http://www.tour2000.it?p=10696
per informazioni: Tour 2000 Srl
Via Martiri della Resistenza, 95 - 60125 Ancona
Tel. 071 2803752 - [email protected]

Un Viaggio straordinario, alla scoperta delle zone vinicole dell’Argentina e del Cile rinomate in tutto il mondo. Si conosceranno Buenos Aires, elegante, cosmopolita, nostalgica, con possibilità di assistere a corsi di cucina e degustare le parillas nei migliori ristoranti della città, con un tour gastronomico dedicato e Mendoza, la capitale del vino argentino, con visita di una delle Cantine più famose e degustazione. Per arrivare in Cile si percorrerà una strada spettacolare da Mendoza fino a Santiago del Cile, con sosta per ammirare il monte Aconcagua che con i suoi 6.962 m. è il più alto delle Americhe e per godere di grandiosi panorami. Dopo l’incontro con Santiago, una delle capitali più attraenti e vivaci dell’America Latina si prosegue per la Valle dei Vini dove si trovano le più importanti case di produzione vinicole del Cile e di qui a Valparaiso, famosa per la casa di Pablo Neruda e per il suo bellissimo centro storico, coloratissimo, un museo a cielo aperto, dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

giorno 1

ITALIA – BUENOS AIRES

Partenza dall’Italia con volo di linea intercontinentale per Buenos Aires. Pasti e pernottamento a bordo.

giorno 2

ARRIVO A BUENOS AIRES

Arrivo, trasferimento e sistemazione all’Hotel Boutique Mio Buenos Aires. Pomeriggio dedicato alla visita della Casa Rosada, Plaza de Mayo e il quartiere di la Boca. Pernottamento.

BUENOS AIRES Buenos Aires: dinamica, elegante, cosmopolita, nostalgica, è la città più Europea del continente senza perdere l’estro sudamericano con le sue piazze in stile coloniale, viali ombrosi, originali fiere di antiquariato, teatri di fama mondiale ed interessanti musei. Famosa per l’affascinante quartiere del porto di La Boca, con strade lastricate, case dipinte dai colori vivaci dove si stabilirono i primi immigranti genovesi e siciliani e dove si consiglia la visita dello stadio “la Bombonera”, meta di pellegrinaggio degli amanti del calcio. Qui nel XIX secolo è nato il tango, la musica nostalgica simbolo dell’Argentina, grazie all’unione di diversi ritmi musicali. Il centro della città è sede di edifici coloniali governativi come La Casa Rosada, El Cabildo e la Cattedrale Metropolitana che circondano la Plaza de Mayo. A pochi passi dalla piazza si trova lo storico “Cafe Tortoni”, luogo di incontro di artisti e frequentato da Borges, Carlos Cardel o Benito Quinquela Martin. Nelle vicinanze il quartiere bohemio di San Telmo è pieno di pittoresche case intervallate da negozi di antiquariato, bar, ristoranti, “milongas” dove gli argentini ballano il tango. Ogni domenica nella Piazza Dorrego si svolge il famoso mercato dell’antiquariato. Fuori dal centro storico, nell’elegante quartiere de La Recoleta si trova il Cimitero del Norte dove fu sepolta Evita Peron ed è caratterizzato da magnifici edifici dalla forte influenza francese e italiana, ottimi ristoranti, raffinati bar e negozi trendy. Si consiglia inoltre la visita del frizzante quartiere di Palermo suddiviso in Soho e Hollywood, dalle caratteristiche strade lastricate e case in stile Italiano che negli ultimi anni si è trasformato in una delle zone più mondane di Buenos Aires con ristoranti, gallerie d’arte e boutique di designer emergenti. Per gli amanti della cultura imperdibile è la visita del Teatro Colon costruito nel 1908, un imponente edificio in stile italo francese, del Museo MALBA che raccoglie una grande collezione di arte moderna Latinoamericana e del Museo Evita che racconta la figura di Evita attraverso oggetti, filmati e fotografie.

giorno 3

BUENOS AIRES

Prima colazione. Mattinata dedicata ad un mini corso di cucina pratica o un tour alla scoperta della “Parilla”. Pranzo in corso di escursione. Pomeriggio libero.

Si consiglia la visita dei famosi bar della città che rivestono un’importanza fondamentale nella storia e architettura di Buenos Aires tra i quali London City, Tortoni, Gato Negro e 36 Billares. Oppure la visita di atelier di famosi artisti argentini che permette di conoscere l’identità culturale del Paese attraverso opere realizzate con diversi metodi e tecniche.

Pernottamento.

giorno 4

BUENOS AIRES – MENDOZA

Prima colazione. Mattinata libera. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per Mendoza. . All’arrivo, trasferimento e sistemazione all’Hotel Entre Cielos*****. PernottamentoPernottamento.

MENDOZA La città di Mendoza sorge in una valle collinare ai piedi della Cordigliera della Ande e del Parco Nazionale Aconcagua, dove si trova il Monte omonimo, una delle cime più elevate del mondo (6.949 m.) che richiama alpinisti e amanti del trekking da ogni Paese. Un tempo la città faceva parte della colonia spagnola del Cile, infatti fu fondata Il 2 marzo 1561 da Pedro del Castillo che la chiamò Mendoza in onore del governatore del Cile, don García Hurtado de Mendoza che aveva inviato la spedizione per civilizzare gli indigeni Huarpe che abitavano la zona. L'estesa rete di canali di irrigazione esistente fu sfruttata dai colonizzatori che piantarono i vigneti che ben presto divennero i più produttivi del Sud America e già nel 1700, i commercianti della città, vendevano il vino a Santiago, Cordoba e Buenos Aires. Il centro della città si estende lungo la Plaza Independencia, Cile, España, Italia e il parque San Martín che gode di una bella vista sulla città ed è sede della Festa della Vendemmia che si tiene a marzo ma del passato coloniale resta poco, in quanto la città fu rasa al suolo da un terribile terremoto nel 1861 e ricostruita alla fine del XIX secolo.

giorno 5

MENDOZA

Prima colazione. In mattinata partenza per la storica azienda vinicola Bodega Norton. Fondata nel 1895, è stata la prima cantina a stabilirsi nel sud della valle del fiume Mendoza, considerata una regione premium della vitivinicoltura argentina. Nel 2008 è stata scelta come miglior cantina d’Argentina dalla prestigiosa rivista “Wine Spectator”. Arrivo e visita della cantina alla scoperta della varietà Malbec, vitigno simbolo del Paese e delle tecniche di produzione ed invecchiamento. In seguito, come dei veri enologi, si avrà la possibilità di produrre un nuovo vino ottenuto utilizzando miscele di uve di differenti vitigni. Pranzo in corso di escursione. Pomeriggio libero. Pernottamento.

giorno 6

MENDOZA – SANTIAGO

Prima colazione. Trasferimento a Santiago, in Cile, percorrendo strade di montagna dai panorami mozzafiato dove si potranno ammirare la diga e Villa de Potrerillos, la Valle de Uspallata dominata dall’imponente Aconcagua e il Puente Inca, un ponte naturale utilizzato fin dall’epoca Incaica sulla via di collegamento tra Argentina, Cile e Perù. Arrivo a Las Cuevas, al confine con il Cile, disbrigo delle formalità doganali e proseguimento per Santiago. Sistemazione all’Hotel The Singular***** e pernottamento.

SANTIAGO Santiago, la capitale, adagiata nella valle centrale del Paese e circondata dalle montagne della cordigliera delle Ande è il centro politico, amministrativo e culturale del Cile. A causa dei numerosi terremoti la città ha subito nel corso degli anni notevoli cambiamenti e oggi edifici storici lasciano spazio a grattacieli e moderni centri commerciali. Il cuore del centro storico si sviluppa intorno alla vivace Plaza de Armas, dove si affacciano la Cattedrale, il Correo Central, il Palazzo della Real Audencia, in passato utilizzato come governo e il Municipio. Nelle vicinanze si trovano il Paseo Ahumada, la via commerciale pedonale piena di negozi, bar e ristoranti, il Palacio de la Moneda, in stile neoclassico progettato nel 1785, il Palazzo Cousiño appartenente alla famiglia Cousiño-Goyenechea, tra le più facoltose dell’epoca e il Teatro Municipale, un vero gioiello architettonico. Da non perdere la visita del Mercado Central, costruito alla fine dell’800, in bella struttura di ferro importata dall’Inghilterra che oggi ospita il pittoresco mercato del pesce dove si trovano ristoranti che offrono ottimi piatti. A nord, al di là del Rio Mapocho, si può raggiungere il Cerro San Cristóbal, che offre una strepitosa vista della città. Ai suoi piedi, il Barrio Bellavista è pieno di caffè, ristoranti, bar e club alla moda e ospita La Chascona, la casa-museo del poeta Pablo Neruda. Il frizzante e mondano quartiere di Lastarria è un’oasi nascosta nel centro della città, con ristoranti, teatri, gallerie d’arte e boutique di designer emergenti. Nel quartiere di Barrio Italia dove si stabilirono gli artigiani immigrati nel 19° secolo, è un susseguirsi di negozi di antiquariato con bei mobili e simpatici oggetti, gallerie d’arte, bar e ristoranti tradizionali. Per gli amanti della storia e della cultura imperdibile è il Museo della Memoria e dei Diritti Umani, dedicato ai fatti accaduti durante la dittatura di Pinochet, il Museo Nazionale de Bellas Artes, che espone opere di artisti cileni tra i quali Roberto Matta e Claudio Bravo e il MAC (Museo di Arte Contemporanea) che espone fotografie, sculture e opere di artisti cileni e non solo. Negli ultimi anni, Santiago ha avuto una grande rinascita nel campo delle arti, della cultura e della vita sociale, con la comparsa di nuove gallerie d'arte dove espongono artisti emergenti, musei e ristoranti trendy, trasformandosi in una delle capitali più attraenti e vive dell’America Latina.

giorno 7

Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita di Santiago. Pranzo nel pittoresco Mercado Central, il mercato del pesce della città. Nel pomeriggio visita del vivace quartiere Barrio Italia. Pernottamento.

giorno 8

SANTIAGO – VALLE DEI VINI – VALPARAISO

Prima colazione. In mattinata partenza per la Valle dei Vini con sosta a Viña Matetic per conoscere la cantina e scoprire i segreti dell’agricoltura sostenibile e della produzione di eccellenti vini. Pranzo con degustazione di due tipi di vino e proseguimento per Valparaiso. Sistemazione all’Hotel Palacio Astoreca*****. Pernottamento.

VALPARAISO L’importanza di Valparaíso risale agli inizi dell’800, quando il porto iniziò a svilupparsi rapidamente per la sua posizione strategica lungo la rotta delle navi che attraversavano lo stretto di Magellano, unico passaggio tra i due oceani, diventando la principale città commerciale e finanziaria del Paese. Con la costruzione del Canale di Panama iniziò la decadenza e le industrie, le banche e gli imprenditori si trasferirono a Santiago. Di quel glorioso passato sono rimasti bellissimi palazzi e quartieri incastonati sulle pendici e sulla sommità delle colline che dividono la parte bassa e alta della città, collegata da ascensori risalenti al 1900 e ancor oggi funzionanti. Camminare per i “barrios”, i quartieri di Valparaíso, è come immergesi in una grande esposizione d’arte, tanto che nel 1992 fu inaugurato il museo a cielo aperto, una collezione di opere di 18 artisti cileni tra i quali Roberto Matta, Josè Balmes, Matilde Pérez e Nemesio Antúnez comprendente 20 murales che si sviluppano lungo le vie del Barrio Bellavista, riempiendo di colori scale, vie e pareti dove figure e personaggi convivono armoniosamente. Il centro storico di Valparaíso è stata dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2003, inoltre in città, nel Cerro Florida, si trova “la Sebastiana” una delle tre case di Pablo Neruda, il grande poeta e scrittore cileno da dove si gode di una magnifica vista sulla baia e sul porto.

giorno 9

VALPARAISO

Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita della città e della casa-museo di Pablo Neruda, La Sebastiana, che conserva una collezione di mappe antiche e dipinti tra i quali un ritratto di Lord Cochrane (il fondatore della Marina cilena), un quadro raffigurante José Miguel Carrera (uno dei protagonisti dell’indipendenza cilena) prima di essere giustiziato, oggetti curiosi e reliquie del porto che Neruda collezionava. Nel pomeriggio visita della seconda casa-museo del Poeta a Isla Negra, chiamata originariamente Las Gaviotas ma ribattezzata dal poeta Isla Negra per il colore delle sue rocce, dove si trovano differenti oggetti legati al mare come repliche di velieri, conchiglie marine, bottiglie dalle svariate forme e maschere.

Pernottamento.

giorno 10

PARTENZA DA VALPARAISO

Prima colazione. Mattinata libera. Trasferimento all’aeroporto di Santiago e partenza con volo di linea intercontinentale per l’Italia. Pasti e pernottamento a bordo.

giorno 11

ARRIVO IN ITALIA

Arrivo in Italia e fine del viaggio

Quote per persona, a partire da:

PartenzaCamera doppiaSupplemento singola
Dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2017su richiestasu richiesta
Richiedi maggiori informazioni




Espressione del consenso al trattamento dei dati personali
Procedendo con la compilazione e con l'invio di questo modulo, Lei acconsente al trattamento dei dati personali da Lei forniti per la finalità e nei limiti indicati da questa informativa, ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D.lgs. 196/03.

Cerca l'agenzia più vicina a te

Altri viaggi che potrebbero interessarti
Articoli che potrebbero piacerti
Vino argentino - uva

Mendoza è famosa per i vigneti e per la buona cucina.

Colourful Mexican gondolas at Xochimilco's Floating Gardens in Mexico City

Xochimilco si trova a 28 km a sud di Città del Messico e le sue origini risalgono al periodo precolombiano quando la zona era abitata da etnie di origine ancora sconosciuta.

Non perderti le nostre offerte!

Espressione del consenso al trattamento dei dati personali: procedendo con l'invio di questo modulo, si autorizza il trattamento dei dati personali forniti per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nell'informativa sulla privacy, ai sensi e per gli effetti dell'art. 23 del D.lgs. 196/03.

Tour 2000 Srl
Via Martiri della Resistenza, 95 - 60125 Ancona
P.IVA, CF e n. iscr. CCIAA 01445850421
R.E.A. AN 131683
Capitale Sociale € 100.000,00
Continua a seguirci su