http://www.tour2000.it?p=5901
per informazioni: Tour 2000 Srl
Via 1° Maggio, 16/b - 60131 Ancona
Tel. 071 2803752 - [email protected]

Fuori dagli itinerari più classici, una combinazione di archeologia, storia, cultura e natura. Dall’Honduras, con le antiche rovine Maya di Copàn, al El Salvador, dove conosceremo l’arte e la pittura locale, le tradizioni dell’artigianato e i sorprendenti e rari siti archeologici. Arriveremo quindi in Nicaragua, tra le amene città coloniali e passeggiate nella selvaggia natura, ci fermeremo al mare per goderci il puro relax nel magnifico mare della costa pacifica.
Un viaggio senza fretta, il vero Centro America da vivere, minuto dopo minuto, negli spostamenti via terra, il Centro America Fuori Rotta!

giorno 1

ITALIA – SAN PEDRO SULA

Partenza dall’Italia con volo di linea intercontinentale per San Pedro Sula. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento.

SAN PEDRO SULA San Pedro Sula è la seconda città per ampiezza e industrializzazione del Paese, è ritenuta la più florida nella zona compresa tra Messico e Panama. La città fu fondata da Pedro de Alvarado nella lussureggiante e fertile vallata del fiume Ulúa (Sula), alle pendici dei monti Merendón.

giorno 2

SAN PEDRO SULA – LA CAMPA – GRACIAS

Prima colazione. In mattinata partenza per la Campa e visita del pittoresco villaggio. In seguito trasferimento a Gracias e sistemazione in hotel. Pernottamento.

giorno 3

GRACIAS – SANTA ROSA – COPÁN RUINAS

Prima colazione. In mattinata partenza per Copán Ruinas con sosta per una breve visita di Santa Rosa de Copán. Sistemazione in hotel e pernottamento.

giorno 4

COPÁN RUINAS

Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita delle rovine di Copán. Pomeriggio libero. Pernottamento.

COPÁN Le splendide rovine di Copán sono uno dei siti maya più importanti del Centro America, certamente il più importante dell'Honduras e segnano il limite sud orientale del dominio maya. Alcune delle sculture più complesse si trovano sulle 21 stele, colonne di pietra alte 3 metri sulle quali si riteneva fosse registrato il passaggio del tempo. Le stele sono incise e scolpite con volti, figure e animali. Gli scavi hanno riportato alla luce anche campi da gioco, uno dei quali è stato ristrutturato.

giorno 5

COPÁN RUINAS - SUCHITOTO

Prima colazione.In mattinata trasferimento a Suchitoto (nel Salvador) e sistemazione in hotel. Pernottamento.

giorno 6

SUCHITOTO

Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita di Suchitoto. Pomeriggio libero, si consiglia l’escursione al tramonto sul lago di Suchitlàn e l’Isola de Los Pajaros (isola degli uccelli). Pernottamento.

SUCHITOTO Suchitoto, ovvero "il luogo degli uccelli e dei fiori" in nahuatl, venne fondata dai Pipiles più di 1000 anni fa. Oggi è una piccola e tranquilla cittadina coloniale. Passeggiare nelle stradine acciottolate circondate da antiche case coloniali, antichi portoni, balconate, alte finestre con inferriate, chiese, piazze e giardini riporta la memoria ai tempi passati. Attualmente la cittadina attira artisti da tutto il paese come Alejandro Coto che contribuisce con il Festival Permanente di Arte e Cultura allo sviluppo dell’arte e della cultura.

giorno 7

SUCHITOTO – LA UNION GOLFO DE FONSECA - LEÓN (Nicaragua)

Trasferimento (molto presto al mattino) al porto de la Union e partenza in barca lungo il Golfo di Fonseca. Arrivo a Potosì (attenzione! Dipendendo dalla marea, di solito lo sbarco avviene “bagnato”: bisogna scendere dalla barca direttamente sulla spiaggia.. un’esperienza speciale!), in Nicaragua.Disbrigo delle formalità doganali e proseguimento per León. Arrivo e sistemazione in hotel. Pernottamento.

giorno 8

LEÓN - FLOR DE CAÑA - LEÓN

Prima colazione. In mattinata visita della città. Nel pomeriggio visita alla fabbrica Flor de Caña (collettivo), produttrice di un raffinato rum. Pernottamento.

LEÓN Fondata da Francisco de Cordoba nel 1524, su un insediamento degli indios “Maribios”, León è riuscita a mantenere la sua autenticità di città coloniale un po’ decadente e per questo particolarmente affascinante, che si riscopre, ancora oggi, nei tipici edifici, nei vari musei e gallerie sparse per la città. Degni di interesse sono la maestosa cattedrale, (dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO nel 2011), la casa che diede i natali al poeta Rubén Dario e la galleria d’arte “Ortiz Guardiàn”, il più bel museo di arte contemporanea dell’America centrale. Da non perdere inoltre, i murales nel centro storico della città, che raccontano la Storia del Paese.

giorno 9

LEÓN - VULCANO MASAYA - GRANADA

Prima colazione. In mattinata partenza per Granada con sosta per la visita del Parco Nazionale Vólcan Masaya e del mercato dell’artigianato. Arrivo e sistemazione in hotel. Pernottamento.

VULCANO MASAYA Il vulcano Masaya, ubicato nel Parco nazionale omonimo, è chiamato dal popolo chorotega "montagna che brucia", poiché credevano che le eruzioni fossero segni dell'ira della dea del fuoco. Si potranno osservare le fumarole che fuoriescono dalla bocca del vulcano provocate dai gas solforosi e dal continuo ribollire della lava. Molto interessante la visita del vulcano dove si arriva con la macchina fin sul cratere e del mercato dove sarà possibile trovare il miglior artigianato del Paese: amache, dipinti naif dai colori accesi, sculture, ceramiche, oggetti in fibre naturali. Anche senza acquistare nulla la visita è un’esperienza divertente e colorata.

giorno 10

GRANADA

Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita di Granada. Nel pomeriggio escursione sul lago Nicaragua per la visita de Las Isletas. Pernottamento.

GRANADA Granada fu fondata da Francisco Hernandez de Cordoba nel 1524, sulle rive del lago Nicaragua e nelle vicinanze del Vulcano Mombacho. E’ considerata una delle più antiche città coloniali dell’emisfero occidentale. Passeggiando nel centro storico, degni di nota sono la chiesa ed il Convento di San Francisco insieme alla Chiesa de la Merced (dove si può raggiungere la torre della campana con spettacolari vedute sulla città, il Lago Nicaragua ed il Vulcano Mombacho), il Fuerte La Polvora, le vecchie mura, le case coloniali ricche di antico fascino.

giorno 11

GRANADA – MANAGUA - PARTENZA PER L’ITALIA .

Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto di Managua e partenza con volo di linea intercontinentale (QUOTATO A PARTE) per l’Italia. Pasti e pernottamento a bordo.

giorno 12

ARRIVO IN ITALIA

Arrivo in Italia e fine del viaggio.

Richiedi maggiori informazioni




Espressione del consenso al trattamento dei dati personali
Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati da questa informativa, ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D.lgs. 196/03.

Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti
Rum

Flor de Caña, creata nel 1890 a Chichigalpa è oggi diventata la più importante produttrice di rum in America Centrale.

isletas de granada nicaragua

L’area dove si trovano Las Isletas di Granada comprende circa 360 piccoli isolotti vulcanici sul lago Nicaragua, formate dall’eruzione del Vulcano Mombacho 20.000 anni fa.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Continua a seguirci su