ricorda il fronte del ghiacciaio Perito Moreno. Le sale permettono di immergersi nel mondo affascinante della glaciologia e di conoscere l’esplorazione di una delle più incredibili aree del continente, mentre nel sottosuolo il GlacioBar, invita ad assaporare un freschissimo drink.

giorno 4

EL CALAFATE

Prima colazione. Giornata libera. Pernottamento.

Si consiglia l’escursione all'Estancia Cristina oppure il tour in catamarano sul lago Argentino alla scoperta dei ghiacciai.

Attenzione: nel periodo da ottobre a marzo consigliamo di prenotare in anticipo l'escursione all'Estancia Cristina per evitare problemi di disponibilità

giorno 5

EL CALAFATE - PERITO MORENO - EL CALAFATE (B/-/-/)

Prima colazione. In mattinata partenza attraverso la steppa patagonica fino ad arrivare al ghiacciaio Perito Moreno. I sentieri all’interno del parco permettono di raggiungere l’immensa parete di ghiaccio, dove si avrà la possibilità di ascoltare il ruggito del ghiaccio che cadono nelle acque del lago.

Distanza El Calafate – Perito Moreno: circa 80 Km
Durata escursione: 8h circa

Pernottamento.

PERITO MORENO Il Perito Moreno è una massa immensa di ghiaccio che cade a picco sul Lago Argentino, con un fronte che si estende per cinque chilometri in larghezza e pareti che si innalzano fino a sessanta metri sopra le acque, nascondendosi per altri duecento sotto il livello del lago. Il ghiacciaio è uno dei pochi al mondo ancora in espansione ed è caratterizzato dalle continue rotture di torri ghiacciate che si staccano dal fronte e si schiantano nelle acque del lago risuonando come colpi di cannone nel silenzio del Parco. Sorprende la meravigliosa varietà di colori del ghiaccio che vanno dal bianco come la neve, al rame con venature di grigio all’incredibile blu profondo. Lo spettacolo è stupefacente: una enorme lingua di ghiaccio che si fa strada tra le montagne, l’azzurro del lago argentino, i lastroni di ghiaccio che vagano solitari ed il volo silenzioso di qualche condor.

giorno 6

EL CALAFATE – SALTA

Trasferimento all’aeroporto e partenza con volo diretto per Salta con cambio di aeromobile a Buenos Aires. Arrivo, trasferimento e sistemazione all’Hotel Solar de la Plaza**** o similare. Pernottamento.

SALTA Fondata nel 1582, Salta si trova nel cuore del nord-ovest dell'Argentina, base ideale per scoprire le bellezze naturali e la cultura delle Ande. Incorniciata da colline e fertili valli, Salta vanta inoltre un invidiabile clima primaverile. La Piazza 9 de Julio è il centro della città, dove si affacciano belle case e palazzi coloniali dai colori pastello tra i quali il Cabildo che ospita il Museo Storico, Il centro culturale America, il teatro, la Cattedrale che custodisce un bell’altare barocco e l’interessante MAAM (Museo Archeologico di Alta Montagna). Il museo espone reperti archeologici inca e le mummie dei bambini ritrovate intatte in cima al vulcano Llullaillaco a 6.700 m.s.l.m che si ipotizza siano stati offerti in sacrificio rituale insieme ad argento, oro e tessuti. Nelle vicinanze si trovano inoltre la Chiesa di San Francisco che possiede una bella facciata riccamente decorata ed il Convento di San Bernardo con la porta di legno finemente intagliata. Salta offre per di più una vivace vita notturna con le famose peñas dove ascoltare musica folcloristica, provare i piatti tipici della regione e le famose empanadas che sono assolutamente da assaggiare.

giorno 7

SALTA – PURMAMARCA - QUEBRADA DE HUMAHUACA – SALTA

Prima colazione. Giornata dedicata alla visita del pittoresco villaggio andino di Purmamarca, circondata dalla montagna dei Sette Colori, della Quebrada de Humahuaca, di Tilcara, l’antica fortezza precolombiana e Uquía famosa per i bei dipinti custoditi nella Chiesa. In seguito rientro a Salta con sosta per la visita di Maimará e la “paleta del pintor”, la montagna dai colori pastello.

Altitudine massima: 3.000 m.sl.m
Durata escursione: 14h circa
Distanza totale: 520 Km
Pernottamento.

giorno 8

SALTA – CAFAYATE – SALTA

Prima colazione. Partenza in direzione sud attraverso la "Quebrada de las Conchas", attraversando formazioni rocciose molto particolari causate dalla pioggia e dal vento che raffigurano l'Anfiteatro, la gola del diavolo, il castello o l’obelisco. Arrivo a Cafayate, una delle più importanti aree di produzione vinicola dell’Argentina, e visita della cittadina che conserva edifici coloniali e barocchi e di una cantina vinicola. Ritorno a Salta.Pernottamento.

giorno 9

SALTA – PUERTO IGUAZÚ

Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita di Salta. Camminata nel centro storico ricco di edifici coloniali tra cui la Chiesa e il Convento di San Francisco, il Cabildo, il Convento di San Bernardo e la Cattedrale. Proseguimento per il Cerro San Bernardo che offre una bella vista panoramica della città e del mercato artigianale.

Si consiglia la visita del Museo MAAM

Durata escursione: 4h circa
In seguito trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per Puerto Iguazú. Arrivo, trasferimento e sistemazione all’Hotel Mercure***** o similare. Pernottamento.

giorno 10

PARQUE NACIONAL IGUAZU La stragrande maggioranza delle cascate si trovano dalla parte argentina, all'interno del Parque Nacional Iguazú, anch’esso ricchissimo di flora e fauna uniche, visitabile grazie ad un sistema di passerelle e sentieri nella foresta che permettono di vivere un’esperienza straordinaria. In uno dei punti più impressionanti si trova la Garganta del Diablo raggiungibile a bordo di un caratteristico trenino, il Tren de la Selva, proseguendo poi a piedi, fino ad una piattaforma panoramica e ammirare la potenza dell’acqua che si precipita con un boato incredibile per 70 metri.

Prima colazione. Partenza per la visita delle Cascate di Iguazú, situate all’interno del Parco Nazionale Iguazú. Con un’estensione di 67.000 ettari questo parco è stato dichiarato Patrimonio Naturale dell’Umanità UNSCO e racchiude 275 salti d’acqua. Dall’ “Estación Central”, si può raggiungere la “Estación Garganta del Diablo” e camminare sulle passerelle che permettono la visita dei salti Dos Hermanas, Alvar Nuñez, San Martín, Bosetti e Peñón de la Bella Vista e si ammirare la Garganta del Diablo, un’impressionante cascata che precipita per 70 metri. Pernottamento.

Durata escursione: 6h circa

giorno 11

PUERTO IGUAZÚ – MISSIONI GESUITICHE – ESTEROS DEL IBERÁ

Prima colazione. In mattinata partenza per gli Esteros del Iberá con sosta per la visita della Missione Gesuitica di San Ignacio Minì. Pranzo in corso di escursione. Arrivo in serata e sistemazione all’Estancia Rincón del Socorro. Cena.Pernottamento.

POSADAS

giorno 12

ESTEROS DEL IBERÁ

Pensione completa. Giornate dedicate ad attività, escursioni ed esplorazioni della Riserva Esteros del Iberá organizzate direttamente dal Lodge. Pernottamento.La riserva Esteros del Iberá è sicuramente uno delle aree naturalistiche meglio conservate dell’Argentina e racchiude un territorio di circa 13.000 chilometri quadrati che comprende una grande rete fluviale di zone umide, paludi, lagune con una vegetazione acquatica che forma isole galleggianti e tutela una grande quantità di mammiferi, rettili, anfibi e uccelli. Un paradiso per gli amanti della natura e del bird-watching dove si possono osservare oltre 350 specie di uccelli tra cui pappagalli, cormorani, colibrì, garze, aironi, cicogne e colorati martin pescatore. Questo territorio magico e sorprendente è anche l’habitat di caimani neri, nutrie, lontre giganti, scimmie urlatrici, cervi delle paludi, capibara e vari generi di serpenti. Di notte si possono inoltre osservare il gatto selvatico e l’armadillo. La zona può essere esplorata con passeggiate a cavallo, a piedi oppure con escursioni in barca.

giorno 13

ESTEROS DEL IBERÁ

Pensione completa. Si potranno effettuare camminate nella riserva, passeggiate a cavallo e a piedi, birdwatching, escursioni in barca, safari notturni e visite culturali. Pernottamento.

giorno 14

ESTEROS DEL IBERÁ – BUENOS AIRES

Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto di Posadas e partenza con volo di linea per Buenos Aires. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. In serata cena con spettacolo di Tango. Pernottamento.

giorno 15

PARTENZA DA BUENOS AIRES

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto. Partenza con volo di linea intercontinentale. Pasti e pernottamento a bordo.

giorno 16

ARRIVO IN ITALIA

Richiedi maggiori informazioni




Espressione del consenso al trattamento dei dati personali
Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati da questa informativa, ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D.lgs. 196/03.

Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti
Torres del Paine

Ciao Manu! Grazie del viaggio è stato stupendo e perfetto! Ti scrivo come è andata.

Cerro 7 colores

Il nord dell’Argentina è un territorio molto vario, con fertili valli piene di agrumeti e piantagioni di canna da zucchero, boschi verdissimi e vigneti, la puna, un paesaggio impressionante, arido, con deserti ocra dove vagano i lama,

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Continua a seguirci su