http://www.tour2000.it?p=5785
per informazioni: Tour 2000 Srl
Via Martiri della Resistenza, 95 - 60125 Ancona
Tel. 071 2803752 - [email protected]

Un viaggio che permetterà di ammirare alcune delle incredibili bellezze di questo paese ancora poco conosciuto. Dai più famosi centri storici di Bogotà e Cartagena, veri e propri gioielli d’arte e architettura coloniale, alle immense piscine di sale di Manaure, fino a raggiungere il Parco Nazionale di Tayrona che ospita numerosissime specie di mammiferi e uccelli in una vegetazione rigogliosa di boschi, mangrovie e montagne. Per completare, una rapida escursione a Cabo La Vela per qualche ora di relax sulla spiaggia.

giorno 1

ITALIA - BOGOTÀ

Partenza dall’Italia con volo di linea intercontinentale per Bogotà. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel.Pernottamento.

giorno 2

BOGOTÀ

Prima colazione. Mattinata dedicata ad una camminata nel centro storico della città visitando la Candelaria, in particolare Plaza Bolivar dove si affacciano la Cattedrale, la Capilla del Sagrario, il Capitolio, il Palazzo di Giustizia e l’edificio Liévano. Proseguimento per la visita del Museo Botero e il Museo de Oro. Pomeriggio libero. Pernottamento.

Attenzione: Museo de Oro chiuso il lunedì e Museo Botero chiuso il martedì
Durata escursione: 4h circa

BOGOTA' Bogotá, la Capitale della Colombia è una città importante per l’arte e la cultura. Il quartiere più antico, conosciuto con il nome de La Candelaria, è formato da costruzioni di tipo coloniale, di eredità ispanica, caratterizzate da finestre protette da inferriate, spessi portoni, balconi di legno e patii interni che nascondono giardini. Il cuore della città è Plaza Bolivar, al cui centro si erige la Statua di Simon Bolivar, il Libertador. Chiamata originariamente Plaza Mayor fu utilizzata per rappresentazioni civili e militari, come mercato, circo dei tori e come luogo delle esecuzioni capitali. Sulla piazza si affaccia la Cattedrale che fu costruita nel luogo dove venne innalzata la prima chiesa di Bogotà, nel 1539. Al lato la Capilla del Sagrario, gioiello architettonico religioso della città. Nelle vicinanze il Capitolio, costruito dal 1847 al 1926, di influenza mista fu elaborato in pietra bionda e la sua costruzione è opera di diverse generazioni di tagliatori. Nei patii interni si trovano eretti i busti dei presidenti della Repubblica, del Generale Tomas Cipriano de Mosquera e Rafael Nuñez, autore dell’inno nazionale. Importanti inoltre il Palazzo di Giustizia e la sede dell’Alcaldia Mayor o Edificio Lievano. Imperdibile è il Museo de Oro che raccoglie circa 34.000 pezzi di oggetti d’oro e 20.000 di oggetti di pietra, ceramica, tessili e di pietre preziose appartenenti alle culture Quimbaya, Calima, Tairona, Sinu, Muisca, Tolima, Tumaco e Madalena. E’ considerata la collezione più importante del mondo nel suo genere.

giorno 3

BOGOTÀ - RIOHACHA

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo per Riohacha. Arrivo e trasferimento in hotel. Pranzo. Pomeriggio dedicato alla visita delle comunità indigene locali, come i Wayuu e gli Yonna, per conoscerne lo stile di vita e gli aspetti culturali. Rientro a Riohacha, cena e pernottamento.

RIOHACHA Riohacha, cittadina tranquilla che si affaccia sulla stretta baia Boca de Camaron, fu fondata nel 1526 con il nome di Nuestra Señora de las Nieves.

giorno 4

RIOHACHA – CABO LA VELA

Prima colazione. In mattinata partenza verso la Guajira. Dopo circa 60 Km sosta per la visita delle saline di Manaure. Immense piscine di sale che assumono diverse tonalità di colore passando dal bianco al viola intenso. Con il forte sole e il vento, l’acqua evapora lasciando lunghe distese bianche e con il lavoro manuale della comunità Wayuu si trasformano in montagne di sale brillante. Proseguimento per Uribia, la capitale del dipartimento, e sosta per la visita di un centro artigianale dove si potrà ammirare il lavoro della comunità che pazientemente realizza amache e borse di estrema bellezza. Proseguimento quindi lungo la strada sterrata parallela ai binari della ferrovia. I treni che percorrono questa regione trasportano il carbone estratto dalla miniera fino al porto Bolivar dove viene imbarcato ed esportato. Lasciati i binari, la strada attraversa il deserto, interrotto sporadicamente da cactus e dalle abitazioni dei Wayuu. Arrivo al Cabo de la Vela e sistemazione in semplici strutture (è necessario un buon spirito di adattamento). Cena e pernottamento.

LA GUAJIRA È una vasta distesa di sabbia e mare e rappresenta il punto più a nord della Colombia. La penisola di La Guajira è suddivisa in tre parti: la Guajira Meridionale, con il capoluogo Riohacha; la Guajira Centrale al confine con il Venezuela, la Guajira Alta, con i suoi paradisi isolati di Cabo de la Vela e Punta Gallinas, punto d’incontro tra il deserto e il mare, mostra un paesaggio incantevole.

giorno 5

CABO LA VELA

Prima colazione. In mattinata Visita del Mirador del Faro. Resto della giornata a disposizione per attività balneari. Cabo de la Vela rappresenta un luogo sacro per i Wayuu: in base alla loro religione, infatti, è da qui che gli spiriti dei guajiros, dopo la morte, iniziano il cammino verso l’ignoto. Cena e pernottamento.

CABO DE LA VELA È un remoto villaggio di pescatori abitato dai wayuu, a nord-ovest di Riohacha. Il “Cabo” da cui prende il nome è un promontorio roccioso che incombe sulle spiagge, sullo sfondo dei meravigliosi colori del deserto. Negli ultimi anni è diventato un’importante meta per l’ecoturismo e vanta molti alloggi in stile indigeno . Cabo de la Vela rappresenta un luogo sacro per la comunità indigena dei Wayuu; in base alla loro religione, infatti, è da qui che gli spiriti dei guajiros, dopo la morte, iniziano il cammino verso l’ignoto.

giorno 6

CABO DE LA VELA - RIOHACHA – SANTA MARTA

Prima colazione. Visita del Santuario di Flora e Fauna Los Flamencos. Nella laguna de Navio Quebrado si potranno osservare più di 300 fenicotteri che senza sosta si spostano con il becco immerso nella laguna in cerca di cibo.

LAGUNA DI NAVIO QUEBRADO Nei pressi di Riohacha, si trova la laguna de Navio Quebrado dove più di 300 fenicotteri si aggirano senza sosta immergendo il buffo becco nell’acqua, in cerca di cibo. Apparentemente sgraziati, su quelle zampe lunghe come trampoli, si muovono con una flemma elegantissima, resa ancor più aggraziata dai morbidi colori del piumaggio.

Nel pomeriggio trasferimento al Santa Marta. Arrivo dopo circa 4 ore e sistemazione in hotel.Pernottamento.

SANTA MARTA Santa Marta, la più antica città del Sudamerica, fu fondata nel 1525 da Rodrigo de Bastidas e fu il punto di partenza per la scoperta della Sierra Nevada e del saccheggio dell’oro e degli oggetti preziosi dei Tayrona. Da qui nel 1536 Jiménez de Quesada partì attraverso la valle del Rio Magdalena per fondare Bogotà. Il piccolo centro storico non ha la maestosità di Cartagena ma passeggiare per le viuzze dove si affacciano case ed edifici coloniali e la chiesa imbiancata a calce, riporta indietro nel tempo. Nelle vicinanze, molto interessante è la visita de “la Quinta de San Pedro Alejandrino”, la casa dove Simón Bolívar trascorse gli ultimi giorni della sua vita, antica Hacienda con una tenuta un tempo utilizzata per la coltivazione e lavorazione della canna da zucchero, oggi ospita diverse opere in omaggio al Libertador da parte di artisti latino-americani. Santa Marta, che si affaccia sul mar dei caraibi è inoltre il punto di partenza per scoprire le spiagge, le baie e le splendide insenature del Parco Nazionale Tayrona e della Sierra Nevada di Santa Marta.

giorno 7

SANTA MARTA - PARCO NAZIONALE TAYRONA – SANTA MARTA

Prima colazione. Intera giornata di escursione al Parco Nazionale Tayrona. Pranzo in corso di escursione. Pernottamento.Il Parco Nazionale Tayrona, ubicato a pochi chilometri da Santa Marta, protegge circa 15.000 ettari di foreste, coste e aree marine. Racchiude lunghe spiagge deserte, baie, insenature, una bella barriera corallina e un’incredibile foresta pluviale con una grande varietà di flora e fauna, tra cui 100 mammiferi, 200 specie di uccelli e numerosi rettili. Nel parco sono stati ritrovati siti archeologici che testimoniano l’esistenza di antiche culture come la città Tayrona di Chairama conosciuta come “Pueblito” e considerata ancora oggi sacra per i popoli Kogui e Arhuaco. I Tayrona appartenevano alla famiglia linguistica Chibcha, vivevano tra la Sierra Nevada e la costa Caraibica e possedevano una complessa organizzazione sociale con avanzate conoscenze tecnologiche che si ritrovano nelle terrazze sostenute da alti muri e collegate da una rete di canali che servivano per irrigare i terreni agricoli. Le città che si estendevano dalla costa fino alla cime della Sierra Nevada erano collegate con sentieri e scalinate di pietra e ancora oggi si utilizzano gli stessi cammini, dalla baia di Cañaveral si può raggiungere Pueblito, con un percorso a piedi di circa tre ore attraverso la foresta e le spiagge di Arrecifes, Cabo San Juan de Guía, Castilletes ognuna con la propria caratteristica e bellezza.

giorno 8

SANTA MARTA - CARTAGENA

Prima colazione. Trasferimento a Cartagena, arrivo dopo circa 5/6 ore e sistemazione in hotel. Pernottamento.

giorno 9

CARTAGENA

Prima colazione. Mattinata dedicata ad una camminata per la visita del centro coloniale della città. Pomeriggio libero. Pernottamento.

CARTAGENA Dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, conserva intatto il fascino dell’epoca coloniale con tipiche viuzze, balconi fioriti, chiese, monasteri e palazzi di grande bellezza. Fondata nel 1533, venne subito dotata di cinta muraria e castelli, La città vecchia è infatti interamente circondata da un complesso sistema fortificato, con diverse cinte murarie, bastioni angolari, cannoni di bronzo settecenteschi posti a guardia della baia. Cartagena,il più antico e principale porto sudamericano dell’epoca coloniale, fu infatti troppe volte oggetto delle “attenzioni” dei pirati e corsari caraibici. Se il centro storico ha mantenuto intatta l’impronta coloniale, altre zone della città si sono sviluppate seguendo l’evoluzione storica del Paese, a partire dall’età repubblicana (che nel 1811, dichiarata l’indipendenza, vide, tra l’altro, l’espulsione della Santa Inquisizione, che lasciò qui un magnifico palazzo in stile coloniale) fino ai tempi più recenti che hanno visto un massiccio sviluppo urbanistici della città. Grandi e numerosi grattacieli si affollano oggi alla periferia della città e lungo le coste, che con le sue splendide spiagge, rappresenta l’altra attrattiva di Cartagena. Spiagge di particolare bellezza si concentrano nelle vicine isole, come quella di Porto Naito, ad una ora e mezza circa di barca da Cartagena, delle Isole del Rosario, bellissimo arcipelago raggiungibile appena fuori dalla baia.

giorno 10

CARTAGENA (B/L-)

Prima colazione. Intera giornata di escursione all’Arcipelago del Rosario. Pranzo in corso di escursionePernottamento.PIER TAX

giorno 11

CARTAGENA

Prima colazione. Giornata libera.Pernottamento.

giorno 12

PARTENZA DA CARTAGENA

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto. Partenza con volo di linea intercontinentale. Pasti e pernottamento a bordo.

giorno 13

ARRIVO IN ITALIA

Arrivo in Italia e fine del viaggio.

Richiedi maggiori informazioni




Espressione del consenso al trattamento dei dati personali
Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati da questa informativa, ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D.lgs. 196/03.

Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti
Bogotà - Plaza Bolivar

Bogotà sta vivendo un gran fermento artistico e in centro città si possono trovare alcune gallerie molto importanti

Salt Cathedral Zipaquira

La Cattedrale di Sale di Zipaquirà è una affascinante opera ingegneristica unica al mondo, luogo sacro, ospitato all’interno delle miniere di sale di Zipaquirá

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Continua a seguirci su